Visualizzazione post con etichetta Autori Francesi. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta Autori Francesi. Mostra tutti i post

venerdì 17 gennaio 2020

Sade – La Filosofia nel Boudoir

Sade 
La Filosofia nel Boudoir

(Donatien-Alphonse-François de Sade,
noto come il Marchese de Sade)

Recensione – Opinione
di

Mugnano di Napoli
03 novembre 2019

«Le atrocità, gli orrori, i crimini più abietti non devono meravigliarti, Eugénie: quel che c'è di più sconcio, di più infame e di più proibito dà alla testa che è un piacere... e ci fa sempre orgasmare nella maniera più deliziosa
  
E’ un libro scritto in forma di dialogo drammatico-filosofico e si scaglia principalmente contro la Monarchia, l’ Aristocrazia, e la Religione (Siamo nel 1795 a 3 anni dalla proclamazione della prima Repubblica dopo la Rivoluzione Francese.) e il palcoscenico di tutto ciò è il boudoir; ovvero la stanza da letto privata di una signora per bene.

Sembra un libro scritto da un maiale folle, questa sarebbe la conclusione più semplice e banale per una lettura “a prima sbirciata” ; un perverso essere che infetta un’innocente fanciulla; ma dietro a tutto ciò vi è qualcosa di più profondo e grande, vi è la libertà; questo è un autentico dramma socio politico. 
Quest' opera è l’ antimorale di de Sade, dove piega la vocazione pedagogica del dialogo filosofico al fine del libertinaggio e la sua dedica ne è una consapevolezza ...

«Voluttuosi di ogni età e sesso, dedico quest’opera a voi soli: nutritevi dei suoi principii, favoriranno le vostre passioni! E le passioni verso le quali certi freddi e piatti moralisti v’incutono terrore, sono in realtà gli unici mezzi che la natura mette a disposizione dell’uomo per raggiungere quanto essa si attende da lui. Obbedite soltanto a queste deliziose passioni! Vi condurranno senza dubbio alla felicità. Donne lascive, la voluttuosa Saint-Ange sia il vostro modello! Secondo il suo esempio, disprezzate tutto ciò che è contrario alle leggi divine del piacere che l’avvinsero tutta la vita. Fanciulle rimaste troppo a lungo legate ad assurdi e pericolosi vincoli d’una virtù fantasiosa e di una religione disgustante, imitate l’appassionata Eugénie! Distruggete, calpestate, e con la sua stessa rapidità, tutti i ridicoli precetti che vi hanno inculcato genitori imbecilli! E voi, amabili dissoluti, voi che fin dalla giovinezza avete come unici freni i vostri stessi desideri e come uniche leggi i vostri stessi capricci, prendete a modello il cinico Dolmancé! Spingetevi agli estremi come lui se, come lui, volete percorrere tutti i sentieri in fiore che la lascivia aprirà al vostro passaggio! Convincetevi, alla sua scuola, che solo ampliando la sfera dei piaceri e delle fantasie, solo sacrificando tutto alla voluttà, quell’infelice individuo conosciuto sotto il nome di uomo, scaraventato suo malgrado in questo triste universo, potrà riuscire a spargere qualche rosa tra le spine della vita.»

Questa non è pornografia, vizio, impudicizia, questa è lotta alla morale del tempo che vuole necessariamente, guidare, etichettare, tutto e tutti. Senza lasciare spazio all’ uomo e alle sue esigenze, alle leggi naturali; nel testo, sembrano mascherati ma vengono ben descritti, con minuzia e crudeltà, (sadismo) sia i piaceri del sesso che del corpo, ma anche molti precetti legati alla Rivoluzione e alla Nuova Repubblica.

E’ l’ altra faccia dell’ essere umano, il lato oscuro della luna che è in tutti noi; quella faccia irrazionale e selvaggia, che esiste in ogni essere vivente, che si scontra come un macigno contro quell'altra faccia, quella della logica e razionalità; è uno scontro tra titani ma il fine, secondo me, per il filosofo de Sade, è quello di far comprendere che nulla è veramente definito, recitabile, ma è tutto mutevole: nell’ animo, nel cuore, nel corpo e nello spirito, ed è solo l’ equilibrio/scelta delle parti che più generare un’esistenza felice e libera.  

“L’amore non lo si può considerare altro che l’effetto risultante 
dalle qualità di un bell’oggetto su di noi:
certi effetti ci trasportano, c’infiammano!
Se noi possediamo quell’oggetto, siamo contenti;
se non è possibile averlo, piombiamo nella disperazione.
Ma qual è la base di questo sentimento?… il desiderio.
Quali le conseguenze?… la follia.”

Nessuna delle due facce dell’ essere umano, come dicevo, potrà mai completamente prendere il sopravvento nell' esistenza umana, ma ciò che veramente l’ uomo può fare è Scegliere da che parte stare o Fondere le Parti; nessuna scelta è veramente sbagliata, questo, per me, è il messaggio del Marchese de Sade. 
L.Ch.

“Nessuna azione, per quanto singolare possiate supporla,
è veramente criminale;
e nessuna può realmente chiamarsi virtuosa.
Tutto è in rapporto ai nostri costumi e
all’ambiente in cui abitiamo.” 

******************************************************************
Commenta, Condividi, I Like, Clicca Segui sul Blog Libri e Opinioni
Mi trovi anche su FB Libri e Opinioni 
#LuigiaChianese #LibriEOpinioni
#LuigiaChianeseBooksReviewBlogger
#FollowMe #Segui
#Sade #DonatienAlphonseFrançoisdeSade
#MarchesedeSade  #Eugenie #LaFilosofiaNelBoudoir #Libertino
#libertinismo #Sadismo #Pornografia #Sesso
#LetteraturaErotica #Filosofia
****************************************************************

TRAMA
Sade – La Filosofia nel Boudoir

Ripresa da internet e/o  dalla 4° di copertina:
Più volte arrestato, processato e imprigionato, Sade persegue con tenacia la propria ricerca esistenziale. La sua filosofia dell'insurrezione permanente contro i limiti della condizione umana - per dissolvere le tenebre dell'ignoranza e dell'inconsapevolezza, per praticare il potere demiurgico della materia, della Natura, del singolo consapevole della sua unicità di materia pensante e desiderante - istituisce un potente reattivo a più dimensioni per chiunque vi si avvicini, sempre provocando reazioni emozionali e mentali, sempre comunque coinvolgendo in un confronto ravvicinato e conflittuale con il suo universo straordinariamente moderno.
Iniziare una quindicenne appena uscita dal convento ai piaceri e al crimine, conducendola di buon passo lungo la strada della depravazione, della blasfemia e della scelleratezza. È il piano messo a punto da tre libertini di lungo corso che attirano nel loro covo la giovane Eugénie per impartirle lezioni teoriche e pratiche di immoralità. Pubblicato anonimo nel 1795, il romanzo, subito violentemente osteggiato, piega la vocazione pedagogica del dialogo filosofico agli scopi del progetto libertino: nella reclusione del boudoir, i personaggi sadiani mettono in scena il rovesciamento della morale comune, in una tensione costante tra il passato che sovvertono e il nuovo ordine che aspirano a creare. Una tensione che si rispecchia nella sorte di Sade stesso, condannato alla galera dall'ancien régime e al manicomio dalla Rivoluzione, salutato ora come l'ultimo dei classici ora come il primo dei moderni.

Copertina flessibile: 233 pagine
Editore: Garzanti (30 settembre 2004)
Collana: I grandi libri
Lingua: Italiano

Prima pubblicazione1795
SceneggiaturaMarchese de Sade
GenereFilosofia e letteratura Erotica
AdattamentiPhilosophy in the Boudoir (1969)
Lingua originalefrancese


CENNI SULLA VITA
di:
(Donatien-Alphonse-François de Sade,
noto come il Marchese de Sade)
  
Ripresa da internet e/o dalla 4° di copertina:
Scrittore e libertino francese, Donatien-Alphonse-François de Sade, noto come il Marchese de Sade, è celebre per una serie di classici della letteratura erotica e per essere lo scrittore di alcuni saggi filosofici, quasi tutti scritti mentre si trovava in prigione. La sua opera e il suo pensiero lo hanno fatto considerare un esponente dell'ala estremista del libertinismo, nonché dell'Illuminismo più radicale e materialista. Il suo nome è all'origine del termine sadismo, atteggiamento che emerge dai suoi romanzi, incentrati sulla descrizione di comportamenti sessuali trasgressivi e perversi.
Durante la sua vita Sade venne accusato (con l'assenso della sua famiglia) di vari reati, come pratiche di violenza sessuale, sodomia, tentativi di avvelenamento e condotta immorale. Incarcerato per il reato di "libertinaggio" fu soprattutto la produzione di materiale pornografico, ovvero le sue opere letterarie, a metterlo nei guai. Fu perseguitato prima dal regime monarchico, poi, in quanto nobile, dalla Rivoluzione francese (a cui aveva aderito) e infine anche dal governo napoleonico. Fu rinchiuso alla Bastiglia (dove scrisse Le 120 giornate di sodoma) e per poco evitò la ghigliottina.
Passò la fine della sua vita in un manicomio, a Charenton, dove morì solo.
Per molto tempo dimenticato, è stato rivalutato e riscoperto solo nel XX secolo grazie ai surrealisti.

 Consigliati da


Dall' Etichetta del Blog;

Filosofia
******************************************************************
Commenta, Condividi, I Like, Clicca Segui sul Blog Libri e Opinioni
Mi trovi anche su FB Libri e Opinioni 
#LuigiaChianese #LibriEOpinioni
#LuigiaChianeseBooksReviewBlogger
#FollowMe #Segui
#Sade #DonatienAlphonseFrançoisdeSade
#MarchesedeSade  #Eugenie #LaFilosofiaNelBoudoir #Libertino
#libertinismo #Sadismo #Pornografia #Sesso
#LetteraturaErotica #Filosofia
****************************************************************






martedì 15 ottobre 2019

Anonimo Vittoriano La Mia Vita Segreta Tomo Primo - Tomo Secondo

Questa è la mia edizione
non so se è più in commercio 

Però vi è una nuova edizione
Anonimo Vittoriano
La Mia Vita Segreta
Tomo Primo - Tomo Secondo

Recensione – Opinione

Mugnano di Napoli
16 settembre 2019

 << ... il rapporto tra discorso vero e piacere   sessuale è stato uno dei pensieri più costanti   delle società occidentali.>> . Michel Foucault.                                                                                                                                
 Con questa frase, riportata nell’ introduzione di Michel   Foucault voglio iniziare questa mia modesta Recensione   -  Opinione.

 Iniziamo dalla parte tecnica: Sono due tomi, belli grossi,   per un totale di 303 più 247 pagine con l’ introduzione   di  Steven Marcus e la Presentazione di Michel Foucault.
 (I miei tomi sono una traduzione di Giovanni Perodi).

 In quest’ opera sono descritti gli usi e costumi di un   Gentiluomo di Epoca Vittoriana da un punto di vista  molto molto originale: la vita sessuale.
Codesto Gentiluomo ha descritto, in modo abbastanza meticoloso, delle sue esperienze sessuali, tutte, dai 16 anni fino all’ andropausa;  come se il Sesso fosse non un’ossessione o un semplice bisogno di “piacere” ma un vero e proprio sistema di vita.

Il Fottere, il Chiavare sono descritti bene e sono gli elementi essenziali del testo.
Tra i vari punti di originalità, che mi hanno colpita uno ha destato il  mio interesse ovvero l’aver sfondato (ho usato questo termine per puro diletto) il tabù dell’ Orgasmo femminile. Si! Quest’ultimo finalmente diventa rilevante.

Ciò che rende sociologicamente e psicologicamente interessante l’ opera è anche la triplice dimensione che un gentiluomo deve avere:
Sfera pubblica: decoro, accuratezza, te alle cinque ...
Sfera privata: dignità, pudore e contegno ...
Sfera intima: libertinaggio e sfrenato piacere sessuale ...
Tre elementi che convivono in un solo personaggio senza mai cozzarsi.

Nei due tomi non manca quasi nulla e sono un autentico decalogo del sesso dell’ Epoca Vittoriana:
Orge, Bordello, Voyeurismo, Feticismo, Piacere Sessuale, Prostituzione, Sensualità, Omosessualità,  Erotismo, Lussuria ...  ci sono quasi tutte le varianti del sesso non manca quasi nulla. E’ un pò lungo da leggere ed a volte può sembrare ripetitivo, un pò troppo lunga anche la Prefazione di Steven Marcus ma nel complesso da ciò che promette! L.Ch.

******************************************************************
Commenta, Condividi, I Like, Clicca Segui sul Blog Libri e Opinioni
Mi trovi anche su FB Libri e Opinioni 
#LuigiaChianese #LibriEOpinioni
#LuigiaChianeseBooksReviewBlogger
#FollowMe #Seguimi
#AnonimoVittoriano #LaMiaVitaSegreta #MySecretLife
 #Steven Marcus #MichelFoucault #Giovanni Perodi
#Krafft-Ebing  #Restif #Sade #Libertinaggio
#Sesso #OrgasmoFemminile
#LetteraturaErotica
****************************************************************

TRAMA
La Mia Vita Segreta
Tomo Primo - Tomo Secondo

Ripresa da internet e dalla 4° di copertina: 
 Comprare il libro On – line:  QUI 
"Un inglese, anonimo, ha scritto verso la fine del XIX secolo quest'opera immensa che fu stampata in una decina di copie; non fu mai messa in vendita e finì per arenarsi presso qualche collezionista o in qualche rara biblioteca. L'autore vi fa il meticoloso racconto d'una vita che aveva dedicato essenzialmente al piacere sessuale. Sera dopo sera, giorno dopo giorno, racconta tutto, fino alle sue esperienze meno importanti, senza fasto, senza retorica, al solo scopo di dire cosa è accaduto, come, secondo quale intensità e con che tipo di sensazione. A questo solo scopo? Forse. Perché di questo lavoro di scrivere quotidianamente i suoi piaceri parla spesso come di un puro dovere. Come se si trattasse di un obbligo segreto, un po' enigmatico, al quale non saprebbe rifiutare di sottomettersi: bisogna dire tutto. E tuttavia c'è dell'altro. [...] Steven Marcus ha dedicato a questo oscuro contemporaneo della regina Vittoria pagine notevoli. Da parte mia, non sarei particolarmente tentato di vedere in lui un personaggio dell'ombra, in un'età di eccessivi pudori.” A me sembrerebbe piuttosto situato nel punto d’incontro di tre linee d’evoluzione assai poco segrete nella nostra società. La più recente è quella che indirizzava la medicina e la psichiatria dell’epoca verso un interesse quasi entomologico per le pratiche sessuali, le loro varianti, le loro aberrazioni: Krafft-Ebing non è lontano.  La seconda più antica, è quella che, a partire da Restif e Sade, ha portato la letteratura erotica a cercare i suoi effetti non solo nella vivacità o nella rarità delle scene che immaginava, ma nella ricerca accanita di una certa varietà di piacere: è questa una delle caratteristiche di questo nuovo <<libertinaggio>> inaugurato alla fine del XVIII secolo. La terza linea è la più remota e ha attraversato, dal Medio Evo, tutto l’ Occidente cristiano: è l’ obbligo rigoroso di ciascuno di andare a cercare nel fondo del cuore, attraverso la penitenza e l’ esame di coscienza, le tracce, anche impercettibili, della concupiscenza. La semi clandestinità di My Secret Life non deve trarre in inganno; il rapporto tra discorso vero e piacere sessuale è stato uno dei pensieri più costanti delle società occidentali. Michel Foucault

          Traduttore: Giovanni Perodi
Prefazione: Steven Marcus
Introduzione: Michel Foucault
Due tomi pagine 303 più 247
Prima Pubblicazione: 1966
         Letteratura Erotica
   

CENNI SULLA VITA
di:
Steven Paul Marcus e Paul-Michel Foucault

Riprese da internet; Wikipedia (inglese):

Steven Paul Marcus
era un accademico e critico letterario americano che ha pubblicato influenti analisi psicoanalitiche sui romanzi di Charles Dickens e la pornografia vittoriana. Era professore emerito di George Delacorte nelle discipline umanistiche alla Columbia University. 
Nascita13 dicembre 1928, New York, New York, Stati Uniti
Decesso25 aprile 2018, New York, New York, Stati Uniti
IstruzioneColumbia University (1961)
PremiGuggenheim Fellowship per le scienze umane, USA e Canada
SeguaceMichel FoucaultEdward Said


Paul-Michel Foucault
è stato un filosofo, sociologo, storico della filosofia, storico della scienza, accademico e saggista francese. 
Nascita15 ottobre 1926, Poitiers, Francia
Decesso25 giugno 1984, Parigi, Francia
FilmI, Pierre Rivière, Having Slaughtered My Mother, Sister and Brother...
Influenzato daKarl MarxFriedrich NietzscheGilles Deleuze
IstruzioneUniversity of Paris (1961)








 Consigliati da


Dall' Etichetta del Blog;














******************************************************************
Commenta, Condividi, I Like, Clicca Segui sul Blog Libri e Opinioni
Mi trovi anche su FB Libri e Opinioni 
#LuigiaChianese #LibriEOpinioni
#LuigiaChianeseBooksReviewBlogger
#FollowMe #Seguimi

#AnonimoVittoriano #LaMiaVitaSegreta #MySecretLife
 #Steven Marcus #MichelFoucault #Giovanni Perodi
#Krafft-Ebing  #Restif #Sade #Libertinaggio
#Sesso #OrgasmoFemminile
#LetteraturaErotica
****************************************************************