Visualizzazione post con etichetta Autori Albanesi. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta Autori Albanesi. Mostra tutti i post

mercoledì 26 settembre 2018

Zef Pllumi A cura di Keda Kaceli l Sangue di Abele - Vivi per Testimoniare - Prefazione del dott.re Silvio Berlusconi

A cura di Keda Kaceli

Il Sangue di Abele - Vivi per Testimoniare 

Prefazione di Silvio Berlusconi

Mugnano, venerdì 05 maggio 2015 



Questo Libro dovrebbe essere studiato a scuola, sia alle superiori che nelle facoltà umanistiche, soprattutto nelle università di storia, filosofia, letteratura e in primis in scienze politiche.
Noi non dobbiamo permettere che pagine così importanti del vissuto tragico di tirannia e dolore, del Popolo Albanese, così culturalmente e geograficamente vicino a Noi, si dimentichi o si sottovaluti.
Le stragi non vanno dimenticate ma vanno impresse nella memoria per imparare dei propri errori.



Comprare il Libro on Line 
Silvio Berlusconi
La prefazione del dott. re Silvio Berlusconi è compatta, semplice e chiara ti invoglia a scoprire il testo, con una frase molto semplice e significativa: << La verità, come sempre, è che l’ amore è più forte dell’odio >>. (pref. pag. V)


Il Sangue di Abele – Vivi Per Testimoniare - 
è emozionante. 
In ogni pagina t' immergi nell’Albania dell’epoca comunista e riesci a rivivere tutte le sofferenze, angosce, paure, torture e terrore vissute dal Popolo Albanese e soprattutto dai padri Francescani. 
La vita e la forza di Padre Zef non sono solo una testimonianza dell’ ignoranza dell’ideologia comunista ma è un esempio concreto che i totalitarismi sono crudeli, violenti, riducano gli uomini a bestie e li mantengono nell’ignoranza più completa, eliminando ogni possibilità di crescita e sviluppo, prima umano poi culturale e in fine socio-economico. 


In ogni pagina sentivo il dolore dentro di me, le lacrime sono scese dai miei occhi per la vergogna di sapere che al mondo esistono uomini, se così si può ancora definirli, tanto feroci da perdere, in nome di una volgare e sciocca ideologia, quella comunista, il rispetto per la vita altrui, la dignità e la compassione verso il prossimo. 


La testimonianza di Zef Pllumi è l’ esempio di come il comunismo, inganni, finga, menta, perseguiti, con tutti i mezzi possibili, e con bugie ripetute ad oltranza, per farle diventare verità, tutti coloro che vi si parano di fronte. 
Il comunismo, o meglio i suoi “seguaci ” perseguitano, torturano, nella maniera più disumana possibile, e portano alla morte tutti coloro che desiderano anche solo parlare, capire o confrontarsi. 
Tutto in nome di ideali che non portano ne all’uguaglianza e neppure al miglioramento dell’esistenza. 
Con la scusa, mendace, di rendere tutti liberi e uguali, cosa tra l’altro assolutamente non vera, e la storia lo dimostra, massifica le persone e le riduce in schiavitù, non tollerando, non capendo ed non integrando nessun altra forma di libertà di vita, di pensiero, religione e di espressione.


Secondo me i comunisti sono come i Musulmani integralisti, (quelli dell’ I.S.I.S. per capirci) sono convinti che esista un’unica verità e che sia quella che rende liberi.
Ma, con la sua testimonianza, per il dolore, le torture patite, la paura della morte, le malattie, la fame, la disperazione e le ferite, subite da Padre Zef e da tanti altri innocenti Albanesi, si mostra al mondo che la libertà, quella reale, non sta nel comunismo ma è nel cuore degli uomini, nella democrazia, nella possibilità di esprimere, con e nel rispetto degli altri, se stessi, di esprimersi con la religione, le parole, il lavoro, la vita sociale, senza essere perseguitati da un regime.

Leggete e diffondente questo libro, e tante altre testimonianza come questa, perché è solo con il ricordo, il coraggio, con l’ insegnamento e con la parola che possiamo capire, correggere e imparare e mantenere la nostra e altrui libertà.

Questo è ciò che questo libro ha consegnato al mio cuore, alla mia anima, alle mie idee e alla mia memoria.


Grazie a Keda Kaceli per la sua amicizia e soprattutto per aver tradotto il testo di padre Zef Pllumi


Diana Edizioni nov. 2013

Comprare il Libro on Line 






TRAMA 
                                    Il Sangue di Abele - Vivi per Testimoniare 

"Chiusero i luoghi di culto. La Fede venne colpita laddove era la sua casa, dove la religione aveva dimora. Dopo la chiusura delle chiese, del seminario, della casa dei gesuiti e delle scuole francescane, ci fu un moto per riorganizzare la Chiesa...la situazione economica del paese andò peggiorando di giorno in giorno, tuttavia nel convento francescano il corso di studi teologici continuava. Erano giorni molto difficili. Arresti e fucilazioni. Non c’era bisogno di essere lungimiranti per capire quale sarebbe stato il domani:la tempesta portava altra tempesta..."p. Z. Pllumi.

La vera Democrazia necessita di un’azione intellettuale e culturale che si imponga più di qualsiasi azione fisica, tanto da lasciare il segno e che trasmetta un messaggio affinchè i totalitarismi e il Democidio, come il Comunismo, il male più oscuro per l’umanità, non si ripeta. Perciò ho tradotto e curato in italiano “Vivi! Solo per testimoniare...”, di, Padre Zef Pllumi, un frate francescano albanese, tra i pochi sopravvissuti del clero cattolico, scomparso il 25 settembre del 2007. L'autobiografia del frate,raccoglie le memorie della sua vita ed è il diario di eventi reali che costituiscono la storia della dittatura albanese al pari de ”Il libro nero del comunismo” rappresentando così un saggio storico che ci illustra un periodo storico mai raccontato...

Comprare il Libro on Line 
Il libro, di cui detengo i Diritti d’Autore per diretta concessione del mio amato padre Zef, descrive l’esperienza del diacono Zef Pllumi, frate dell'ordine minore francescano, certamente l’ultimo dei grandi francescani d’Albania. Come un pio eroe moderno della nostra storia recente, reduce del più terroristico dei regimi dittatoriali, Fra Zef è un martire che ha vissuto l’intera esistenza nelle prigioni comuniste, sottoposto a torture inumane, persecuzioni e sofferenze inimmaginabili, non si è mai piegato, nemmeno per un istante, a rinnegare Gesù Cristo, anzi ha accettato con la forza della speranza, il suo destino “solo per testimoniare”! Scomparso da poco era sopravvissuto al terrore comunista per miracolo, per un disegno del Signore che lo ha voluto "vivo per testimoniare", poichè con la sua incrollabile fede in Cristo, aspirando al Paradiso, ha vissuto il vero Inferno. Fra Zef in quest’opera, ci descrive le persecuzioni, le torture comuniste perpetrate sul clero cattolico, sugli intellettuali, gli imprenditori e noti commercianti, durante la feroce dittatura comunista di Enver Hoxha che per cinquanta lunghi anni ha insanguinato l’Albania, falciando i suoi figli e figlie migliori - giovani, uomini, donne e bambini, bravi contadini o noti professionisti e intellettuali come mio nonno Jonuz Kaceli. Le persecuzioni subite dalla Chiesa francescana e gesuita sono state le più dure e le più cruente, poichè erano considerate il nido del pensiero reazionario-capitalista occidentale. L’opera, nonchè la logorata vita di Padre Zef, costituisce una testimonianza diretta che era doveroso rendere nota anche in Italia per portare alla luce, senza alcuna ombra di sentimenti di rivalsa, la veridicità dei fatti in modo da renderli inconfutabili. L'opera sull'esempio di Padre Zef, è uno strumento di speranza nel mondo libero in cui viviamo. Ho chiesto personalmente la prefazione al Presidente Silvio Berlusconi, perché è l’uomo più politicamente e socialmente perseguitato in tempi democratici, ed egli visto il mio impegno con generosa disponibilità, ha gentilmente concesso il suo imprimatur per questa importante opera di verità.Ho voluto anche ricambiare quello che l’Italia, la mia seconda patria, mi ha dato in tutti questi anni e poter offrire agli italiani amanti della Cultura e del Vero Sapere, una possibilità di informarsi su fatti storici spesso deformati da chi millanta di detenere il primato della cultura in Italia, affliggendola con un'egemonia illiberale, portatrice di sinistri valori anti-libertari e regressisti!

La giustizia si compie nell' amore per la verità e non c'è verità senza Libertà!

Keda Kaceli


CENNI SULLA VITA DI PADRE ZEF PLLUMI

Ripresa da internt: 
Zef Pllumi
Zef Pllumi (28 agosto 1924 – 25 settembre 2007
è stato un religioso e scrittore albanese. Era un frate francescano e, dopo aver trascorso 26 anni nelle prigioni del regime comunista albanese di Enver Hoxha, scrisse il libro Il sangue di Abele (titolo in inglese: Live to tell, a true story of religious persecution in Albania, titolo originale in albanese: Rrno vetëm për me tregue), il quale rappresenta una vivida memoria della sua esperienza e delle angherie subite. La traduzione in italiano del libro fu promossa da Silvio Berlusconi, il quale ne scrisse anche la prefazione.



Link nel Blog Consigliati da Luigia Chianese

Luigia Chianese
Books Review Blogger
Libri e Opinioni 
Clicca sull' Etichetta del Blog di Libri e Opinioni: 






****************************************************************

Commenta, Condividi, I Like, Clicca Segui sul Blog Libri e Opinioni

Mi trovi anche su FB Libri e Opinioni 







#LuigiaChianese #LibriEOpinioni
#LuigiaChianeseBooksReviewBlogger

#LuigiaChianese #LibriEOpinioni
#LuigiaChianeseBooksReviewBlogger

#Zef Pllumi #SilvioBerlusconi #Keda Kaceli #PadreFrancescano

 #RegimeComunista #IlSangueDiAbele #ViviPerTestimoniare
#Politica #Storia #Storico #Biografie #Albania 
*****************************************************************************************