Visualizzazione post con etichetta Luigia Chianese. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta Luigia Chianese. Mostra tutti i post

martedì 10 novembre 2020

INFO BOX PROSSIMAMENTE Tre autori nuovi di Luigia Chianese Books Review Blogger

INFO BOX PROSSIMAMENTE
Tre autori nuovi

Mugnano di Napoli
06.11.2020
 
In ordine di arrivo:
Marco Giri – I Capelli del Diavolo
Matteo Di Gennaro – Uno Strano Amico
Marco Antonio Abbagnara - Requiem
 
Saranno le prossime letture con le conseguenti Recensioni da parte mia!
Nel frattempo vi lascio Trama dei tre libri nel mio Blog:
Clicca segui ed aiutami a crescere! Grazie! L.Ch.
 



Link Video You Tube


TRAMA
I Capelli del Diavolo
Marco Giri
 
Ripresa da internet e/o  dalla 4° di copertina:
Marco Giri ci propone un noir molto singolare e contorto, presentando il diavolo come un'entità esoterica che spadroneggia liberamente nella società ricca e borghese tra Cracovia e Montpellier. I due personaggi principali, padre e figlio, hanno il dono dell'immortalità e sfruttano il loro potere per soddisfare tutti i piaceri della vita, sottomettendo chiunque cerchi di contrastarli. L'autore ha il pregio di aver saputo modellare l'intreccio del romanzo distribuendo le varie vicende in modo sparpagliato, per poi farle confluire in un epilogo pieno di suspense e colpi di scena.
 
Copertina flessibile : 272 pagine
Dimensioni: 15 x 1.6 x 21 cm
Data di Pubblicazione: 13 ottobre 2020
Editore : Le Parche
Lingua: : Italiano
 

TRAMA
Uno Strano Amico
di Matteo Di Gennaro
 
Ripresa da internet e/o  dalla 4° di copertina:
«"Uno strano amico", e una storia di amicizia unica. Due mondi diametralmente opposti si incontrano, sgretolando ogni logica, fondendosi in una magica alchimia, divenendo col tempo un unico mondo. I due protagonisti, senza saperlo, sono legati da un passato che inevitabilmente segna le loro vite, catapultandoli in uno stato di rabbia e isolamento, un passato che seppur con motivazioni differenti, colpisce duramente entrambi. L'incontro casuale o forse non del tutto tale, il destino si sa, lavora in modo misterioso, darà col tempo vita ad un'amicizia che riscalderà i loro cuori... e mi auguro, anche i vostri.»
Sinossi inviatami dall’ autore in persona:
“Uno Strano Amico” è la vita che scorre, l’irrefrenabile impulso a scoprire, capire e a non arrendersi...mai!!! Un’incredibile storia d’amicizia che sgretola le barriere della logica e del tempo attraversando Verità Antiche ormai dimenticate, soffocate dal persistente tanfo dell’ignoranza. Paolo e Ovidio, personaggi chiave del romanzo, senza saperlo sono legati da un passato che seppur differente li accomuna. Il destino nella sua antica lungimiranza fonderà queste due anime sconosciute, dolore, sofferenza, fragilità, saranno trasformate in forza dando vita ad un viaggio interiore che esalterà la scintilla divina insita in ogni essere umano. “Uno Strano Amico” arriva dritto al cuore destando emozioni da troppo tempo sopite immergendo il lettore dentro il cuore pulsante della sua Storia...il lettore diverrà la Storia stessa.
 
Pagine : 316 pagine
Editore : Il mio libro Self Publishing
Prima Uscita: (6 maggio 2020)
Lingua: : Italiano
TRAMA
Requiem
di Marco Antonio Abbagnara
 
Ripresa da internet e/o  dalla 4° di copertina:
Qual è il confine tra il bene e il male? A New York spariscono degli uomini, violenti e vendicativi. Perché? Chi li ha presi? Che fine hanno fatto? La bellissima Contessa Lucrezia Montecadì, magnate dell’arte e imprenditrice di successo a livello internazionale, si adopera per salvare vite umane attraverso la sua industria farmaceutica, la Radesa. Fonda un’associazione no-profit per donne maltrattate, le fa difendere in tribunale, le sostiene economicamente e le aiuta e reinserirsi nella cosiddetta vita normale. Una vera benefattrice. Ma cosa nasconde nel suo container giallo?
 
Marco Antonio Abbagnara
Titolo REQUIEM
Editore: PlaceBook
Pagine: 330
Uscita: 29 settembre 2020


 
*****************************************
Commenta, Condividi, I Like, Clicca Segui sul Blog Libri e Opinioni
Mi trovi anche su FB – YOUTUBE - INSTAGRAM - TWITTER
#LuigiaChianese #LibriEOpinioni #LuigiaChianeseBooksReviewBlogger
#FollowMe #Segui #MarcoGiri #iCapelliDelDiavolo #MatteoDiGennaro #UnoStranoAmico #MarcoAntonioAbbagnara #Requiem
*****************************************
 


 
 

giovedì 5 novembre 2020

Cosa è la Serie "ALASKA" di Brenda Novak - di Luigia Chianese Book Review Blogger

Cosa è la Serie 
ALASKA 
Brenda Novak
di 

Mugnano di Napoli (Na)
03.11.2020 - martedì


È una storia, per essere precisi è un Thriller Psicologico,  ricco di colpi di scena e di suspense. 
Il primo libro della serie si chiama appunto Alaska e sotto vi potete leggere la trama e la mia recensione, il testo poteva finire lì ma era prevedibile un seguito.  ...
 … Il suo seguito è  Hanover House. La vicenda continua sempre in Alaska, con gli stessi personaggi principali: la dottoressa Evelyn Talbot, il sergente Amarok e lo psicopatico Jasper a cui si aggiungono altri personaggi e vicende. Hanover House è un carcere psichiatrico di massima sicurezza costruito ai confini del mondo, ovvero in Alaska. Il continuo di questo secondo romanzo non era prevedibile ma scontato infatti …
… Con Alaska. La Resa dei Conti, nasce la trilogia. Abbiamo tutti pensato, giustamente che la trilogia si chiudesse qui, ma il doppio finale, già aveva generato in me alcuni sospetti che sono poi stati confermati con l’ uscita del quarto volume …
 Alaska il Ritorno. In quest’ ultimo libro sembra finire quasi per il meglio … ma nella realtà dei fatti, se l’ autrice volesse, potrebbe chiudere il cerco definitivamente e a questo punto da trilogia a quadrilogia il passo è stato breve con un quinto libro si entrerebbe nella categoria di vera e propria saga/serie …. Ai posteri e all’ autrice Brenda Novak,  l’ ardua sentenza.
Consiglio questi quattro libri e qui, nel Blog vi lascerò delle note e delle foto accompagnate dalle mie Recensioni, quelle di tutti e quattro i volumi, anticipate da cenni sulla vita dell’ autrice statunitense Brenda Novak. L.Ch.
Grazie e Buona Lettura!

***************************************


CENNI SULLA VITA

di Brenda Novak

Ripresa da internet e/o dalle 4° di copertina: 
Autrice di bestseller del New York Times e di usa Today, vive a sacramento e ha scritto numerosi thriller e romanzi femminili. Alaska (giunti 2016), il primo volume della serie con protagonista Evelyn Talbot, è stato uno dei bestseller dello scorso inverno.
Brenda Novak è nata nel 1964 a Vernal, nello Utah ed è un'autrice americana. È la più giovane di cinque figli. Suo padre ha lavorato per il governo per il Bureau of Reclamation per trent'anni. Si ritirò quando Brenda aveva dieci anni e trasferì la famiglia in Arizona. A sua madre fu diagnosticata la sclerosi multipla quando aveva otto anni e fu spesso malata durante la sua infanzia, ma rimase attiva nella comunità come membro del consiglio comunale di Chandler. La sua categoria di genere letterario è il romanticismo storico, romanticismo contemporaneo, e suspense romantica . Ha scritto oltre 50 libri e ha venduto più di 4 milioni di copie.  Non solo ha battuto le liste di The New York Times e USA Today Bestseller, i suoi romanzi hanno vinto numerosi premi, tra cui quattro nomination ai RITA. Novak ha venduto il suo primo libro, una storia d'amore storica pubblicata da HarperCollins intitolata Of Noble Birth, nel 1998. Poco dopo ha venduto una storia d'amore contemporanea alle Harlequin Enterprises e da allora ha scritto più di cinquanta romanzi per Harlequin. Sebbene stia ancora scrivendo per Harlequin, ha recentemente lanciato una nuova serie di suspense con la St. Martin's Press and Headline nel Regno Unito.




*************************************

Commenta, Condividi, I Like, Clicca Segui sul Blog Libri e Opinioni

Mi trovi anche su FB – YOUTUBE - INSTAGRAM - TWITTER

Luigia Chianese Books Review Blogger @LibrieOpinioni @ChianeseLuigia

#LuigiaChianese #LibriEOpinioni #LuigiaChianeseBooksReviewBlogger

#FollowMe #Segui#BrendaNovak  #AlaskaIlRitorno

#Alaska #HanoverHouse #AlaskaLaResaDeiConti

#Giallo #Thriller #ThrillerPsicologico#Trilogia #Suspense

*****************************************


TRAMA
- Alaska -
Ripresa da internet e dalla 4° di copertina:
Stanno accadendo strane cose nel piccolo villaggio di Hilltop, remota località dell'Alaska dove l'inverno è così gelido da ottenebrare le coscienze. Da quando, tre mesi prima, è stata aperta Hanover House, una clinica psichiatrica di massima sicurezza che ospita con finalità scientifiche i più feroci serial killer d'America, nessuno dorme più sonni tranquilli e a nulla servono le rassicurazioni di Evelyn Talbot, la psichiatra trentenne e determinata che dirige l'istituto insieme al collega Fitzpatrick. Soprattutto quando nella neve avviene un macabro ritrovamento: i resti di una donna, orrendamente martoriata. Per il giovane sergente Amarok è la conferma di ciò che ha sempre temuto: portare un branco di efferati assassini a pochi metri dalle loro case e dalle loro famiglie è stata una decisione estremamente pericolosa. Ma la sua fermezza si scontra con il fascino fragile e misterioso di Evelyn, il cui passato nasconde il più nero e atroce degli incubi. E mentre una violenta tormenta di neve si abbatte sul paese rendendo impossibili i collegamenti e le comunicazioni, la psichiatra ha più di un motivo per pensare che quel primo omicidio sia un messaggio destinato proprio a lei e che l'ombra del passato la stia per raggiungere ancora una volta.







Recensione su
-  Alaska -
Già quando ho letto, nella parte finale della copertina, che Alaska, è “il primo di una serie di ...” già mi sono incazzata; perché significa che verranno “omesse” delle cose, delle verità, sulla protagonista per “vendere” un dopo; e già questo mi ha dato ai nervi. Ma l'ho preso ugualmente perché la trama l'ho trovata accattivante.  Leggerlo, infatti, è stato meraviglioso; è scritto benissimo e ti prende dalla prima alla 463esima pagina. Quello che odio, ovviamente, è che è un “incompiuto”; nel senso che si può continuare a scrivere di questa avventura per molto, molto tempo, come una serie TV.  Tra i pregi ha che è avvincente e ti sorprende, devo ammetterlo; Certo vi è un eccesso di “sfiga” da parte della protagonista, ma forse è questo il bello!  Tra le pagine più eleganti ed erotiche, da fare un baffo a “Cinquanta Sfumature di ... della James”, le segnalo da pagine 58 a 64; veramente eccellente ed è un thriller.  L.Ch.
Mugnano di Napoli (Na) - 27 marzo 2017 - Lunedì





*****************************************


TRAMA
- Hanover House -
Ripresa da internet e dalla 4° di copertina:
È trascorso ormai un anno da quando Evelyn Talbot si è trasferita in Alaska, ad Hanover House, la clinica psichiatrica di massima sicurezza dove vengono internati i serial killer più efferati. Solo pochi di loro hanno una mente così brillante da riuscire a spiegare il complesso modus operandi che si cela dietro ai propri crimini, e uno di questi è appena arrivato. Si tratta di Lyman Bishop, il “Fabbricante di Zombi”, un genetista accusato di lobotomizzare le sue vittime con un rompighiaccio. L’ unico il cui raffinato intelletto regge il confronto con il famigerato Hannibal Lecter. Appena Evelyn lo incontra sente il sangue gelarsi nelle vene, e non è certo per la tempesta di ghiaccio che sta per abbattersi sulla zona...  Ha la netta sensazione che qualcosa nella sua vita stia per cambiare, irreparabilmente. Quando viene ritrovato il corpo di una nuova vittima uccisa con un rompighiaccio, il dubbio che Bishop sia l’uomo sbagliato emerge con violenza. Ma le sfide non sono finite per Evelyn, perché la minaccia di Jasper, il ragazzo che a sedici anni l’ha segregata e seviziata, sembra più vicina che mai. Esiste un legame tra questi eventi? È solo un caso che la donna massacrata assomigli terribilmente alla bella psichiatra? 
 





Recensione su
- Hanover House -
Prevedibile, bello ma decisamente prevedibile. Quello che mi è balzato subito alla mente e agli occhi è l’ ossessione! Questo volume è la rappresentazione delle ossessioni dei vari personaggi. Da una parte abbiamo  l’ ossessione psicotica  dei pazienti di Hanover House, dall’altra quella di Jasper, che si scontrano con quelle  della protagonista, la dott.ssa Evelyn. Sono ossessioni molto simili, tutte devono soddisfare dei bisogni a prescindere dalle conseguenze! Le ossessioni di Evelyn per la ricerca, per il  lavoro, per  il superamento delle sue paure, coinvolgono terzi, in primis Amarok, le amiche e la famiglia. pag. 384 ...<< Ma, se lei non avesse combattuto quelli come Jasper, chi l’ avrebbe fatto? Perché alla fine si riduceva tutto a quello, era quel pensiero a farla andare avanti malgrado la disapprovazione dei suoi cari. <<qualcuno deve farlo.>> >> Ossessione Vs ossessione che porta ad una scia  di morti per colpa altrui! Nel ritmo di narrazione riscontro una certa lentezza,  il linguaggio è chiaro e non annoia, alcune cose sono troppo casuali e facilitanti; Il testo, insomma è fatto per trattenere il lettore e invogliarlo all’acquisto di un altro volume! L.Ch.
Mugnano di Napoli (Na) - 16 Ottobre 2018 - martedì



**************************************


TRAMA
Alaska. La Resa dei Conti
Ripresa da internet e dalla 4° di copertina: 
A 16 anni Evelyn si è salvata dal suo killer solo perché lui l'ha creduta morta. Adesso che è una donna adulta, dedica la vita allo studio dei più pericolosi criminali nel carcere psichiatrico di Hanover House, in mezzo ai ghiacci dell'Alaska. Ma la paura che Jasper, sfuggito a ogni tentativo di cattura, possa tornare a finire il lavoro non la abbandona mai. Soprattutto quando una turista scompare da un cottage distrutto a colpi di ascia, e ogni indizio sembra ricondurre al suo antico aggressore. Il detective Amarok, fidanzato di Evelyn, si ritrova ben presto davanti un'inquietante sorpresa: non uno, ma due cadaveri di donna. Eppure in quella località sperduta non ci sono facce nuove, e un intruso verrebbe subito notato. Se Jasper è davvero lì, sotto quali sembianze si nasconde?










Recensione su
Alaska. La Resa dei Conti
Da Vittima a Carnefice;
Da Preda a Predatore;
Da Schiava della sua paura a Padrona della sua vita; 
Tutto questo ritroviamo nell' ultimo (???) romanzo, carico di suspense, che conclude (???) la Trilogia della scrittrice statunitense Brenda Novak.
Tutto esplode in questa opera, tutte  le paure, gli amori, le delusioni, gli ultimatum, tutto viene a galla, come la primavera che mostra ciò che si celava sotto la neve; lo si può definire un thriller Psicologico molto efficace.
Il viaggio interiore della protagonista Evelyn Talbot è portato ai massimi livelli come quello del suo antagonista Jasper Moore alias Andy Smith. 
Non manca il giallo attraverso l'Amore che si trasforma in eroe puro; il bel lupo delle nevi Amarok, è sempre più uomo, più astuto, più intuitivo e sempre più macho; il mezzo sogno di molte donne romantiche; il cavaliere medievale, che con massimo rispetto, è sempre al servizio della sua dama.
Forse è vero: << L' Unico modo per cambiare le persone è ucciderle.>> (Carl Panzram, serial killer Americano, stupratore e piromane.); ma per Evelyn andrà meglio o peggio è solo una questione di punti di vista da parte del lettore. 
Per come la vedo io il ritmo dell' opera si è alzato di molto rispetto ad Alaska (2016) e ad Hanover House (2018), i primi due romanzi (di cui troverete trama e recensione sul mio Blog), dell' opera; la facilità nella lettura è sempre la stessa, l' autrice non perde un colpo, a volte si dilunga ma penso che sia più un'impressione dovuta all'ansia del lettore di arrivare alla conclusione, il "quasi doppio finale" è piacevole, anzi direi che è più bello il primo che il secondo ... ed è proprio nel secondo che nasce in me la convinzione che l' opera può finire qui oppure no! 
Esistono sempre falle nel sistema e la mente umana non ha limiti e confini. L.Ch.
Mugnano di Napoli (Na) – Ottobre - Novembre 2019



**********************************


TRAMA

– Alaska il Ritorno 

Ripresa da internet e/o  dalla 4° di copertina: 
È estate in Alaska, la luce del sole illumina le bellezze di questa terra estrema fino a tarda sera. Adesso che Jasper, il ragazzo che l'ha ridotta in fin di vita quando aveva sedici anni, è finalmente in prigione a Hanover House, la dottoressa Evelyn Talbot può pensare al futuro: è incinta e sta per sposare il suo sergente, Benjamin Murphy, da tutti chiamato Amarok. I due hanno appuntamento al Moosehead per fissare i dettagli della cerimonia, ma Evelyn non arriverà mai al locale. Qualcuno la rapisce, in pieno giorno, mentre sta tornando a casa. Le uniche tracce: una scarpa e la sua borsa. Nessuno ha visto niente, e non risponde al cellulare. Evelyn si risveglia in una stanza fredda e buia, che scoprirà essere una cella frigorifera dotata di una brandina e un water. Deve fare qualcosa per salvare se stessa e la sua bambina, ma cosa? Tanti, troppi, sono gli psicopatici con cui è entrata in contatto tramite il suo lavoro. Chi può essere stato?






Recensione su
- Alaska Il Ritorno -
Sulle capacità di scrittrice di Brenda Novak non cambio la mia opinione di una virgola da ciò che ho dichiarato in precedenza, ma devo confessare che questo 4° libro della serie non mi è piaciuto.
Tutto più incentrato su Amarok, mi ha ricordato un po' la E. L. James, in 50 sfumature … che aggiunse un quarto volume “Gray” che s’ incentrava su “Lui /Christian”. ( anche un 5° se vogliamo dirla tutta che mi sono categoricamente rifiutata di comprare e leggere) Qui, in Alaska Il Ritorno, il protagonista assoluto è sergente Amarok, compagno e futuro marito della dott.ssa Evelyn Talbot, e non è un problema di per sé; il dramma vero e proprio è che è tutto prevedibile ogni singola parola e ogni azione. Già prima della metà del libro avevo immaginato anche i dialoghi e così è stato. La mancata suspense ha danneggiato tutto il testo.
Anche questa volta, secondo me, ci sarà un … to be continued … Quindi siamo di fronte a una vera e propria Epopea/Saga. Perché i sospesi sono tantissimi da ciò che è accaduto a Jasper, alla vita di Amarok e anche ciò che desidera il fedele Shorty.
Questo perché come dice a pagina 56:<< Un grammo di cervello la spuntava sempre contro una tonnellata di forza.>>.
Potrei anche azzardare uno o più titoli: Alaska La Vendetta di Jasper,  Alaska La Strage di Jasper o semplicemente Amarok. Ai posteri l’ardua sentenza! L.Ch.

Mugnano di Napoli ( Na) - 26.10.2020 -  lunedì




*************************


Link nel Blog Libri e Opinioni
Consigliati da

Luigia Chianese 
Books Review Blogger








********************************************

Commenta, Condividi, I Like, Clicca Segui sul Blog Libri e Opinioni

Mi trovi anche su FB – YOUTUBE - INSTAGRAM - TWITTER

Luigia Chianese Books Review Blogger @LibrieOpinioni @ChianeseLuigia

#LuigiaChianese #LibriEOpinioni #LuigiaChianeseBooksReviewBlogger

#FollowMe #Segui #BrendaNovak  #AlaskaIlRitorno 

#Alaska #HanoverHouse #AlaskaLaResaDeiConti

#Giallo #Thriller #ThrillerPsicologico#Trilogia #Suspense

*****************************************************************


martedì 28 aprile 2020

Consiglio

Consiglio 
da 

Oggi desidero consigliarVi una bravissima Autrice 

Kristin Hannah

Ho letto già due suoi romanzi, 
"Il grande Inverno" e " L' usignolo"
Vi voglio lasciare le schede di questi due libri 
con trame e recensioni, 
senza mai dimenticare di riportare dei cenni sulla vita dell' autrice!



A breve la Recensione - Opinione 
del terzo libro che sto leggendo
" Come Neve che Cade" 
Per ora a Voi  la Trama! 


Buona Lettura 
AIUTATEMI A CRESCERE 
Cliccando SEGUI nella colonna del Blog
Grazie! 





******************************************************************
Commenta, Condividi, I Like, Clicca Segui sul Blog Libri e Opinioni
Mi trovi anche su FB Libri e Opinioni 
#LuigiaChianese #LibriEOpinioni
#LuigiaChianeseBooksReviewBlogger
#FollowMe #Segui
# Kristin Hannah #Comenevechecade
#LUsignolo #IlGrandeInverno
#Narrativa #RomanzoRosa #Storico-Storia #NarrativaModernaEContemporanea
#Romanzo #RomanzoRosa #Guerra #FictionStorica
************************************************************************************* 


    CENNI SULLA VITA
di:
Kristin Hannah

Ripresa da internet e/o dalla 4° di copertina:
Kristin Hannah è nata il 25 settembre 1960 Garden Grove, California è una scrittrice americana ,  ha vinto numerosi premi, tra cui il Golden Heart, il Maggie e il premio National Reader's Choice del 1996. Si è laureata in legge a Washington studiando giurisprudenza a Seattle ed  ha lavorato come avvocato prima di dedicarsi  alla scrittura, nel 1991. Attualmente vive a Bainbridge Island, Washington , con suo marito e suo figlio. E’ una pluripremiata autrice, con oltre venti romanzi pubblicati. 
Tra i suoi romanzi apparsi in Italia ricordiamo:  L'estate in cui imparammo a volare - Mondadori 2014L'usignolo  - Mondadori 2016 - Il grande inverno (Mondadori 2018)

**************************************************************************************************

TRAMA
L' Usignolo

Ripresa da internet e/o  dalla 4° di copertina:
Nel tranquillo paesino di Carriveau, Vianne Mauriac saluta il marito Antoine che si sta dirigendo al fronte. Non credeva che i nazisti avrebbero attaccato la Francia, ma di punto in bianco si ritrova circondata da soldati tedeschi, carri armati, aerei che scaricano bombe su innocenti. Ora che il Paese è stato invaso, Vianne è obbligata a ospitare il nemico in casa sua: da quel momento ogni suo movimento è tenuto d'occhio, lei e sua figlia sono in costante pericolo. Senza più cibo né denaro, in una situazione di crescente paura, si troverà costretta a prendere, una dopo l'altra, decisioni difficilissime. Isabelle, la sorella di Vianne, è una diciottenne ribelle in cerca di un obiettivo su cui lanciarsi con tutta l'incoscienza della giovinezza. Mentre lascia Parigi insieme a migliaia di persone, incontra il misterioso Gaëtan, un partigiano convinto che i francesi possano e debbano combattere i nazisti. Rapita dalle idee e dal fascino del ragazzo, Isabelle si unirà alla Resistenza senza mai guardarsi indietro, non considerando i rischi gravissimi a cui andrà incontro. "L'usignolo" racconta di due sorelle distanti per età, esperienze e ideali, ognuna alle prese con la propria battaglia per la sopravvivenza ma entrambe alla ricerca fiduciosa dell'amore e della libertà.

Prima pubblicazione: 3 febbraio 2015
Autore: Kristin Hannah
Numero di pagine: 564
Candidature: Audie Audiobook of the Year, Goodreads Choice Awards Best of the Best, 
Audie Award for Best Female Narrator
Premi: Audie Award for Fiction



Recensione – Opinione di

L' Usignolo

Beh! Che dire è un bel mattone di 466 pagine! Fisicamente grosso! All' inizio può sembrare pesante ma andando avanti diventa coinvolgente e avvincente! Un po’ di amarezza la lascia la ... (non posso svelarlo! ...) ma il suo insegnamento resta. Resta in una Vivien che imparerà, con ritardo, che per quanto si voglia non si può rimanere né neutri né indifferenti. Questo testo, per me, insegna! Insegna che il coraggio e la logica, anche quando si cozzano, restano sempre legati l'uno all'altro e per quanto si voglia non si può rimanere "estranei" alla realtà, alla vita che scorre; perché la vita assorbe tutti, indifferentemente, che sia o no il momento del bisogno!  
L. Ch . 


**************************************************************************************************

                                      TRAMA
IL GRANDE INVERNO

Ripresa da internet e/o  dalla 4° di copertina: 
Quando Ernt Allbright torna dalla guerra del Vietnam è un uomo profondamente instabile. Dopo aver perso l'ennesimo posto di lavoro, prende una decisione impulsiva: trasferirsi con tutta la famiglia nella selvaggia Alaska, l'ultima frontiera americana, e cominciare una nuova vita. Sua figlia Leni, tredici anni, è nel pieno del tumulto adolescenziale: soffre per i continui litigi dei genitori e spera che questo cambiamento porti a tutti un futuro migliore. Mentre Cora, sua moglie, è pronta a fare qualsiasi cosa per l'uomo che ama, anche se questo vuol dire seguirlo in un'avventura sconosciuta. All'inizio l'Alaska sembra la risposta ai loro bisogni: in un remoto paesino, gli Allbright si uniscono a una comunità di uomini e donne estremamente temprati, fieri di essere autosufficienti in un territorio così ostile. Però quando l'inverno avanza e il buio invade ogni cosa, il fragile stato mentale di Ernt peggiora e il delicato equilibrio della famiglia comincia a vacillare. Ora, i tanto temuti pericoli esterni - il ghiaccio, la mancanza di provviste, gli orsi - sembrano nulla in confronto alle minacce che provengono dall'interno del loro nucleo famigliare. Chiusi in un rifugio angusto, ricoperto di neve e immerso in una notte che può durare fino a diciotto ore, Leni e sua madre devono affrontare una cruda verità: sono sole. In quel luogo feroce, ai confini del mondo, non c'è nessuno che possa salvarle. "Il grande inverno" ci conduce in una terra dove bellezza e pericolo sono una cosa sola, per raccontarci la storia di una madre e una figlia, due eroine in lotta con una natura selvaggia e le paure più grandi dell'animo umano.

Prima pubblicazione: 2017
Autore: Kristin Hannah
Premi: Goodreads Choice Awards: Fiction storica
Candidature: Audie Award for Fiction



Recensione  -  Opinione di

IL GRANDE INVERNO

Da pagina 290: ... << Leni scopri che la paura non era lo stanzino angusto e buio che aveva sempre immaginato, con pareti ravvicinate, un soffitto talmente basso da sbattervi la testa e un pavimento gelido. No. La paura era un palazzo, un susseguirsi di stanze collegate da corridoi infiniti.>> ...
Esistono, tra le persone, vari tipi di amori: amore passionale, amore per la famiglia, amore dolce, amore per affinità intellettiva, etc. etc. ... ma in questo libro, nella parte più dura, ostile e remota dell’ Alaska selvaggia, troviamo due degli amori più distruttivi di tutti: l’ amore geloso/punitivo verso la persona che si ama, e  l’ amore ossessivo/protettivo verso la famiglia.
Sono amori ostinati e ciechi che porteranno ad annullare sé stessi. Il primo si riferisce a Cora verso l’ amato, violento, malato Ernt, reduce, vittima/ostaggio del Vietnam. L’ altro, l’amore ossessivo/protettivo di Cora ed Ernt verso la loro unica figlia Leni.
Leni , la peldicarota di papà, che amerà il “Prima del Vietnam” della sua famiglia, quel prima, che la madre Cora racconta e che  rivuole ad ogni costo. Cora e Ernt, si autodistruggeranno, consapevolmente, nel loro amore malato, mentre la forte e coraggiosa Leni , sempre  in cerca di amici e stabilità, sperimenterà, tra il dolore, la violenza e la paura, in cui la madre l’ ha immersa,  l’ amore onesto e puro del suo Matthew, l’ amore selvaggio e sconfinato per l’Alaska e scoprirà il valore dell’ amicizia, con i tenaci abitanti del luogo, in primis con Large Marge.
L’amore malato, però, di Cora e Ernt costringerà la famiglia all’ isolamento e alla solitudine e solo quando, la paura, il dolore e la violenza cieca di Ernt, si trasformeranno in concreto pericolo di morte per Leni  e per il figlio che porta in grembo, Cora ritroverà il senno di madre, e come natura comanda, si trasformerà in un animale selvaggio e proteggerà  la sua prole a costo della vita. L’ amore per i figli sarà per Cora e anche per Leni  al di sopra di tutto!
E’ un romanzo lungo, di 452 pagine, pieno di descrizioni dettagliate sulla meravigliosa e crudele Alaska e sui suoi “1000 modi per morire in Alaska”. E’ anche un testo dove gli amori, l’ onestà, la paura, il dolore, la violenza, i sacrifici e la famiglia larga e stretta che sia, rimbalzano in primo piano confrontandosi, scontrandosi e ritrovandosi solo alla fine!
L.Ch.

**************************************************************************************************

TRAMA
Come neve che cade

Ripresa da internet e/o  dalla 4° di copertina:
Meredith e Nina Whitson sono due sorelle molto diverse: una si dedica ai figli e al meleto di famiglia; l'altra è una fotoreporter giramondo. A unirle è l'amore per il padre; così, quando lui si ammala, entrambe si ritrovano al suo capezzale, sotto lo sguardo gelido della madre Anya. È proprio lei a condurle verso un antico segreto di famiglia, raccontando la storia di una ragazza vissuta nella Leningrado dilaniata dalla guerra, sepolta dalla neve, dove le donne erano disposte a tutto pur di salvare i propri figli e se stesse.




Prima pubblicazione2020



A BREVE LA MIA RECENSIONE - OPINIONE
Grazie per la vostra permanenza sul mio Blog

AIUTATEMI A CRESCERE 
Cliccando SEGUI nella colonna  del Blog
Grazie! 

**************************************************************************************************************
Commenta, Condividi, I Like, Clicca Segui sul Blog Libri e Opinioni
Mi trovi anche su FB Libri e Opinioni 
#LuigiaChianese #LibriEOpinioni
#LuigiaChianeseBooksReviewBlogger
#FollowMe #Segui
# Kristin Hannah #Comenevechecade
#LUsignolo #IlGrandeInverno
#Narrativa #RomanzoRosa #Storico-Storia #NarrativaModernaEContemporanea
#Romanzo #RomanzoRosa #Guerra #FictionStorica #NouveanRoman
*************************************************************************************