Amazon Prime

martedì 1 gennaio 2019

Alina Reyes - Il Macellaio


Alina Reyes 

Il Macellaio

Recensione – Opinione
di Luigia Chianese
Riletto per il Blog il
29/XII/2018
Mugnano di Napoli (NA)

Nudo e crudo, potente, intenso e vibrante.
Conoscendo il tema del libricino (letteratura erotica), 70 pagine circa, già la sola descrizione della “carne” nelle prime 5 pagine del romanzo, toglie il fiato e fa ambire ad aspettative grosse, molto grosse! (Non verranno disattese tranquilli!).
Da pagina 8: (il libro inizia da pagina 7): <<Chi ha detto che la carne è triste? La carne non è triste, è sinistra. Sta alla sinistra della nostra anima, ci cattura quando meno ce l’ aspettiamo, ci trasporta su mari densi, ci affonda e ci salva; la carne è la nostra guida, il pozzo d’ attrazione in cui la nostra vita scivola a spirale, risucchiata fino alla vertigine.>>.
Questo è il filo conduttore di tutto il romanzo; non le scene erotiche, ma questo, è la sostanza; dove corpo e le sensazioni si fondono e affondano, fino a perdersi  a       “cadere in un fosso” e risollevarsi dal piacevole dolore.
Quelle descritte a pagina 13 e 14 oggi sono a tutti gli affetti molestie sul lavoro, (soprattutto oggi) da parte del macellaio verso la giovane cassiera, ma lei, pur non incoraggiandolo, non lo ferma, non lo frena, non respinge le sue parole zozze.
Perché lei brama di conosce e sapere del piacere della carne, brama di godere e così sarà dal doccia al fosso.
Le capacità descrittive di Alina Reyes sono magistrali; rende tutto eccitante sfiorando il limite della volgarità, senza mai caderci dentro e volgarità non è, ma è solo piacere, godimento pieno e assoluto. Nel romanzo non sono solo le “carni” che brillano di sesso ma tutto ciò che li circonda, odore, sangue, colori, suoni, pioggia, gusto e tatto, risplendono avvolti del fatato istinto dell’ amore carnale!
L.Ch.

Prima pubblicazione 1988
Genere:  letteratura erotica:

Commenta, Condividi, I Like ,Segui 
Mi trovi anche su FB:


 
Alina Reyes -  Il Macellaio

Trama

Dalla copertina del libro:  
"E il macellaio che mi parlava di sesso per tutto il giorno era fatto della stessa carne, ma calda, e di volta in volta molle e dura; il macellaio aveva i suoi pezzi di prima e di seconda scelta, esigenti, avidi di bruciare la loro vita, di trasformarsi in polpa". 
Un macellaio seduce una giovane studentessa, trascinandola in una morbosa e febbrile avventura erotica. La celebrazione della carne e dei sensi, in un romanzo considerato un caposaldo della letteratura erotica.

Prima pubblicazione 1988
Genere:  letteratura erotica:







               Alina Reyes – Vita

Ripresa dalla copertina del libro e da wikipedia:
Alina Reyes, nata Aline Patricia Nardone nata a Bourdeaux, Bruges9 febbraio 1956, è una scrittrice francese.
 Inizialmente giornalista freelance, Alina Reyes si dedica presto alla letteratura, dopo un soggiorno di un anno a Montréal.  Riscuote un discreto successo nel 1988 con il suo primo libro, Il macellaio (Le boucher), tradotto in molte lingue e di cui è stato fatto anche un adattamento teatrale. 
I suoi romanzi sono caratterizzati da un erotismo interpretato in maniera giocosa e anticonformista.










Link del Blog Consigliati da Luigia Chianese


Dall’ Etichetta del Blog; letteratura Erotica: http://www.librieopinioni.com/search/label/letteratura%20erotica

Dall' Etichetta del blog; Autori Francesi:

Dall’ Etichetta del Blog; Alina Reyes:

Comprare il libro on line: https://amzn.to/2Ro7yPP


Nessun commento:

Posta un commento

Per favore, non siate troppo duri con me! Sopratutto siate rispettosi educati e civili! Grazie!

Libri in altre lingue

Sconti Amazon