Visualizzazione post con etichetta Thriller legale. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta Thriller legale. Mostra tutti i post

martedì 7 luglio 2020

Daniel Keyes Una Stanza Piena Di Gente


Daniel Keyes
Una Stanza Piena di Gente

Recensione – Opinioni di

Mugnano di Napoli
20.05.2020

 Avvincente ed emozionante! L’autore ci dice subito “dove va a parare” il racconto; questo può sembrare spiazzante per un lettore, ma in questo caso è assolutamente necessario e geniale. Necessario perché è un Thriller Psicologico ed allo stesso tempo un Thriller Legale e lo scontro tra le due parti sarà il fulcro della parte finale del libro.
Da pagina 117:
<<Quando si cerca di aiutare delle persone 
mentalmente disturbate, insisteva lei, 
bisogna mettere da parte i sentimenti di vendetta 
e preoccuparsi dell’ individuo.>>.
È un Romanzo psicologico di alto livello e tratta di un argomento complesso: il disturbo dissociativo e la personalità multipla. Questa è una storia romanzata ma vera ed è quella di William Stanley Milligan, detto Billy, e delle sue 24 Persone/Personalità Multiple o come le chiamerà il “Maestro” ovvero il “Billy tutto in un pezzo”, “Androidi che ho creato io.”.
La parte diciamo più utile della biografia è quella iniziale, dove, in forma brevissima, sono descritte in un elenco compatto, le 24 Persone/Personalità di Billy è utile questa scelta descrittiva perché non è semplice stare dietro a tutti i “vuoti di tempo” ed ai personaggi descritti, quindi, ogni tanto, una rinfrescata alla memoria è ben accetta. Lo stile di scrittura di Keyes è freddo e distaccato ma suggestivo riesce a farti provare anche una certa empatia verso un criminale molto malato e sofferente quale Billy.
Ad un certo punto anche nel lettore, cosa che è capitata anche a me, può avvenire una parziale frammentazione/dissociazione di posizioni. Si riesce a stare dalla parte di Billy e della sua “ Famiglia Interiore” ma allo stesso tempo ad odiare alcuni di loro; si riesce a comprendere le istanze di sicurezza della comunità di riferimento ma anche ad odiare i politici sfruttatori dell’ evento; si cerca di capire le intenzioni della stampa ma si riesce anche a dividersi su come considerare un ceto giornalismo di parte; si amano e si odiano alcuni medici, insomma la confusione-fusione di Billy diventa anche la nostra ed è qui che eccelle la maestria dell’ autore Daniel Keyes, perché ti conquista e riesce a non farti perdere il filo di Arianna nella mente e nella vita di Milligam e, soprattutto, a tenerti incollato alla lettura fino a notte fonda. L.Ch.
***********************************************************************
Commenta, Condividi, I Like, Clicca Segui sul Blog Libri e Opinioni
Mi trovi anche su FB – YOUTUBE - INSTAGRAM - TWITTER
Luigia Chianese Books Review Blogger @Librieopinioni @ChianeseLuigia
#LuigiaChianese #LibriEOpinioni #LuigiaChianeseBooksReviewBlogger #FollowMe #Segui 
#DanielKeyes #UnaStanzaPienaDiGente
**************************************************************************
TRAMA
Una Stanza Piena Di Gente
di Danile Keyes

Ripresa da internet e/o  dalla 4° di copertina: Il 27 ottobre 1977, la polizia di Columbus, Ohio, arresta il ventiduenne Billy Milligan con l'accusa di aver rapito, violentato e rapinato tre studentesse universitarie.
Billy ha vari precedenti penali e contro di lui ci sono prove schiaccianti. Ma, durante la perizia psichiatrica richiesta dalla difesa, emerge una verità sconcertante: Billy soffre di un gravissimo disturbo dissociativo dell'identità. Nella sua mente «vivono» ben 10 personalità distinte, che interagiscono tra loro, prendono di volta in volta il sopravvento e spingono Billy a comportarsi in maniera imprevedibile. Nel corso del processo si manifestano il gelido Arthur, 22 anni, che legge e scrive l'arabo; il timoroso Danny, 14 anni, che dipinge solo nature morte; il violento Ragen, 23 anni, iugoslavo, che parla serbo-croato ed è un esperto di karaté; la sensibilissima Christene, 3 anni, che sa scrivere e disegnare, ma soffre di dislessia; e poi Alien, Tommy, David, Adalana e Christopher. Così, per la prima volta nella storia giudiziaria americana, il tribunale emette una sentenza di non colpevolezza per infermità mentale. Tuttavia Billy rimane un rebus irrisolto fino a quando, durante il ricovero in un istituto specializzato, a poco a poco non affiorano altre 14 identità autonome, tra cui spicca «il Maestro», la sintesi della vita e dei ricordi di tutti i 23 alter ego. E proprio grazie alla sua collaborazione è stato possibile scrivere questo libro.

Prima pubblicazione: ottobre 1981
AutoreDaniel Keyes
Titolo originale: The Minds of Billy Milligan
Seguito daThe Milligan Wars
1ª ed. originale: 1981
CENNI SULLA VITA di:
Danile Keyes

Ripresa da internet e/o dalla 4° di copertina:
Daniel Keyes  è nato a Brooklyn9 agosto 1927 ed è deceduto il 15 giugno 2014 a  Boca Raton, Florida, Stati Uniti. Sposato con Aurea Georgina Vazquez.
E’ stato un autore di fantascienza statunitense, principalmente noto per il suo racconto Fiori per Algernon, del 1959, vincitore del Premio Hugo nel 1960, che adattò in un romanzo omonimo nel 1966 aggiudicandosi con esso il Premio Nebula e in un film nel 1968.
Ha insegnato a lungo, soprattutto a ragazzi con difficoltà di apprendimento. Proprio questo lavoro gli ha fornito lo spunto per il suo esordio narrativo, Fiori per Algernon: un successo mondiale, pubblicato in più di trenta Paesi e continuamente ristampato.
Keyes ha un Bachelor of Arts in psicologia e un Master's degree in letteratura inglese ed americana. Nel 2000, la Science Fiction and Fantasy Writers of America lo ha insignito del Premio Author Emeritus.
Dalle sue opere sono stati tratti dei FilmI due mondi di CharlyUn cuore sempliceDes fleurs pour Algernon. A partire dagli anni ‘80, si è dedicato prevalentemente alla non-fiction e con Una stanza piena di gente ha ottenuto una nomination al prestigioso Edgar Award.

 Consigliati da


Dall' Etichetta del Blog:






 ***********************************************************************
Commenta, Condividi, I Like, Clicca Segui sul Blog Libri e Opinioni
Mi trovi anche su FB – YOUTUBE - INSTAGRAM - TWITTER
Luigia Chianese Books Review Blogger @Librieopinioni @ChianeseLuigia
#FollowMe #Segui  #LuigiaChianese #LibriEOpinioni #
LuigiaChianeseBooksReviewBlogger #DanielKeyes #UnaStanzaPienaDiGente
**************************************************************************




domenica 21 luglio 2019

Alafair Burke - Sorelle Sbagliate



    Sorelle Sbagliate

Recensione Opinione

Mugnano di Napoli

Martedì 02 Luglio - 2019

Un altro potentissimo thriller legale di Alafair Burke. Scrittrice americana di successo che conquista i lettori con la sua grande capacità di mescolare, in maniera eccelsa, la suspense e la psicologia con la narrativa giuridica.
Tutto questo grazie anche alle esperienze dell autrice come segretaria giudiziaria e come Procuratrice Distrettuale della Contea di Multnomah a Portland, dove ha perseguito i reati di violenza domestica e ha prestato servizio come precursore consulente del dipartimento di polizia. 
Anche questa volta, in un romanzo della Burke, a farla da dominus sono le figure femminili nella loro forza e debolezza, nel loro passato e nel loro presente. Non sono le classiche donne da salvare da stereotipo romanzesco sono donne che se la cavano da sole, sempre, nel bene e nel male, donne in prima linea. Enorme la capacità della Burke di saper mescolare fatti di cronaca attuale, come il movimento femminista #MeToo, con la narrativa giuridica; mai, nel romanzo, il movimento #MeToo ha preso il sopravvento nonostante l'impatto planetario dell' evento. 
Le donne del libro sono tutte eroine imperfette a modo loro, tutte con vittorie e sconfitte alle spalle, con segreti!  
Indagare i pensieri di una donna è processo complesso ed  è un' esperienza multi color; in quest' opera  prevalgono prepotenti il giallo-romanzo, il rosso sangue, il rosa passione e le miriadi sfumature di grigi che vagano nella memoria. L autrice riesce abilmente e costantemente  a mediare tra i vari colori decisi e le varie sfumature, tra emozioni e logica, tra verità e bugie, tra segreti e omissioni.
Tutto questo a un ritmo incalzante, capitolo per capitolo, senza mai perdersi in eccessive divagazioni. E' magistrale la capacità dell' autrice di fermarsi al punto giusto! 
Alla fine, come in ogni buon romanzo, i nodi vengono al pettine, con un doppio finale, decisamente da pellicola americana. Un romanzo avvincente e tutto da scoprire; 300 pagine circa che si leggono in un lampo.
La verità ha più punti di vista!
L.Ch.
  •  I Edizione giugno 2019
  • Pubblicato per PIEMME
  • Generi: Thriller, Suspense
  • Pagine: 307 circa
TRAMA
SORELLE SBAGLAITE

Comprare il libro On  line: QUI  
Ripresa da internet e dalla 4° di copertina:
Chloe è la più giovane delle sorelle Taylor, ma è sempre stata la più amata, forse perché nella sua vita tutto è sempre apparso sotto controllo. Invece Nicky... La scapestrata Nicky. Quella che ha sempre combinato tanti casini. Che ha sempre bevuto un po' troppo. Che ha sposato d'impulso il giovane avvocato Adam Macintosh e ha avuto un bambino, ma non sa essere né moglie né madre. Oggi, Chloe e Nicky sono due perfette estranee. Nicky è rimasta a Cleveland, sola. Chloe lavora a New York in un importante giornale di moda. Ce l'ha fatta. Non solo: si è presa qualcosa che apparteneva a Nicky. È stato più forte di loro: lei e Adam si sono innamorati. D'altra parte Nicky, quella volta, l'aveva fatta grossa, e quando Adam ha visto il suo bambino in pericolo, ha deciso che era troppo. Adesso Chloe e Adam sono sposati, e insieme stanno crescendo Ethan, il figlio che Nicky non ha saputo amare. Ma quando Adam viene trovato morto sul pavimento della loro casa di vacanza negli Hamptons, una serie di dubbi comincia ad affacciarsi nella vita di Chloe. Dubbi sul marito, che ultimamente era sempre più reticente a parlare del proprio lavoro. Dubbi sul figlio, che l'adolescenza ha decisamente messo in crisi. E perfino dubbi su se stessa. Perché la verità è molto più di quello che l'apparenza lascia credere. E la vita troppo spesso ci fa dimenticare le cose più vere.

CENNI SULLA VITA di:

Ripresa da internet e dalla 4° di copertina:
 

È l'autrice bestseller del New York Times di due serie di romanzi polizieschi:  
una con  il detective  Ellie Hatcher di New York;  l'altro, Portland, Oregon, procuratore Samantha Kincaid. I suoi libri sono stati tradotti in più di una dozzina di lingue.   
Nata nell'ottobre 1969 è una scrittrice americana, professoressa di giurisprudenza e commentatore legale. Burke è nata a Fort Lauderdale, in Florida , e cresciuta principalmente a Wichita, nel Kansas, dove sua madre, Pearl Pai Chu,  era una bibliotecaria scolastica e suo padre, il compagno di romanzi gialli James Lee Burke ,  era un professore di Inglese.  Traccia la sua passione per il crimine nella caccia al serial killer noto come BTK , attivo a Wichita negli anni '70. Burke ha conseguito il Bachelor of Arts in Psychology presso il Reed College , a Portland, in Oregon , completando la Tesi Senior "Gli effetti dell'emozione sulla memoria: restringimento spaziale dell'attenzione".  Andò alla Stanford Law School in California, diplomandosi come membro di Order of the Coif .Dopo la scuola di legge, ha prestato servizio come segretaria giudiziaria a Betty Binns Fletcher della Corte d'appello degli Stati Uniti per il Nono Circuito e poi come Procuratore Distrettuale  della Contea di Multnomah a Portland, dove ha perseguito i reati di violenza domestica e ha prestato servizio come precursore consulente del dipartimento di polizia.   Attualmente vive a New York ed è professoressa di giurisprudenza presso la Scuola di diritto della Hofstra University .  Ha fatto parte del consiglio di amministrazione dei Mystery Writers of America e come presidente del suo capitolo di New York.  Nel 2017 è stata eletta membro dell'American Law Institute . Nel 2014, l'editore Simon & Schuster ha annunciato che Mary Higgins Clark e Burke stavano collaborando alla serie Under Suspicion , con un intrepido giornalista televisivo che reinventa i casi di freddo.  Nel 2017, Burke è stato nominata per un Edgar Award come miglior romanzo per il suo libro, The Ex .

Link nel Blog Libri e Opinioni Consigliati da


LuigiaChianese Books Review Blogger
Libri e Opinioni
Dall' Etichetta del Blog: 
Giallo 










      

*******************************************************************
Commenta, Condividi, I Like, Clicca Segui sul Blog Libri e Opinioni
Mi trovi anche su FB – YOUTUBE - INSTAGRAM - TWITTER
Luigia Chianese Books Review Blogger @Librieopinioni @ChianeseLuigia
#LuigiaChianese #LibriEOpinioni #LuigiaChianeseBooksReviewBlogger #FollowMe #Segui
#AlafairBurke #LaRagazzaDelParco #UnaPerfettaSconosciuta 
#LaCittàDelTerrore #LaRagazzaCheHaiSposato #LultimaVoltaCheTihoVista #SorelleSbagliate
#ThrillerPsicologico  #Mistero

************************************************************************

sabato 29 dicembre 2018

Alafair Burke - l' ultima volta che ti ho vista



ALAFAIR BURKE

L’ ULTIMA VOLTA 



CHE TI HO VISTA

Recensione – Opinione
di Luigia Chianese
Books Review Blogger
Libri e Opinioni
Mugnano di Napoli – Italia
26 Dicembre 2018

Pagina 23: <<Avvocati e giornalisti in fondo indagavano, ricostruivano i fatti e li intrecciavano in una versione persuasiva, e spesso un po' distorta, dalla realtà.>>.
Direi che questo succede in questo Thriller.
L’ avvocato/giornalista McKenna cerca di ricostruire i fatti pezzo per pezzo, prima in maniera casuale e poi cercando di dare una logica ad essi; all’inizio seguendo i suoi sentimenti e solo nel momento più critico utilizza la razionalità. Questa mescolanza tra sentimenti e ragione, che strisciano nel romanzo, sono la chiave di volta a tutte le congetture e avvenimenti passati e presenti.
Un’altra caratteristica, tipica della scrittrice, è quella di saper innescare, sapientemente, le situazioni per generarne altre che leghino i  tempi del racconto.
Pagina 107/108: <<Ma con il suo lavoro aveva imparato che la memoria era qualcosa di fragile, più simile ad una scena del crimine, da proteggere e preservare, che a un oggetto ben definito, indifferente allo scorrere del tempo.>>.
L’autrice, inoltre, è capace di far emergere la vita e la personalità dei personaggi, creando anche incertezze e dubbi, quasi depistando il lettore, in maniera diretta e pulita; veloce e senza troppi giri di parole. Aggiungendo, nel racconto, sempre qualcosa in più, piano piano, facendolo sembrare leggero ma essenziale. E’ una tempistica che, sui personaggi e nella storia, scorre durante la descrizione e narrazione che non fa annoiare anzi coinvolge.
Potrei dire che ci sono due finali: il primo: quello dettato dai fatti oggettivi, troppo ovvio e fa rimanere male e sospettosi! Dal numero di pagine restanti da leggere, però, ci si rende conto che sta per entrare il fatidico colpo di scena e che la storia non può semplicemente finire così. Ecco, infatti, il secondo finale, quello vero e definitivo, anche se prevedibile; il finale che dà, finalmente,  quella soddisfazione che il lettore cerca in un thriller!
L.Ch.
L’ ULTIMA VOLTA CHE TI HO VISTA
TRAMA


Ripresa dalla 4° di copertina: L'ultima volta che l'hai vista è stata dieci anni fa. E adesso è tornata. Metropolitana di New York. Un video sgranato, girato col cellulare da un passante, mostra una donna che salva un ragazzo da una caduta fatale sui binari. Una notizia che fa gola ai giornali locali, perché la donna, subito dopo, scompare senza lasciare traccia. Come i suoi colleghi, anche la giornalista McKenna Jordan è a caccia di storie. D'altra parte, dopo un passato da assistente procuratore distrettuale che non ama ricordare, questa è la sua vita adesso: cercare notizie barcamenandosi tra fonti inaffidabili e scoop passeggeri. Ma quando le capita tra le mani quel video, ciò che vede la lascia senza fiato. In quella donna ancora senza nome, McKenna riconosce qualcuno. Susan Hauptmann. Un nome che appartiene al passato suo e di suo marito Patrick. Una vecchia amica di cui da dieci anni non si hanno più notizie. Se è lei, e se è ricomparsa, vuol dire che forse vuole essere trovata. Per McKenna è arrivato il momento di cercarla davvero, come nessuno ha mai fatto, e di rintracciare il detective Scanlin, che all'epoca aveva velocemente archiviato il caso. Ben presto McKenna si accorgerà, però, che ci sono molte cose che non ha mai saputo di Susan. Perché non sempre sappiamo tutto di quelli che amiamo di più... Dall'autrice de La ragazza nel parco, un nuovo thriller psicologico in cui ogni certezza viene smontata, ogni verità capovolta, e ogni paura moltiplicata per mille. Alafair Burke, come ha scritto Michael Connelly, è decisamente «un'autrice che continua a sorprendere.»

ALAFAIR BURKE  

VITA

Ripresa dalla 4° DI copertina e da internet: Nata nell'ottobre 1969 è una scrittrice americana, professoressa di giurisprudenza e commentatore legale.  
È l'autrice bestseller del New York Times di due serie di romanzi polizieschi:  una con  
il detective  Ellie Hatcher di New York; l'altro,  Portland,  
Oregon , procuratore Samantha Kincaid.  
I suoi libri sono stati tradotti in più di una dozzina di lingue.  Burke è nata a Fort Lauderdale, in Florida , e cresciuta principalmente a Wichita, nel Kansas, dove sua madre, Pearl Pai Chu,  era una bibliotecaria scolastica e suo padre, il compagno di romanzi gialli James Lee Burke ,  era un professore di Inglese.  Traccia la sua passione per il crimine nella caccia al serial killer noto come BTK , attivo a Wichita negli anni '70. Burke ha conseguito il Bachelor of Arts in Psychology presso il Reed College , a Portland, in Oregon , completando la Tesi Senior "Gli effetti dell'emozione sulla memoria: restringimento spaziale dell'attenzione".  Andò alla Stanford Law School in California, diplomandosi come membro di Order of the Coif .  Dopo la scuola di legge, ha prestato servizio come segretaria giudiziaria a Betty Binns Fletcher della Corte d'appello degli Stati Uniti per il Nono Circuito e poi come Procuratore Distrettuale Distrettuale della Contea di Multnomah a Portland, dove ha perseguito i reati di violenza domestica e ha prestato servizio come precursore consulente del dipartimento di polizia.   Attualmente vive a New York ed è professoressa di giurisprudenza presso la Scuola di diritto della Hofstra University .  Ha fatto parte del consiglio di amministrazione dei Mystery Writers of America e come presidente del suo capitolo di New York.  Nel 2017 è stata eletta membro dell'American Law Institute . Nel 2014, l'editore Simon & Schuster ha annunciato che Mary Higgins Clark e Burke stavano collaborando alla serie Under Suspicion , con un intrepido giornalista televisivo che reinventa i casi di freddo.  Nel 2017, Burke è stato nominato per un Edgar Award come miglior romanzo per il suo libro, The Ex .

Link del Blog consigliati da Luigia Chianese
Books Review Blogger



dott.ssa Luigia Chainese Books Review Blogger Libri e Opinioni

Dall’ Etichetta del Blog; 

Alafair Burke












*******************************************************************

Commenta, Condividi, I Like, Clicca Segui sul Blog Libri e Opinioni
Mi trovi anche su FB – YOUTUBE - INSTAGRAM - TWITTER
Luigia Chianese Books Review Blogger @Librieopinioni @ChianeseLuigia
#LuigiaChianese #LibriEOpinioni #LuigiaChianeseBooksReviewBlogger #FollowMe #Segui
#AlafairBurke #LaRagazzaDelParco #UnaPerfettaSconosciuta 
#LaCittàDelTerrore #LaRagazzaCheHaiSposato #LultimaVoltaCheTihoVista #SorelleSbagliate
#ThrillerPsicologico  #Mistero

************************************************************************