Visualizzazione post con etichetta thriller. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta thriller. Mostra tutti i post

martedì 22 giugno 2021

Francesco Cariti - Io sono Gordon Bloom

Francesco Cariti
Io sono Gordon Bloom

 

Recensione – Opinione di

Luigia Chianese Books Review Blogger

Blog Libri e Opinioni

@LibrieOpinioni

 

Mugnano di Napoli 

14.06.2021

 

Diretto, glaciale, Gordon Bloom, psicopatico esaltato, il classico ribelle ma che fa subito simpatia e che, con sferzante umorismo e cinismo, narra la sua storia in prima persona.

Gordon Bloom si descrive fin dalle prime righe come un uomo che vuole non solo essere invidiato ma adorato come un Dio e lui è il primo che adora se stesso: Da pag.8.
<<Questo è il male delle religioni:
una volta che le abbracci ne diventi schiavo, 
archivi ogni capacità di discernimento
e le elevi ad alibi per ogni gesto. 
L’entità superiore che ero arrivato ad adorare ero io stesso.>>.

Nel testo abbiamo la sua dispotica e razionale ammissione, o meglio la sua verità o visione degli avvenimenti, quella che l’ha condotto al carcere e all’isolamento. Dal suo punto di vista, ovviamente, non è colpa sua per ciò che è accaduto, per le truffe, le bugie e gli omicidi che ha dovuto commettere, perché secondo il suo modo di pensare, e vedrete che è del tutto originale, tutti siamo dei potenziali assassini e lui è stato costretto a manifestare, eseguire, rispettare la sua natura perché era utile; un po' come lo scorpione con la rana. Da pag. 17:

<< Non ho fatto il male perché mi piaceva, ma perché mi serviva.

Non sono un immorale, sono un amorale.>>.

Gordon Bloom è un sociopatico allo stato puro, un autentico narcisista sfruttatore ma non è cattivo perché il male, inteso come dolore e sofferenza non gli interessa, non è il suo fine, perché la vita e i sentimenti degli altri esseri umani non gli interessano; ciò che ci vuole far intendere Gordon Bloom è che il male, che si genera dalle sue decisioni-azioni, è solo una conseguenza, un effetto collaterale degli avvenimenti. Lui è stato obbligato per necessità a fare del male, gioco forza! Gordon è sfacciato e pieno di sé ed è assorbito solo da se stesso; lui è l’essere più importante anche quando si racconta. Da pag.19:

<< … ma ricordatevi sempre che lo scopo di questo libro

è quello di farmi passare il tempo e non quello d’intrattenervi.>>.

Prima che Gordon Bloom ci narri direttamente gli eventi che dal marzo 2004 in poi l’hanno portato alle condanne di ben nove omicidi diretti più uno provocato e varie truffe, non posso non notare che da capitolo 1 a capitolo 3, parlando di sé, è subito chiara e lucida l’ immagine che ha di se stesso e di ciò che lui vuole che il mondo veda di sé:  ovvero uomo affascinante, di successo, egoista e calcolatore iniziando già da quando sfrutta la sua donazione di midollo per la sorella malata.

Gordon Bloom nel suo cammino trova il suo secondo ostacolo più grande, direi la sua nemesi, ovvero il tenente Vincent Primey, detective della squadra omicidi.

Il suo primo ostacolo, con il senno di poi, per sua diretta ammissione, da lui confessato nel racconto, e questa sarà una delle rarissime occasioni in cui Bloom ammetterà una sua debolezza, lo troviamo a pagina 74:

<< Il vero avversario era la mia prosopopea,

troppo grande da poter sconfiggere.>>.

Ritorniamo, però, per un momento al detective Vincent Primey, la nemesi, il suo secondo grande ostacolo, di cui Gordon Bloom ne parla in maniera misurata e di cui prova ammirazione ma anche rabbia. Primey è entrato nel suo cervello e l’ha sconfitto. L’affronto che mal digerisce Gordon Bloom è di essere stato capito, scoperto, superato e preso proprio dal suo opposto.

Il tenente Vincent Primey, al contrario di Bloom è persona socievole, discreta, generosa, gentile, modesta, riflessiva ed educata e l’essere stato sopraffatto da questo tipo di persona, ovvero quella tanto derisa e disprezzata da lui, è l’offesa maggiore che si potesse fare al grande Gordon Bloom. Non vi narrerò i fatti, quelli li scoprirete leggendo questo avvincente racconto, scritto da Francesco Cariti, ma ciò che vi dirò è che, nonostante tutto, Gordon Bloom resterà sempre un amorale non credente, anzi l’unico credo, anche in una cella d’isolamento del carcere di massima sicurezza di Cedar Junction, Massachusetts, sarà sempre se stesso. Da pagina 88:

<< Volevo essere invidiato.

C’è gioia nell’animo dell’uomo che viene invidiato.

L’invidia dà una sensazione inebriante di potere,

attesta che sei il migliore.>>.

Ciò che rende originale e in alcuni punti ironica questa storia narrata dall’autore Francesco Cariti, è la prospettiva diversa che ha dato al romanzo. Ovvero dei delitti, delle truffe e di un criminale narrati dall’angolazione dello stesso delinquente, in questo caso Gordon Bloom; un criminale non pentito di ciò che ha fatto ma pentito solo del suo piccolo errore e che spesso e volentieri ritiene fermamente e convintamente che non è lui ad essere in errore ma …

<< … Siete tutti potenziali assassini.>>.

Consiglio questo crime perché pulito, lucido, senza troppi fronzoli e senza esagerazioni, se pur storia di fantasia. Scritta con semplicità, buona scelta della terminologia e con un’ attenta gestione del ritmo e della leggera suspense. L.Ch.

Voto da tre a cinque libri: 3 e mezzo 📚📚📚📙🕮


TRAMA

Io sono Gordon Bloom

Francesco Cariti

Ripresa da internet e/o  dalla 4° di copertina:

Cosa spinge il figlio di due genitori modello a trasformarsi in un criminale senza scrupoli? Ma è davvero una trasformazione? Forse no. Forse il destino di ognuno di noi è segnato dalla nascita, e non c’è molto che possiamo fare per cambiarlo. Dal carcere di massima sicurezza di Cedar Junction, Massachusetts, Gordon Bloom ci narra la sua incredibile storia. Sta scontando la pena di tre ergastoli per un’impressionante serie di delitti. Tutto è nato da una menzogna che ha raccontato quando era un ambizioso mercante d’arte: da quella scintilla è nato un rogo. Un crimine ne ha generato un altro, poi un altro, un altro ancora, e Gordon si è ritrovato a inscenare una fuga rocambolesca per tutti gli Stati Uniti, inseguito dalla polizia, dall’FBI, dalla criminalità organizzata, dai cacciatori di taglie e dai giornalisti televisivi. Si è persino infiltrato in un campo di addestramento di suprematisti bianchi, assoggettandosi ai loro fanatici rituali e partecipando ai loro comizi farneticanti. Eppure, Gordon non è pentito di quel che ha fatto. Perché non si può sfuggire alla propria natura, secondo lui. Il vero crimine è assoggettarsi alle regole imposte dalla società. Un romanzo ricco di situazioni drammatiche ma anche pervaso di un cinico umorismo, che vi terrà incollati alle pagine, dalle prime righe fino all’inevitabile epilogo. 

Il libro è pubblicato in esclusiva su Amazon: 

Libro di carta https://www.amazon.it/sono-Gordon-Bloom-Francesco-Cariti/dp/ B0942D2XYN/

e-book https://www.amazon.it/sono-Gordon-Bloom-Francesco-Cariti-ebook/dp/ B09415W8TT/


Editore : Independently Published (3 maggio 2021)

Lingua : Italiano
Copertina flessibile : 322 pagine
Dimensioni : 15.24 x 2.06 x 22.86 cm

CENNI SULLA VITA di:

Francesco Cariti

Ripresa da internet e/o dalla 4° di copertina:

Francesco Cariti ha esercitato per vent’anni la professione di avvocato, ha insegnato diritto privato all’Università di Firenze e ha svolto mansioni di giudice onorario presso il Tribunale. Ha soggiornato per lunghi periodi negli Stati Uniti. Ora vive a Berlino. Io sono Gordon Bloom è il suo primo romanzo ed è il frutto — dichiara l’autore — di un desiderio naturale che appartiene a tutti noi:

«quello di riuscire a mantenere il controllo della propria vita».
Dalla sua pagina: Sono nato a Firenze, dove ho vissuto la maggior parte della mia vita esercitando la professione di avvocato e insegnando diritto privato all’Università. Avendone avuto abbastanza, ho deciso di dedicare il resto della mia vita a quello che più amo fare, cioè scrivere romanzi. Io sono Gordon Bloom è il frutto di quel desiderio naturale che è in tutti noi, protagonista del romanzo compreso, ma che spesso tendiamo a soffocare: quello di riuscire a mantenere il controllo della propria vita. Vivo a Berlino da dieci anni. Il suo sito è www.francescocariti.it

 


NOTA: Un mio particolare Ringraziamento a Ginevra Amadio
Responsabile Ufficio Stampa e Media dell'Agenzia "Scrittura a Tutto Tondo".  ginevraamadio@yahoo.it  -  www.scritturaatuttotondo.it

 

Link nel Blog Libri e Opinioni

 Consigliati da

Luigia Chianese Books Review Blogger

Dall' Etichetta del Blog:
Luigia Chianese Books Review Blogger 
Blog Libri e Opinioni
@LibrieOpinioni

*************************************************

#LibriEOpinioni  #LuigiaChianeseBooksReviewBlogger

#LuigiaChianese @ChianeseLuigia

#FollowMe Commenta, Condividi, I Like,

Clicca #Segui sul Blog Libri e Opinioni

Mi trovi anche su FB – YOUTUBE - INSTAGRAM - TWITTER @LibrieOpinioni

#FrancescoCariti #IoSonoGordonBloom 

#Thriller #Giallo #Crime #NarrativaModernaEContemporanea 

#Narrativa #Romanzo #Biografia

****************************************************

 

 

 


 

 

martedì 15 giugno 2021

Tess Stimson - Ex Moglie

Tess Stimson
Ex Moglie

 

Recensione – Opinione di

Luigia Chianese Books Review Blogger

Blog Libri e Opinioni

@LibrieOpinioni


Mugnano di Napoli 

28 - maggio - 2021

 

<< Il cuore ha le sue ragioni, che la ragione non conosce: 
lo si osserva in mille cose. 
Io sostengo che il cuore ama naturalmente l'Essere universale, 
e naturalmente se medesimo, secondo che si volge verso di lui 
o verso di sé; 
e che s'indurisce contro l'uno o contro l'altro per propria elezione. 
Voi avete respinto l'uno e conservato l'altro: amate forse voi stessi per ragione? >> B. Pascal
Questo bel pensiero di Pascal che mi sovviene lo si potrebbe applicare alle innumerevoli donne di questo Thriller ed è ciò che ha colpito me! Perché le donne di questo romanzo, circa sette, interpretano la realtà e i ricordi in base alle esigenze del momento che il cuore vive! 
Da pagina 21:
<< Se non lascio svanire l’amarezza finirò per esserne consumata.>>.
Rimodellano, fanno svanire, reinterpretano a piacimento le emozioni, i fatti e i ricordi per mantenere un equilibrio interno e per soddisfare l’immagine che sentono di voler dare di sé al mondo! E detto tra me  e me, non lo ritengo neppure tanto sbagliato!
Da pagina 140:
<< Ci vuole profondità di carattere per essere davvero cattivi.>>.
Donne cattive e mi piace! In questo caso moglie contro ex moglie in uno scontro titanico fatto di colpi bassi col solo fine di catturare l’amore e l’ attenzione di un uomo che all’apparenza sembra un affascinante conquistatore, ma in realtà è solo un autentico approfittatore e anche un tantino insignificante, in fondo è unicamente un banale presentatore televisivo, che si crogiola nella sua mancanza di spina dorsale e nell’incapacità di decidere e peggio ancora, nonostante l’ età e le esperienze vissute, inadeguato a comprendere le conseguenze delle proprie azioni.
Da pagina 141:
<< È la combinazione di sex appeal letale e vulnerabile innocenza

che lo rende così irresistibile. Ha il fascino e l’ego di un bambino.>>.

Donne cattive in questo testo anche madri che, in modi del tutto poco convenzionali, intervengono, a gamba tesa, nelle vite di figlie e nipoti. Ben tre generazioni coinvolte! Da una parte donne forti, se pur prepotenti l’una verso l’altra, dall’altra un uomo con troppi difetti, assurdi ed eccessivi, che subirà un morte da un’inaspettata … non spoilero tranquilli!

Il Thriller Psicologico ha tanti colpi di scena in un ritmo narrativo molto serrato, invita a proseguire la lettura perché stimola la curiosità in chi sta leggendo. Nella maggior parte del libro l’ autrice descrive le infamità che si scambiano le due donne ma forse è proprio questo che invoglia la lettura perché lo scontro donna contro donna prende il sopravvento sulla morte stessa dell’ uomo; mentre il finale, che rivela l’assassino, è decisamente più striminzito, ma forse è voluto, perché sono le pesanti scaramucce tra moglie e ex moglie e le loro vite segrete le parti stimolanti e ricche di suspense del romanzo!  

L.Ch. Il mio voto da 1 a 5 libri? 3 libri su 5. 📚📚📚🕮🕮

 

TRAMA

Ex Moglie di Tess Stimson

Ripresa da internet e/o  dalla 4° di copertina:
Negli ultimi quattro anni Louise ha dovuto guardare il suo ex marito rifarsi una famiglia. Andrew, l'affascinante presentatore televisivo col quale pensava di trascorrere tutta la vita, l'ha lasciata per sposare Caroline, la sua amante, una ventinovenne dai lunghi capelli biondi che sembra una top model. Louise, la madre impeccabile, e Caroline, la giovane donna in carriera, hanno, almeno in apparenza, ottimi rapporti, civili e cordiali per il bene dei figli e per l'amore che entrambe provano per Andrew. Ma quando la coppia viene invitata alle nozze d'oro dei genitori di Louise, suona come la ratifica che quella donna si è ormai conquistata un posto all'interno della sua famiglia, e qualcosa in lei scatta. Perché in fondo Louise non è pronta a lasciare che Caroline si goda la vita che una volta le apparteneva e dal canto suo, Caroline non è disposta a cedere niente di quanto ha ottenuto. Fino a quando Andrew muore e le due donne vengono ritrovate vicino al suo corpo. Entrambe hanno le mani sporche di sangue e portano addosso evidenti segni di colluttazione. Non ci sono testimoni e le due si accusano a vicenda: per la polizia trovare la verità non sarà poi così facile...

 

CENNI SULLA VITA di:
Tess Stimson

Ripresa da internet e/o dalla 4° di copertina:
Tess Stimson è una scrittrice, giornalista e reporter inglese. Nominata Professor of Creative Writing all’Università di South Florida, nel 2002 si è trasferita negli Stati Uniti. Adesso vive e lavora nel Vermont con il marito Erik, i loro tre figli e (secondo le ultime stime) due gatti, tre pesci, un gerbillo e un gran numero di pipistrelli in soffitta. Autrice di numerosi romanzi rosa, Ex moglie è la sua prima opera di suspense a essere pubblicata in Italia, in corso di traduzione in 7 Paesi.


Editore : Giunti Editore (21 aprile 2021)
Traduttore: Daniela Terzo
Lingua : Italiano
Copertina flessibile : 320 pagine

 



Link nel Blog Libri e Opinioni

 Consigliati da

Luigia Chianese Books Review Blogger

dott.ssa Luigia Chianese 
Books Review Blogger 
Blog Libri e Opinioni
@LibrieOpinioni
Dall' Etichetta del Blog:


*************************************************

#LibriEOpinioni  #LuigiaChianeseBooksReviewBlogger

#LuigiaChianese @ChianeseLuigia

#FollowMe Commenta, Condividi, I Like,

Clicca #Segui sul Blog Libri e Opinioni

Mi trovi anche su FB – YOUTUBE - INSTAGRAM - TWITTER @LibrieOpinioni

#TessStimson #ExMoglie #Thriller #ThrillerPsicologico #Suspense

****************************************************

 

 

 


 

 

 

martedì 1 giugno 2021

Mikaela Bley - Incubo di Famiglia

 Mikaela Bley 
Incubo Di Famiglia

Recensione – Opinione di

Luigia Chianese Books Review Blogger

Blog Libri e Opinioni

@LibrieOpinioni

 Mugnano di Napoli

04.01.2021

Thriller, forse Thriller Psicologico; noioso. Punto!

Farei finire la mia recensione qui ma due parole in più voglio spenderle. A parte che ho capito solo dopo che sarebbe stato necessario leggere il primo libro dell’ autrice Svedese quello intitolato “Segreto di Famiglia” ma questo lo si comprende dopo perché quando si compra il libro non viene scritto da nessuna parte, volutamente secondo me, che” Incubo di Famiglia” è un “to be continued” … ma non mi preoccupo più di tanto perché alla fine codesto testo potrebbe essere letto a se stante, sarebbe bastato solo un piccolo riassunto di tre pagine scarse del precedente volume!

Questo libro, come potete notare, è intitolato - Incubo di Famiglia - ebbene il titolo è più che azzeccato ma è stato anche un incubo leggerlo.

Il primo capitolo attrae il lettore perché sembra aprirsi dinnanzi alla mente di chi legge una discreta avventura;

da pagina 9:

<< Niente era come se l’era immaginato.>>. 

A metà libro, però, ci si rende conto che è stato solo fumo negli occhi. Il libro sembrava partito bene invece è franato durante la stesura ed è finito malissimo.

Iniziamo con il dire che i sospetti sulla morte di Elsa, la gemella di Ellen la protagonista del racconto, si sono palesati, chiariti, evidenziati, scegliete voi, nel preciso momento in cui l’ innamorato di turno, Didrik, ha dichiarato che l’ avrebbe sempre protetta. Che banalità! Quindi ogni atteggiamento di Didrik, descritto successivamente nel romanzo è servito non per fare chiarezza, sulla mente, sui ricordi di Ellen e sul passato della famiglia, ma ad avvalorare un finale più che scontato. In pratica il personaggio di Ellen Tamm non è stato sviluppato psicologicamente bene! L’altro omicidio, quello di Liv Lind, da evento principale della storia, diventa improvvisamente secondario, sparisce sullo sfondo con un finale più che insensato, diciamo pure raffazzonato ed insignificante soprattutto con l’ imbarazzante entrata in scena finale della poliziotta Carola. Parliamoci chiaro, una storia aggregata male; un racconto su un trauma infantile esposto in maniera caotica su cui si è tentato di costruire un thriller, ma la storia e riuscita proprio male, male, male. 

Da pagina 32:

<< Era la morte che aveva formato il suo carattere

ed era la morte a mantenerla a galla.>>.

In aggiunta ci si ritrova di fronte ad una marea di sospesi, o meglio di conclusioni affrettate: dalla vita del poligamo Patrik/Stoffe, al ruolo di Jimmy che all’ improvviso scompare dalle pagine, apparirà in un terzo volume?  Ai posteri l’ ardua sentenza! Non sarò, io, tra i posteri! Per concludere con gli “accartocciati e via” abbiamo le sbrigative decisioni di Hanna e di Alexandra, le due poliamorose con prole e suocera, per chiudere velocemente un altro argomento. Il personaggio, però, trattato peggio è quello dell’ adolescente Bea: piccola teppista disturbata e sofferente che da iniziale sospettata diventa vittima abbandonata anche dalla madre. Insomma una storia brutta, gestita male con un finale scadente! L.Ch.

Voto: 📚🕮🕮🕮🕮 (1/5)

TRAMA

Incubo di Famiglia

di Mikaela Bley

Ripresa da internet e/o  dalla 4° di copertina:

È un giorno di metà agosto, quando la giornalista di cronaca nera Ellen Tamm lascia Stoccolma per tornare a casa della madre a Örelo. Ha avuto un crollo psicologico dovuto al caso della piccola Lycke, una bambina scomparsa, che l’ha fatta sprofondare nell’abisso del suo passato traumatico. Quando aveva otto anni, sua sorella gemella, Elsa, è morta affogata, e i ricordi vaghi e sconnessi di quel giorno la tormentano. Giunta a casa trova una terribile notizia ad attenderla: in un paese vicino è stato ritrovato il corpo senza vita di una donna sconosciuta, picchiata a morte. Nessuno pare in grado di identificare la vittima o spiegare cosa ci facesse lì. Nonostante abbia un disperato bisogno di riposo, Ellen, incapace di dimenticare il suo ruolo di giornalista investigativa, decide di indagare. Inizia così a fare domande e prova a ottenere informazioni dagli agenti di polizia, senza grandi risultati. Più si addentra nel complicato intrigo di ciò che è accaduto, più si rende conto che l’idilliaca cittadina di provincia nasconde segreti. E alcuni dei più inconfessabili riguardano proprio Ellen e la sua famiglia.

Editore : Newton Compton Editori (31 ottobre 2018)
Lingua: : Italiano
Copertina rigida : 378 pagine

CENNI SULLA VITA di:

Mikaela Bley

Ripresa da internet e/o dalla 4° di copertina:
È nata nel 1979, vive a Stoccolma con il marito e i loro due figli. Ha lavorato come produttrice per il canale televisivo TV4 e ora fa la scrittrice a tempo pieno. Ha esordito con Segreto di famiglia
Dopo l’incredibile successo internazionale del libro, l’autrice sta lavorando a una serie che ha per protagonista l’ostinata giornalista Ellen Tamm.

Corriere della Sera
L’autrice del bestseller Segreto di famiglia
Ai primi posti nelle classifiche in Svezia e in Italia
«Il thriller svedese ha una nuova regina: Mikaela Bley.» 

Tuttolibri - La Stampa
«La scrittrice svedese Mikaela Bley ci racconta che gli incubi peggiori nascono in famiglia.»

Vanity Fair
«Una storia potente che invita a cercare il male dentro casa. Mikaela Bley è la nuova regina del giallo svedese.»

 

Link nel Blog Libri e Opinioni

 Consigliati da

Luigia Chianese Books Review Blogger


Dall' Etichetta del Blog:

Luigia Chianese Books Review Blogger 
@LibrieOpinioni  
Giallo

Thriller

Thriller Psicologico

  

*************************************

Commenta, Condividi, I Like, Clicca Segui sul Blog Libri e Opinioni

Mi trovi anche su FB – YOUTUBE - INSTAGRAM - TWITTER

Luigia Chianese Books Review Blogger 

@LibrieOpinioni @ChianeseLuigia

#LuigiaChianese #LibriEOpinioni 

#LuigiaChianeseBooksReviewBlogger

#FollowMe #Segui #Mikaela Bley #IncuboDiFamiglia

#Giallo #Thriller #ThrillerPsicologico

********************************************


lunedì 17 maggio 2021

KEIGO HIGASHINO - L’ IMPECCABILE

 
KEIGO HIGASHINO

L’ IMPECCABILE

  

Recensione – Opinione di

Luigia Chianese Books Review Blogger

Blog Libri e Opinioni

@LibrieOpinioni

 

Mugnano di Napoli

12.04.2021


Un giallo/thriller di circa 310 pagine alla CSI (Scena del Crimine). 

Questo è ciò che sembra il romanzo. Sappiamo chi è l’assassino/a fin dalle prime pagine, è facile intuirlo e comprenderlo. 

Da pagina 7:



<< Ayane lanciò un’occhiata al cassettone e

 pensò alla polvere bianca nascosta dentro

una busta di plastica nel cassetto in fondo a destra.>>.

Interessante nel romanzo è seguire le varie congetture ed è da suspense  la paura di commettere il classico errore dei principianti: ovvero cucire delle prove sul presunto assassino/a.

Due donne Ayane Mita in Mashiba e Hiromi Wakayama che incrociano i lori destini ed affrontano l’omicidio dell’ amato con emozioni contrastanti descritte con lentezza e nei momenti opportuni. La prima glaciale e lucida, piena di controllo, nasconde ogni impulso, mentre l’ amante impaurita e smarrita evidenzia, involontariamente, ogni suo stato d’ animo. Una dicotomia che riscontriamo anche nell’ agire dei due poliziotti protagonisti:  la recluta Detective Utzumi, carica di aspettative e voglia di soluzioni, che si esalta ad ogni piccolo tassello che si aggiunge e s’incupisce ad ogni smentita, e il Detective Kusanagi, calmo ed indagatore che riflette e cerca di scoprire l’ omicidio attraverso il perché più che sul come. Personaggio interessante, amante della logica e della scienza, è il geniale professore Yukawa Manabu, alias Detective Galileo, che questa volta, mosso dalla curiosità di un probabile delitto perfetto, aiuta gratuitamente la polizia, il come si progetti e realizzi un delitto ha un fascino irresistibile per lui.  Un trio perfetto che da vivacità all’ intera narrazione grazie anche ad  uno stile di scrittura fluido e essenziale di cui si avvale l’ autore Keigo Higashino.

Tutti gli altri personaggi, che s’incrociano durante le indagini, sono delineati con semplicità, precisione e velocità questo lascia spazio alla storia di evolversi con naturalezza senza allontanarsi troppo dalla trama principale. Tutto resta  perfettamente a fuoco, non sfugge nulla, neppure l’ impensabile e tutto viene fuori, a goccia a goccia, come in un artigianale annaffiatoio, (capirete leggendo il romanzo) tra sentimenti, fredda vendetta e logica scientifica. L.Ch.

Il mio voto da 1 a 5 è 3 📚📚📚🕮🕮🕮

  

TRAMA

L’ IMPECCABILE

DI KEIGO HIGASHINO

Ripresa da internet e/o  dalla 4° di copertina:

Yoshitaka, sul punto di lasciare la sua bellissima moglie che non può avere figli e di abbandonarsi tra le braccia dell'amante, viene avvelenato con un caffè all'arsenico e muore. Tutti i sospetti ricadono naturalmente sull'incantevole moglie Ayane, che però ha un alibi di ferro: al momento dell'omicidio, infatti, si trovava a centinaia di chilometri di distanza. Il detective di Tokyo Kusanagi, incaricato del caso, subisce immediatamente il fascino raffinato e travolgente di Ayane e si rifiuta di credere che possa essere implicata nel delitto. La sua assistente invece è convinta del contrario e così chiede l'aiuto del geniale professor Manabu Yukawa, alias Detective Galileo. Ma persino la mente brillante del professor Yukawa fatica a mettere insieme i pezzi e a far luce sui torbidi e letali segreti della coppia.  Che si tratti davvero del delitto perfetto? L’ impeccabile è Higashino al suo meglio: una trama di ferro che incanterà anche il lettore più esigente e sofisticato.

 
Editore : Giunti Editore (25 settembre 2013)
Lingua : Italiano
Prima Pubblicazione: ottobre 2008
Copertina rigida : 336 pagine
Seguito da: A Midsummer’s Equation
Preceduto da: Il Sospettato X
Genere/ Etichetta: 
Mistero Narrativa Giallo Romanzo Suspense Thriller

 

CENNI SULLA VITA di:
KEIGO HIGASHINO

Ripresa da internet e/o dalla 4° di copertina:
È uno dei più noti scrittori giapponesi, pubblicato in 14 Paesi. È autore bestseller di romanzi. Ha ottenuto numerosi riconoscimenti nazionali e internazionali, e da molte delle sue opere sono stati tratti film e serie tv di grande successo. Tra i suoi ultimi libri: L'emporio dei piccoli miracoli (Sperling & Kupfer 2018). Nato ad Osaka, ha iniziato a scrivere mentre lavorava come ingegnere alla Denso ed il suo primo romanzo del mistero è del 1985; successivamente, iniziata la sua carriera di scrittore si è trasferito a Tokyo.   Nel 1999 ha vinto il Mystery Writers Of Japan Award per il romanzo Himitsu ("Segreto"), tradotto in italiano col titolo  La Seconda Vita di Naoko, da cui è stata tratta subito una pellicola cinematografica e, successivamente, un dorama nel 2010 con Mirai Shida nel ruolo della protagonista.  Nel 2006 ha vinto il Premio Naoki per il romanzo Yōgisha X no Kenshin ( Il Sospettato X tradotto in italiano dall'inglese e non dall'originale giapponese), venduto in oltre due milioni di copie e tradotto in 14 paesi. Oltre a romanzi polizieschi, scrive anche saggi e libri di storia per bambini.


 Consigliati da

Dott.ssa Luigia Chianese
Books Review Blogger 
Blog Libri e Opinioni 

@LibrieOpinioni
Dall' Etichetta del Blog:
Mistero

Giallo

*************************************************

#LibriEOpinioni  #LuigiaChianeseBooksReviewBlogger #LuigiaChianese @ChianeseLuigia

#FollowMe Commenta, Condividi, I Like, Clicca 

#Segui sul Blog Libri e Opinioni

Mi trovi anche su FB – YOUTUBE - INSTAGRAM 

TWITTER @LibrieOpinioni

#KeigoHigashino #LImpeccabile #ThrillerGiapponese

#Mistero #Narrativa #Giallo #Romanzo #Suspense #Thriller

****************************************************

 

 

 


Iscriviti come Lettore Fisso


POST SCELTO DA LUIGIA

STEPHEN KING - GUNS - Contro Le Armi

  STEPHEN KING GUNS Contro Le Armi   Recensione – Opinione di Luigia Chianese Books Review Blogger Blog Libri e Opinioni @LibrieOpinioni   M...