Visualizzazione post con etichetta Thriller legale. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta Thriller legale. Mostra tutti i post

domenica 16 gennaio 2022

Robert Traver - (Pseudonimo di John D. Voelker) - Anatomia di un Omicidio

Robert Traver
(Pseudonimo di John D. Voelker)
Anatomia di un Omicidio
 
Recensione - Opinione di
 Mugnano di Napoli (Na) – 13.12.2021
 
Impressionante e disarmante questo libro. Anatomia di un Omicidio è un Thriller Legale, del 1958, di eccelso livello; ma è di certo più famosa la sua trasposizione cinematografica: - Anatomy of a Murder  - di Otto Preminger. (Con l’interpretazione di Jemes Stwart, nella parte dell’avvocato Paul Biegler, Arthur O'Connell, nella parte di Parnell, George C. Scott nel ruolo del procuratore, Ben Gazzara nella parte del Ten.Frederick Manion, Lee Remick nella parte di Laura Manion ed infine Joseph Welch nel ruolo del - Giudice - Presidente della Corte.).
Nel libro, però, abbiamo qualcosa di più intenso, in particolare abbiamo una circostanza, un tantino sottovalutata nel celebre omonimo film, un momento fondamentale per il testo, ovvero quando la difesa riesce a far invalidare la diagnosi dello psichiatra dell'accusa, avvenuta senza un esame diretto dell'imputato.
Ad onore del vero devo ricordare che il libro di Robert Traver (Pseudonimo del Giudice della Corte Suprema John D. Voelker) è autobiografico e ricalca un caso giudiziario nel 1952.
Nel racconto, durante una battuta di pesca, (La pesca era la grande passione dell’autore) un giovane avvocato quarantenne, Paul Biegler, (Alias Robert Traver, alias John D. Voelker), un po' deluso dalla sua carriera, è chiamato, più precisamente è disturbato, su sollecito del suo miglior amico, un ex giudice mezzo alcolizzato, a difendere, in un processo, il Tenente Frederick Manion, (Nella vita reale era il Militare Coleman Peterson) accusato di omicidio di primo grado.
L’avvocato riesce a far affermare il principio di  - Non punibilità per chi commette un crimine in preda a un "Impulso Irresistibile", tale da generare uno stato di temporanea infermità mentale – Vagamente simile al vecchio ed italianissimo Delitto d’Onore, perché l’omicidio è stato commesso per vendicare una donna e il proprio onore. Il come l’avvocato Paul Biegler (Alias Robert Traver, alias John D. Voelker) ci riesce, per me, è più interessante del risultato stesso da un punto di vista psico-letterario-giuridico, ma empaticamente, moralmente ed eticamente è una faccenda che riguarda il singolo lettore.  
Il testo, infatti, è stracolmo di dialoghi, e sono quasi tutti ricchi di suspense, ed è abbastanza pieno di aneddoti giudiziari americani che vengono ben compensati dalle - Note sui Termini Giudiziari - che l’autore fa premurosamente trovare a fine libro. Il tutto risulta facile da comprendere, un linguaggio pulito e fresco, con una stesura limpida e chiara sia dei luoghi che della vicenda in sé e soprattutto della personalità di tutti i protagonisti, ottima anche la sintetica ma incisiva - Introduzione -  alla lettura da parte dell’autore Robert Traver, (Pseudonimo di John D. Voelker).
Tutta la storia si svolge nella cittadina di Marquette, per essere precisi nella Penisola Superiore del Michigan; (P.S. per tutti); qui, un venerdì sera, il Tenente Frederick Manion, pluridecorato reduce dalla guerra di Corea e non solo, uccide o come scrive l’autore “sforacchia”, davanti a molti testimoni, con cinque colpi di una Luger calibro trentotto, Barney Quill, direttore dell’albergo e del bar, perché, quest’ultimo, aveva abusato di Laura Manion, moglie del suddetto Tenente. Lei, descritta, principalmente dall’accusa,  come lasciva e provocatoria, aveva accettato, di mal voglia, secondo la difesa, un passaggio in auto da Barney Quill ed era stata, usando le parole che l’autore mette in bocca al se stesso del racconto: aggredita, tormentata e violentata proprio da quest’ultimo. Il Tenente, saputo ciò, agisce d’istinto - Agisce d’Impulso Irresistibile -  e nel bar, trovandosi dinnanzi al reo violentatore, lo sforacchia”. Dopo averlo ammazzato, il Tenente Frederick Manion, se ne ritorna nella sua roulotte, dove vive con la moglie Laura, chiedendo, con molta calma, al custode del campeggio, di chiamare lo sceriffo per farlo arrestare. Da questo punto inizia la presa in carico dell’imputato da parte dell’ avvocato Paul Biegler, ed inizia il processo.
La bellezza di questo lavoro giuridico-psico-letterario, di ben 524 pagine fitte, sta nei dibattiti processuali, nei rimpalli tra accusa e difesa e soprattutto nella requisitoria finale dell’avvocato della difesa, Paul Biegler, (Alias Robert Traver, alias John D. Voelker) che è un capolavoro giuridico-emozionale che lascia il lettore senza fiato. Anatomia di un Omicidio è veramente un’anatomia perché sviscera, analizza, seziona, ispeziona, indaga e approfondisce, fino all’estremo, ogni singola azione compiuta, ogni sfaccettatura psicologia dei personaggi e ogni emozione vissuta ma, soprattutto, fa breccia dentro una forma mentis un po' chiusa; quella dell’America Puritana del 1958. È un lungo ed appassionante racconto che rapisce per potenza e introspezione. L.Ch.
Il mio voto in una scala-libri da 1 a 5 è un grande 4. 📚📚📚📚📖
 
TRAMA
Anatomia di un Omicidio
di Robert Traver
Pseudonimo di John D. Voelker
Ripresa da internet e/o dalla 4° di copertina:
Anatomia di un omicidio (Anatomy of a Murder) è un romanzo del 1958. È un bestseller che ha venduto oltre 4 milioni di copie e fu tradotto in più di dodici lingue, da cui un anno dopo fu tratto l’omonimo film.
Nella cittadina di Marquette, nella Penisola superiore del Michigan, Paul Biegler, un avvocato che vive la delusione per la perdita del posto di pubblico accusatore impegnandosi solo in piccole cause e dedicando buona parte del tempo alla pesca, viene incaricato della difesa in un processo per omicidio. La moglie dell'imputato, donna dall'atteggiamento disinibito, afferma di essere stata violentata dal gestore di un bar dal quale aveva accettato un passaggio in auto. Suo marito, il tenente Frederick Manion, decorato reduce dalla guerra di Corea, appreso l'accaduto e constatati gli evidenti segni delle percosse, la notte stessa si è recato presso il bar del violentatore e ha sparato all'uomo uccidendolo davanti alla clientela; poi è tornato tranquillamente alla roulotte dove la coppia vive dicendo al custode del campeggio di chiamare lo sceriffo per arrestarlo. L'avvocato è spinto ad accettare la causa dal suo migliore amico, ex giudice alcolizzato, e anche per spirito di rivincita dopo le disavventure professionali, ritenendo che l'unica strategia di difesa possibile debba riguardare le condizioni mentali dell'accusato al momento del delitto. Viene aiutato nella preparazione del processo dalla fedele segretaria e dall'amico giurista, che trova un'occasione per redimersi dall'alcolismo, mentre la pubblica accusa locale viene coadiuvata da un pubblico ministero giunto appositamente dalla città. Il contenuto è autobiografico, rifacendosi a un caso giudiziario al quale nel 1952 l'autore partecipò come avvocato difensore e in cui venne riaffermato il principio della non punibilità di chi commette un crimine in preda a un "Impulso Irresistibile", tale da determinare uno stato di temporanea infermità mentale.  
 

Film: 
Anatomy of a Murder  - di Otto Preminger. 
(Con l’interpretazione di Jemes Stwart, nella parte dell’avvocato Paul Biegler, 
Arthur O'Connell, nella parte di Parnell, 
George C. Scott nel ruolo del procuratore, 
Ben Gazzara nella parte del Ten.Frederick Manion
Lee Remick nella parte di Laura Manion ed infine Joseph Welch nel ruolo del - Giudice - Presidente della Corte.).

Nella Foto: 
A sx: Otto Preminger
A Dx : Robert Traver  
(Pseudonimo di John D. Voelker)

Edizioni Italiane: Garzanti 1959 A.Vallardi 1984
Autore: Robert Traver (pseudonimo di John D. Voelker)
Traduzione di Carlo Rossi Fantonetti
 

CENNI SULLA VITA di:
Robert Traver
Pseudonimo di John D. Voelker
Ripresa da internet e/o dalla 4° di copertina:
Robert Traver è lo pseudonimo di John D. Voelker, un alto magistrato americano autore di vari romanzi di argomento giudiziario. Nato il 29 giugno 1903, Ishpeming, Michigan, Stati Uniti ed è Morto il 18 marzo 1991, Marquette, Michigan, sempre negli Stati Uniti. Ha Studiato presso Università del Michigan, University of Michigan Law School. E fu candidato al National Book Award per la narrativa. Svolse l'attività di pubblico accusatore, avvocato e successivamente giudice della corte suprema dello stato del Michigan. In qualità di legale nel 1952 difese con successo dall'accusa di omicidio il militare Coleman Peterson, ritenuto dalla giuria non colpevole in quanto, come sostenuto da Voelker, vittima di un "impulso irresistibile", motivato dal fatto che la vittima aveva stuprato la moglie. Dalle vicende autobiografiche del processo lo scrittore-uomo di legge ricavò lo spunto del romanzo bestseller che gli dette la notorietà: Anatomia di un omicidio, pubblicato nel 1958, che vendette 4 milioni di copie e da cui un anno dopo fu tratto l'omonimo film di Otto Preminger. Deve la sua notorietà a questo libro. Nel 1959 lasciò l'attività di giudice per dedicarsi a tempo pieno a quella di scrittore e alla pesca, sua grande passione che "trasmise" al protagonista del suo romanzo più famoso.
 



CONSIGLIATI da
 



*************************************************
#Blog #LibriEOpinioni #LuigiaChianeseBooksReviewBlogger
#Recensioni @LibrieOpinioni #LuigiaChianese
#FollowMe Commenta, Condividi, I Like,
Clicca #Segui sul Blog Libri e Opinioni
Mi trovi anche su FB – YOUTUBE - INSTAGRAM - TWITTER
#RobertTraver  #JohnDVoelker #AnatomiadiunOmicidio
#Dramma #Giallo #Leggi #Memorie #Mistero #Romanzo
#Suspense #Thriller #ThrillerLegale #ThrillerPsicologico
****************************************************
 

 

 

 

 

 

  

domenica 2 gennaio 2022

John T. Lescroart – Il Tredicesimo Giurato

 John T. Lescroart 
Il Tredicesimo Giurato

Recensione - Opinione di
 
Mugnano di Napoli (Na) – 03.12.2021
 
Un Legal Thriller articolato, molto coinvolgente. La vera protagonista è Jennifer Witt, madre di un figlio, Matt, di appena 7/8 anni e moglie di un affermato medico di nome Larry entrambi uccisi. Lei è la sospettata numero uno e viene indagata e rinchiusa in carcere, sarà difficile per l’avvocato Dismas Hardy, ex poliziotto, dimostrare la sua innocenza. Ed in questo che sta tutto il thriller sul dimostrare e capire. 
Il miglior personaggio, secondo me, è proprio Dismas  che si trova in un momento “sospeso” della sua esistenza e sta cercando di scegliere cosa fare della sua vita. Da ricordate che questo dovrebbe essere il quarto libro che Lescroart scrive con il personaggio di Dismas, ma non aver letto gli altri non compromette la lettura di questo racconto. Ritornando a Dismas bisogna dire che essendo anche avvocato, oltre che ex poliziotto, si ritrova a ricevere buone offerte d’assunzione e/o collaborazione da alcuni studi legali ma non decolla, lui necessita di qualcosa di più. Decide, allora, d’affittare uno spazio da un bravissimo ma odiatissimo avvocato difensore della città e quando il suo padrone di casa è indaffarato in tribunale Dismas riesce ad ottenere il caso, questo caso. 
Ed ecco il secondo miglior personaggio del libro: Jennifer Witt. Capire una personalità così misteriosa come Jennifer Witt non sarà facile perché la sua esistenza è stata stracolma di violenza, sofferenza, sconforto e solo l’analista che aveva in cura Jennifer era a perfetta conoscenza del passato turbolento della donna; Jennifer, infatti, anni prima, aveva ucciso anche il suo primo marito, con un apparente dose di droga. Tutto questo è magistralmente narrato da Lescroart distillando goccia a goccia, in circa 425 pagine, gli intricati intrecci della vicenda. La trama è come una moneta ha una doppia faccia perché può essere vista sia dalla parte della vittima sia dalla parte di coloro che sono tenuti a giudicare, tra cui – Il Tredicesimo Giurato – La Giudice.
<<Avremmo più considerazione di una donna 
nel giudicarla se sapessimo quanto è 
difficile essere donna.>> P. Geraldy
Questo Giallo – Thriller riesce, abilmente, a trasformare il lettore in giurato/giudice catturando le sue emozioni e tenendolo in perenne suspense. È un romanzo singolare ed è pieno di ambiguità morali, di nuove considerazioni su ciò che è male e ciò che è bene e su maligni giudizi che circondano la donna. L.Ch.
Il mio voto da 1 a 5 libri e un grandissimo 4  📚📚📚📚📖
 

TRAMA 
Il Tredicesimo Giurato 
di John T. Lescroart
Ripresa da internet e/o dalla 4° di copertina:
L'avvocato Dismas Hardy è incaricato di difendere Jennifer Witt, accusata di aver ucciso il marito Larry, un medico affermato, e il figlioletto di sette anni. Lei ha un movente, il ricco premio dell'assicurazione, e nessun alibi; si dichiara innocente, ma si mostra altera e indifferente alla propria sorte. Hardy scopre che anche il suo primo marito è morto in circostanze oscure e che i due uomini le usavano violenza ma, in aula, l'atteggiamento ambiguo di Jennifer e la sua ostinazione a tacere sul passato suscitano l'ostilità della giuria e persino del giudice, donna a sua volta: è lei il "tredicesimo giurato" da cui dipenderà il destino dell'imputata. Chi è Jennifer in realtà, un'assassina calcolatrice o la vittima innocente di indicibili soprusi?
 
Editore: ‎ Sonzogno
Lingua: ‎Italiano
Traduttrice: Roberta Rambelli (Nella mia copia del 1994, quella in alto)
Pagine: 430
Generi - Etichette: Giallo - Horror  - Narrativa Giuridica - Suspense - Thriller -  Thriller Legale 
 

CENNI SULLA VITA di:
John T. Lescroart
Ripresa da internet e/o dalla 4° di copertina:
John Lescroart è  nato il 14 gennaio 1948, Houston, Texas, Stati Uniti. Coniuge: Lisa M. Sawyer (s. 1984), Leslee Ann Miller (s. 1976–1979). Ha frequentato l’Università della California (1970), si è diplomato alla Junípero Serra High School di San Mateo, in California (classe 1966). Ha conseguito un B.A. in inglese con lode all'UC Berkeley nel 1970.
È apparso come concorrente nel game show Tic Tac Dough nel 1979, così come in The Joker's Wild, Blank Check e Headline Chasers. Inoltre, sotto Crow Art Records, Lescroart ha pubblicato diversi album, incluso un CD di versioni per pianoforte delle sue canzoni eseguite da Antonio Gala. Da un po' di tempo scrive e vive a Davis, in California.
È un autore di bestseller del New York Times noto per la sua serie di romanzi gialli e gialli di thriller con i personaggi Dismas Hardy, Abe Glitsky e Wyatt Hunt. I suoi romanzi hanno venduto più di 10 milioni di copie, sono stati tradotti in 22 lingue in più di 75 paesi e 18 dei suoi libri sono stati nella lista dei bestseller del New York Times.
Il primo romanzo di Lescroart, Sunburn (1981), ha vinto il Joseph Henry Jackson Award della San Francisco Foundation per il miglior romanzo non ancora pubblicato di un autore californiano, battendo Interview With the Vampire di Anne Rice. Dead Irish (1989) e The 13th Juror (1994) sono stati nominati rispettivamente per gli Shamus e Anthony Awards per il miglior romanzo giallo; inoltre The 13th Juror è incluso nella pubblicazione International Thriller Writers "100 Must-Read Thrillers Of All Time". Hard Evidence (1993) è nominato in The Complete Idiot's Guide to the Ultimate Reading List. 
Il suo romanzo Guilt (1997) è stato scelto da Readers Digest Select Edition. The Mercy Rule (1998), Nothing But the Truth (2000) e The Suspect (2007) sono state le principali selezioni del Club del libro di mercato. The Suspect è stato anche il One Book Sacramento del 2007 scelto dalla Sacramento Library Foundation ed è stato scelto dall'American Author's Association come Libro dell'anno 2007. Damage (2011) è entrato nella "Lista dei must" di Entertainment Weekly. 
È stato anche candidato all’Audie Award for Short Stories/Collections, Shamus Award for Best P. I. Hardcover Novel. Nel 2007, Lescroart ha ricevuto l'American Author Medal per The Suspect. Nel 2008 ha fatto parte dei California Library Laureates, in associazione con la California State Assembly. È stato due volte l'ospite d'onore dell'International Thriller Writer's Thrillerfest e nel 2012 è stato l'ospite d'onore del Left Coast Crime. Nel 1998, è apparso in The Best American Mystery Stories, a cura di Sue Grafton, per "L'avventura del ratto gigante di Sumatra". Libraries Unlimited ha incluso Lescroart nella sua pubblicazione The 100 Most Popular Thriller and Suspense Authors. Il senso di colpa era una scelta "Readers Digest Select Edition".
 
CONSIGLIATI da

******************************************
#Blog #LibriEOpinioni #LuigiaChianeseBooksReviewBlogger
#Recensioni @LibrieOpinioni #LuigiaChianese
#FollowMe Commenta, Condividi, I Like,
Clicca #Segui sul Blog Libri e Opinioni
Mi trovi anche su FB – YOUTUBE - INSTAGRAM - TWITTER
#JohnTLescroart #IlTredicesimoGiurato
#Giallo #Horror  #NarrativaGiuridica 
#LegalThriller #Suspense #Thriller 
******************************************

 

 

 


 

 

 

 

 

martedì 9 novembre 2021

Mary Higgins Clark e Alafair Burke - Un Ultimo Pezzo Di Cuore

 Mary Higgins Clark 
e Alafair Burke

Un Ultimo Pezzo Di Cuore

Recensione – Opinione di

Luigia Chianese Books Review Blogger

Blog Libri e Opinioni  

@LibrieOpinioni


Mugnano di Napoli - 28.10.2021

 

Questo è il 7° libro della serie Under Suspicion di Mary Higgins Clark, è un inedito capitolo della saga, anche questo è scritto, a quattro mani, con la bravissima Alafair Burke; Ricordo ai lettori che la Under Suspicion Series (Serie Sotto Sospetto) nasce con la  prima opera scritta solo da Mary Higgins Clark: La Notte Ritorna.
Dal mio punto di vista la mano della Burke si vede molto più alla fine del racconto dove abbiamo maggiore dinamismo nelle scene raccontate,  con un maggior grado di suspense. Con questo non voglio dire che la capacità di “suspense”  della Clark siano inferiori, voglio solo far notare che la suspense nelle azioni sono, per me, meglio descritte dalla Burke, mentre, ho l’impressione, che la “suspense emotiva”, sia meglio elaborata dalla Clark. È più che facile, per me, intuire chi sia il rapitore, gli indizi ci sono tutti, diciamo che è bello voler arrivare al sospirato lieto fine per la grande coppia Laurie Moran e Alex Buckley.Voglio anche aggiungere che la protagonista dell’ intera Under Suspicion Series il lieto fine lo meritava sul serio perché è più iellata del Dolce Remì. Ricordate il cartoon degli anni ’80 tratto dal romanzo “Senza Famiglia” di Hector Malot? La storia più strappalacrime del mondo dei cartoons, più somigliante ad un’opera di Dickens che ad un cartone animato per i bambini? Ecco! Per me Laurie è sfigata anche se alla fine le viene concesso il lieto fine! Non vi voglio demoralizzare, però, perché l’opera congiunta tra la Clark è la Burke è comunque un’opera piacevole ma solo per chi ha seguito tutta la serie. Buona Lettura. L.Ch.
Il mio voto, per questo romanzo, da 1 a 5 libri è 2📚📚🕮🕮🕮; 
per l’ intera opera, Under Suspicion Series, è un 3. 📚📚📚🕮🕮L.Ch.

 

NOTE:
Da ricordare che la (Serie Sotto Sospetto) Under Suspicion Series 
nasce con la prima opera scritta solo da Mary Higgins Clark: La Notte Ritorna
Libri scritti con Alafair Burke:

·       Così immobile tra le mie braccia (2014)

·       La sposa era vestita di bianco (2015)

·       Non chiudere gli occhi (2019)

·       Every Breath You Take (2017) Un Respiro Nella Neve

·    You Don't Own Me (2018) Perché mi appartieni (uscito il 20 gennaio 2021)

·    Un Ultimo Pezzo di Cuore (Prima Edizione Italiana 7 settembre 2021)




TRAMA

Un Ultimo Pezzo Di Cuore

Mary Higgins Clark e Alafair Burke

Ripresa da internet e/o  dalla 4° di copertina:
Mancano pochi giorni al matrimonio tra la produttrice televisiva Laurie Moran e il suo fidanzato, Alex Buckley, quando le cose prendono una brutta piega. Laurie, che ha trascorso la sua carriera risolvendo "Cold Case" in TV, stavolta è alle prese con un caso ad alto tasso di coinvolgimento e quanto mai attuale: la persona scomparsa è un membro della sua nuova famiglia. Johnny, il nipote di sette anni di Alex, è sparito mentre giocava sulla spiaggia del resort di lusso negli Hamptons, dove si sarebbero dovuti celebrare i quarant'anni dello zio. Una squadra dà il via alle ricerche. I testimoni ricordano il bambino intento a sguazzare tra le onde e raccogliere conchiglie nella mattinata, ma nessuno rammenta di averlo visto dopo. Mentre il sole tramonta, lo skimboard di Johnny riaffiora a riva e tutti si rendono conto che il piccolo potrebbe essere ovunque, anche sott'acqua. E forse le risposte sulla sparizione di Johnny si celano in un passato lontano che è ora di riportare a galla. È l'inizio di una corsa contro il tempo in cui paure, piste sbagliate e verità mai dette si mescolano creando un mix esplosivo e ad alta tensione.


CENNI SULLE VITE di:

Mary Higgins Clark e Alafair Burke

Ripresa da internet e/o dalla 4° di copertina:
Mary Higgins Clark è considerata la Regina indiscussa della suspense. Autrice di innumerevoli bestseller - tutti pubblicati in Italia da Sperling & Kupfer - con cui ha venduto centinaia di milioni di copie in tutto il mondo, ha vinto il prestigioso Agatha Award alla carriera. Dopo una vita intensa, in cui ha costruito il proprio destino con passione e tenacia, a partire dalla difficile infanzia nel Bronx, si è spenta all'età di 92 anni, nella sua residenza in Florida. Nata e cresciuta a New York (nel Bronx), ma di origini irlandesi, è nota in tutto il mondo come la «regina del giallo americano». Mary Theresa Eleanor Higgins Clark ha raccontato di essersi «ammalata di scrittura» all'età di 7 anni, essendo gli irlandesi spesso «narratori nati». La sua vita è stata segnata da una serie di tragedie personali: a 11 morì il padre e a 15 anni dovette andare a lavorare per aiutare a mantenere la famiglia; sposata a Warren Clark, restò vedova a 35 anni. Dopo diversi rifiuti, nel 1975 riuscì a pubblicare il suo primo libro, Dove sono i bambini, diventato presto un libro molto amato. È stata autrice di numerosissimi bestseller, in Italia editi da Sperling & Kupfer, come Un colpo al cuore (2008), La culla vuota (2008), La figlia prediletta (2009), Dimmi dove sei (2009), Due bambine in blu (2010), e dell'autobiografia Una luce nella notte (2006). Ha firmato cinque mystery assieme alla figlia Carol. Ex presidente della Mystery Writers of America, ha diviso il tempo tra l'attività di scrittrice e quella di nonna di molti nipoti. Ha inoltre vinto il Premio Agatha Christie alla carriera. Nel 2017 è uscito La sposa era vestita di bianco, scritto a quattro mani con Alafair Burke, e nel 2019 Sperling & Kupfer ha tradotto L'ultimo ballo e un secondo romanzo - Non chiudere gli occhi -, ancora scritto con Alafair Burke, figlia del celebre scrittore James Lee Burke. La notizia della sua scomparsa è stata data «con grande tristezza» dal suo editore Carolyn K. Reidy, AD di Simon & Schuster, specificando che l'autrice di decine di bestseller si è spenta il 31 gennaio 2020 in Florida per "complicazioni legate all’età anziana".
 
Ripresa da internet e/o dalla 4° di copertina:
Alafair Burke figlia di un mostro sacro della letteratura americana, James Lee Burke, insegna diritto a New York ed è scrittrice di successo, apprezzata da autori come Michael Connelly («Sono un fan di Alafair Burke fin dal suo esordio, eppure continua a sorprendermi») e Lee Child («Intelligente, brava, capace e molto consigliata»). È l'autrice de La ragazza nel parco e Una perfetta sconosciuta (entrambi Piemme).
Per altri cenni sulla vita della scrittrice clicca sulla sua etichetta Alfair Burke

Editore : Sperling & Kupfer
Prima Uscita Italia: 7 Settembre 2021
Lingua : Italiano Traduzione di: Annalisa Garavaglia
Copertina rigida : 343  pagine
Dimensioni ‏ : ‎ 14.5 x 2.6 x 22.5 cm
Etichette-Genere: Giallo  Mistero Narrativa Saga Suspense Thriller 





Link nel Blog Libri e Opinioni

 Consigliati da

Luigia Chianese Books Review Blogger

Dall' Etichetta del Blog:

 


*************************************************

#Blog #LibriEOpinioni #LuigiaChianeseBooksReviewBlogger

#Recensioni @LibrieOpinioni #LuigiaChianese

#FollowMe Commenta, Condividi, I Like,

Clicca #Segui sul Blog Libri e Opinioni

Mi trovi anche su FB – YOUTUBE - INSTAGRAM - TWITTER

#LuigiaChianese #LibriEOpinioni #LuigiaChianeseBooksReviewBlogger

#FollowMe #Segui #UnderSuspicionSeries #AlafairBurke #MaryHigginsClark  

#UnUltimoPezzoDiCuore #PerchèMiAppartieni #UnRespiroNellaNeve  

#Giallo #Mistero #Narrativa #Saga #Suspense #Thriller #Thrillerlegale

*****************************************************************

 


 

Iscriviti come Lettore Fisso


POST SCELTO DA LUIGIA

Michel Houellebecq - Sottomissione

Michel Houellebecq   Sottomissione Recensione - Opinione di Luigia Chianese Books Review Blogger Blog Libri e Opinioni @LibrieOpinioni Napol...