Visualizzazione post con etichetta Fiaba. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta Fiaba. Mostra tutti i post

sabato 2 marzo 2019

Andrea Camilleri Conversazione su Tiresia

Andrea Camilleri
Conversazione su Tiresia

Recensione – Opinione
di Luigia Chianese
Mugnano di Napoli
Venerdì  - 01 marzo 2019

E’ profondamente inutile, per me, provare a scrivere una Recensione – Opinione su quest’ opera di A.Camilleri.
Perché? Chi mi conosce lo sa che, pur non condividendo la posizione politica del Maestro, io amo alla follia le sua opere, il suo stile e la sua cultura.

I romanzi storici  e civili dell’ Autore,  per me, tra le innumerevoli opere che ha scritto,  sono i più belli; ho amato: "Un filo di fumo", "La strage dimenticata", "La stagione della caccia", "La bolla di componenda", "Il birraio di Preston", "La concessione del telefono", "La mossa del cavallo", Il "Il re di Girgenti e “La presa di Marcallè” ...

Vogliamo commentare le opere sul Commissario Salvo Montalbano? Il successo planetario lo rende immortale; ed io ho iniziato a conoscere lo scrittore proprio leggendo (e non guardando in TV) un passo sul Commissario S.Montalbano e me ne sono innamorata, prima dello stile e poi della serie letteraria.

Le favole scritte da Camilleri?  Sono una fan quindi leviamo mano!

Ho letto oltre 100 libri del Maestro e mi sono piaciuti quasi tutti; dico quasi perché uno solo non mi è piaciuto ed è stata“La Relazione”; qualche altro mi ha interessato ma non entusiasmato; ma il 90% li ho amati tutti.

Ed ora Conversazione su Tiresia: un opera per il teatro, un dramma tra fiaba e narrativa, tutto; che volete che vi dica l’ ho letto in mezz’ora e poi l’ho riletto per piacere e amore subito dopo.

Torniamo a Conversazione su Tiresia:
ho deciso che invece di scrivere una Recensione – Opinione
vi parlerò di quelle che io chiamo “Le Frattaglie” ovvero tutte quelle cose che mi incuriosiscono quando ho un libro “Rigorosamente Cartaceo” tra le mani.

Per quanto concerne l’ opera?
Un Capolavoro divertentissimo che è un piacere leggere, rileggere, rileggere, rileggere ...  


Commenta, Condividi, I Like, Clicca Segui sul Blog:
Mi trovi anche su FB:
https://www.facebook.com/librieopinioni
su Instagram: @luigia_chianese

su Twitter: @ChianeseLuigia

#AndraCamilleri #ConversazionisuTiresia #Teatrogreco #Siracusa #Sellerio #Montalbano #Teatro #Indovino #Tiresia #INDA #Narrativa #Fiaba #Dramma #NarrativaUmoristica #LuigiaChianese @luigia_chianese

Conversazione su Tiresia 
TRAMA:
Ripresa da vari siti internet: 
Indossando i panni di Tiresia Camilleri, con la potenza del mito e la forza della sua narrazione, ricostruisce la storia del celebre indovino attraverso i secoli, protagonista letterario declinato in età antica e moderna da scrittori, poeti, filosofi, drammaturghi. E confermando l’incrollabile passione per il teatro, la formidabile cultura, ci regala un’opera unica e preziosa.

Indossando i panni di Tiresia Camilleri, con la potenza del mito e la forza della sua narrazione, conferma l’incrollabile passione per il teatro, la formidabile cultura, e ci regala un’opera unica, preziosa.

«Camilleri-Tiresia è un indovino cieco. Vede l’invisibile: quello che gli altri non possono o non vogliono vedere. Grazie alle sue doti di veggente, con l’opera letteraria distribuisce cerini che si accendono e fanno luce nella notte» - Salvatore Silvano Nigro, Il Sole 24 Ore



INIZIAMO:
Il libro è piccino piccino Formato brossura:
15 cm per 11 cm per un’altezza di mezzo centimetro
E’ ruvido e il suo colore mi sembra celestino antico;
pagine 60/62 in toto
Edizione Sellerio
Prezzo Euro 8,00

Prima di iniziare a sezionare il libro uscito il 05 febbraio 2019;

Ma voi sapete chi è Tiresia?

Ve lo racconto io molto brevemente; o meglio quello che ho imparato su di lui durante gli anni del liceo:

(Da “Il mondo mitologico,; dizionari di mitologia Greco-Romana a uso delle scuole; P.Acrosso e C.D’Alessio, Società Editrice Dante Alighieri – 19° edizione 1988. Lire 17500        (Circa 9,03 di oggi)

Tirésia, celebre indovino, figlio di Evero e di Cariclo. Alcuni mitografi narrano che, accecato da Era, ebbe, per consolazione, il dono della profezia da Zeus; secondo altri mitografi, fu Athena a privare T. Della vista perché da lui involontariamente sorpresa mentre si bagnava nella fonte di Ippocrene; la dea, poi, gli avrebbe concesso la facoltà di vaticinare.








Involontario nel Pierio fonte
Vide tiresia giovanetto i fulvi
Capei di palla, liberi dall’ elmo
Coprir le rosee disarmate spalle;
Sentì l’aura celeste e mirò l’ onde
Lambir a gara della diva il piede
E spruzzar affrettato paurose
La sudata cervice e il casto petto:

Ma non più rimirò dalle natìe
Cime Eliconie il cocchio aureo del sole,
Nè per la Coronea selva di pioppi
Guidò a’ ludi i garzoni e alle carole
L’ Amfionie fanciulle, e i capri e i cervi
Tenean arditi le beote valli,
ché non più il dardo suo dritto fischiava;
Però che la divina ira di palla
Al cacciator  col cenno onnipossente
Avvinse i lumi di perpetua notte.
Tal decreto è nei fati. Ahi, senza pianto
L’ uomo non mira la beltà celeste!

 (Foscolo, il rito delle Grazie, Frammento dell’ inno III, 96-115)


Commenta, Condividi, I Like, Clicca Segui sul Blog:
Mi trovi anche su FB:
https://www.facebook.com/librieopinioni
su Instagram: @luigia_chianese

su Twitter: @ChianeseLuigia

#AndraCamilleri #ConversazionisuTiresia #Teatrogreco #Siracusa #Sellerio #Montalbano #Teatro #Indovino #Tiresia #INDA #Narrativa #Fiaba #Dramma #NarrativaUmoristica #LuigiaChianese @luigia_chianese



SEZIONIAMO “LE FRATTAGLE”


Sulla copertina,
Effetto rialzato, come se fosse una figurina appiccicata vi è una miniatura particolare, a colori sgargianti ma allo stesso tempo caldi, il dipendo è di ...
“Tiresia appare ad Ulisse durante il sacrificio”
di Johann Heinrich Fussli, 1780-1785 (particolare).
Albertina, Vienna.






Nella quarta di copertina troviamo la solita presentazione del libro; che vi riporto pari pari perché è sfiziosa sul serio:

Parte anteriore:
<<Chiamatemi Tiresia. Per dirla alla maniera dello scrittore Melville, quello di Moby Dick. Oppure Tiresia sono, per dirla alla maniera di qualcun altro.
<<Zeus mi diete la possibilità di vivere sette esistenze e questa è una delle sette. Non posso dirvi quale.
<<Qualcuno di certo avrà visto il mio personaggio su questo stesso palco negli anni passati, ma si trattavano di attori che mi interpretavano.
<<Oggi sono venuto di persona perché voglio raccontarvi tutto quello che mi è accaduto nel corso dei secoli e per cercare di mettere un punto fermo nella mia trasposizione da persona a personaggio>>.

Parte posteriore:
<<Ho trascorso questa mia vita ad inventarmi storie e personaggi, sono stato regista teatrale, televisivo, radiofonico, ho scritto più di cento libri, tradotti in tante lingue e di discreto successo. L’invenzione più felice è stata quella di un commissario.
<< Da quando Zeus, o chi ne fa le veci, ha deciso di togliermi di nuovo la vista, questa volta a novant’anni, ho sentito l’urgenza di riuscire a capire cosa sia l’eternità e solo venendo qui posso intuirla. Solo su queste pietre eterne>>.

Indice:
Conversazione su Tiresia  7
Ho finito                              55
Nota                                     57


Dall’ ultima pagina, dopo l’ indice:


La Conversazione su Tiresia
Scritta e interpretata da Andrea Camilleri
è stata messa in scena per la prima volta
al Teatro Greco di Siracusa l’11 giugno 2018
nell’ambito delle rappresentazioni classiche
realizzate dall’Istituto Nazionale del Dramma Antico





Musica di Roberto Fabbriciani eseguita dall’autore
Regia di Roberto Andò
Progetto a cura di Valentina Alferj
Produzione Fondazione INDA

Finito di stampare nel mese di febbraio 201+
Su carta Grifo Vergata
Delle Cartiere Fabriano
Stampa: Officine grafiche soc. Coop., Palermo
Legatura: IE.I.MA. s.r.l., Palermo



Prime pagine:
2018 Sellerio editore via Enzo ed  Elvira Sellerio 50 Palermo E mail:  info@sellerio.it

2018 Edizione speciale per la messa in scena al teatro Greco di Siracusa dell’ 11 giugno 2018

2019 Prima edizione <<Il divano>>






Pagine 57-59
Nota:

Parte delle informazioni sull’ evoluzione del personaggio di tiresia sono tratte dal volume di Emilia Di Rocco, Io Tiresia. Metamorfosi di un profeta, Editori Riuniti 2007.
Qui di seguito diamo le indicazioni bibliografiche sulle altre citazioni.
Jorge Luis Borges, La cecità – L’ Incubo, a cura di Tommaso Menegazzi, Mimesis 2012.
Hugo von Hofmannsthal, Edipo e la Sfinge, traduzione di Guido Paduano, Rizzoli 1990.
Cesare Pavese, Dialoghi con Leucò, Einaudi 2014.
Friedrich Durrenmatt, La morte della Pizia, traduzione di Renata Colorni, Adelphi 2014.
Archibald MacLeish, in Poesia americana contemporanea, traduzione di Carlo Izzo, Guanda 1955.
Ezra Pound, XXX Cantos, a cura di massimo Bacigalupo, Guanda 2017; Canti Pisani, traduzione di Alfredo Rizzardi, Garzanti 2015.
T.S. Eliot, Il sermone del fuoco – Poesie, a cura di Roberto Sanesi, Mondadori 1971


Commenta, Condividi, I Like, Clicca Segui sul Blog:
Mi trovi anche su FB:
https://www.facebook.com/librieopinioni
su Instagram: @luigia_chianese

su Twitter: @ChianeseLuigia

#AndraCamilleri #ConversazionisuTiresia #Teatrogreco #Siracusa #Sellerio #Montalbano #Teatro #Indovino #Tiresia #INDA #Narrativa #Fiaba #Dramma #NarrativaUmoristica #LuigiaChianese @luigia_chianese

Vita di Andrea Calogero Camilleri

Ripresa pari pari da internet:
Nato a Porto Empedocle (Agrigento), Andrea Camilleri vive da anni a Roma.   Dal 1939 al 1943, dopo un periodo in un collegio da cui viene espulso, studia ad Agrigento al Liceo Classico Empedocle dove ottiene la maturità classica senza dover sostenere l’esame a causa dell’imminente sbarco degli alleati in Sicilia. A giugno inizia, come ricorda lo scrittore, "una sorta di mezzo periplo della Sicilia a piedi o su camion tedeschi e italiani sotto un continuo mitragliamento per cui bisognava gettarsi a terra, sporcarsi di polvere di sangue, di paura".  S’iscrive all’Università (Facoltà di lettere) ma non si laureerà mai. Si iscrive anche al Partito Comunista.
Inizia a pubblicare racconti e poesie e vince il Premio St Vincent. 
Dal 1948 al 1950 studia regia all’Accademia d’Arte Drammatica Silvio d’Amico e inizia la sua attività di sceneggiatore e regista.
Perde un concorso per diventare funzionario Rai, ma dopo qualche anno inizia a lavorarvi.  Nel 1958 porta in Italia il teatro dell'assurdo di Beckett con Finale di partita, prima al teatro dei Satiri di Roma e poi in televisione con Adolfo Celi e Renato Rascel.
Insegna al Centro Sperimentale di Cinematografia di Roma. 
Molte le produzioni Rai di cui si occupa, particolarmente famosi gli sceneggiati del tenente Sheridan con Ubaldo Lay e "Le inchieste del commissario Maigret" con Gino Cervi. Nel 1977 ottiene la cattedra di Istituzioni di Regia all'Accademia di Arte Drammatica. La manterrà per vent'anni. L’esordio in narrativa è del 1978 con Il corso delle cose pubblicato da un editore a pagamento ed è un insuccesso.
Nell’80 pubblica con Garzanti Un filo di fumo, il primo romanzo ambientato nell’immaginario paese di Vigàta e con questo romanzo vince il Premio Gela. Per 12 anni non escono più suoi romanzi. 
Nel 1992 pubblica per Sellerio La stagione della caccia. Nel 1994 con La forma dell’acqua dà vita al personaggio del commissario Montalbano, protagonista di una nutrita serie di romanzi. Da quel momento la sua produzione è molto ricca e il successo immenso. 
Alla fine del 2002, accetta la nomina a direttore artistico del Teatro Comunale Regina Margherita di Racalmuto. 
Nell’aprile 2003, in onore a Camilleri, il comune di Porto Empedocle assume come secondo nome «Vigàta». 
Il 4 settembre 2008 vince il premio de Novela Negra RBA con un inedito in lingua spagnola dal titolo La muerte de Amalia Sacerdote pubblicato in Spagna nell’ottobre 2008 ed in Italia nel 2009 con il titolo La rizzagliata Tra i premi che gli sono stati conferiti ricordiamo il Premio Campiello 2011 alla Carriera e il Premio Chandler 2011 alla Carriera.  Tra le sue opere più recenti che non hanno come protagonista il commissario Montalbano: Il diavolo, certamente (2012), Dentro il labirinto (2012), Il tuttomio (2013), La rivoluzione della luna (2013), Come la penso (2013), Inseguendo un'ombra(2014), Segnali di fumo (Utet 2014), Il cielo rubato. Dossier Renoir (Skira 2014), Andrea Camilleri incontra Manuel Vázquez Montalbán (Skira 2014), La relazione (Mondadori 2015), Il quadro delle meraviglie. Scritti per teatro, radio, musica, cinema(Sellerio 2015), Le vichinghe volanti e altre storie d'amore a Vigàta (Sellerio 2015) Topiopì(Mondadori 2016), L' altro capo del filo (Sellerio 2016), La cappella di famiglia e altre storie di Vigàta (Sellerio 2016), La mossa del cavallo (Sellerio 2017), La rete di protezione (Sellerio Editore Palermo 2017), La targa (Rizzoli 2017), Esercizi di memoria (Rizzoli 2017).


Commenta, Condividi, I Like, Clicca Segui sul Blog:
Mi trovi anche su FB:
https://www.facebook.com/librieopinioni
su Instagram: @luigia_chianese

su Twitter: @ChianeseLuigia

#AndraCamilleri #ConversazionisuTiresia #Teatrogreco #Siracusa #Sellerio #Montalbano #Teatro #Indovino #Tiresia #INDA #Narrativa #Fiaba #Dramma #NarrativaUmoristica #LuigiaChianese @luigia_chianese


Link nel Blog consigliati da Luigia Chianese

Dall' Etichetta del Blog; Andrea Camilleri:

Dall' Etichetta del Blog; Dramma:

Dall' Etichetta del Blog; Fiaba:
http://www.librieopinioni.com/search/label/Fiaba

Dall' Etichetta del Blog; Narrativa:

Dall' Etichetta del Blog; Teatro:
http://www.librieopinioni.com/search/label/Teatro
Dall' Etichetta del Blog; Narrativa Umoristica: 



Comprare il libro on Line:


Commenta, Condividi, I Like, Clicca Segui sul Blog:
Mi trovi anche su FB:
https://www.facebook.com/librieopinioni
su Instagram: @luigia_chianese
su Twitter: @ChianeseLuigia

#AndraCamilleri #ConversazionisuTiresia #Teatrogreco #Siracusa #Sellerio #Montalbano #Teatro #Indovino #Tiresia #INDA #Narrativa #Fiaba #Dramma #NarrativaUmoristica #LuigiaChianese @luigia_chianese