lunedì 22 gennaio 2024

Oriano Galvanini - Helios - Un Giallo Thriller Ambientato nel Futuro

Oriano Galvanini
Helios

Recensione - Opinione di
 
Mi trovi anche su
 
Mugnano di Napoli (Na) – 16 gennaio 2024
 
Helios è un piccolissimo romanzo di appena 200 pagine, è un Thriller Tecnologico, un Distopico ambientato nel futuro. È anche un giallo-thriller, con i suoi tre delitti, ambientato sul nostro pianeta, oramai quasi del tutto abbandonato a causa di eventi climatici avversi che hanno portato, in circa due anni, all’evacuazione verso colonie spaziali e altri pianeti. Helios è il nome greco (Ἥλιος) del titanico dio del Sole, e proprio la nostra stella sta uccidendo l’umanità. In questo scenario apocalittico, l’ex agente della sicurezza Mortimer s’incarica delle indagini per scoprire il colpevole, o i colpevoli, dei delitti avvenuti tra i pochi umani, poco più di 1000 tra quelli noti, rimasti per scelta o per forza sulla Terra. Qui inizia il bello! In poche e semplici battute Oriano Galvanini, l’autore, imbastisce il racconto. La trama, se pur breve, è ben delineata e non manca di nulla, sia nella descrizione dei luoghi, cupi e ansiogeni, che nei personaggi. A proposito dei personaggi, il modus operandi della descrizione dei personaggi è sempre identico: nome e cognome, eventuale soprannome, a seguire il lavoro che svolgevano prima del “Grande Esodo”, poi l’occupazione che si ritrovano a fare sul pianeta Terra, quasi del tutto deserto e inospitale, ed infine una piccolissima descrizione fisica e caratteriale; il tutto in brevissimi righi.
Gli elementi della fantascienza però, ci sono tutti.
Iniziamo con le armi: spade e lance a raggi, simili a quelle di Star Wars di George Lucas, sono presenti;
Intelligenza Artificiale Umanoide quasi immortale, deviata e non deviata, e Intelligenza Artificiale da combattimento, stile drone, in questo caso a forma di sfera, presenti;
Navi da guerra e da trasporto, classe Explorer, a “Curvatura” ovviamente, presenti;
mezzi da trasporto terrestri, tipo auto e moto, a cuscini magnetici sollevati dal terreno, quindi, che viaggiano anche sui ghiacci e sulle acque, presenti;
e, ovviamente, non potevano mancare laboratori segreti con macchine per il condizionamento mentale e il trasferimento di memoria umana in corpi artificiali. La fantascienza non manca.
Ci sono, però, un po’ di elementi che mi hanno disturbata.
Primo: il ruolo della donna. Completamente assente, se non per piangere o, ripetuto più volte, per cucire borsette, cucinare e badare ai bambini. In un futuro di viaggi intergalattici penso che sia alquanto improbabile che non ci siano donne scienziate o che rivestano ruoli diversi da quelli delle casalinghe preistoriche; questo è stato molto brutto da constatare.
Secondo elemento penalizzante: l’utilizzo della “curvatura” per sposarsi da, ad esempio, Vancouver a Singapore. La curvatura si utilizza principalmente per viaggi interstellari non per “voli” terresti; ma l’autore ha scelto così.
Terzo elemento: la totale sudditanza, di tutti gli umani rimasti, sotto le decisioni di solo tre uomini, sia chiaro, maschi: ovvero Mortimer, Jeremiah e Peter. In pratica qualunque cosa detta o fatta da questi tre, sta bene a chiunque, senza appello.
Quarto elemento, forse il più orribile, è stato l’utilizzo, indiscriminato e ad personam, delle macchine d’Intelligenza Artificiale, con manipolazione mentale, per spiare i pensieri di tutti, senza chiedere permesso o autorizzazione a nessuno e quindi elevarsi ad accusa, difesa e giudice, contemporaneamente, ed infine, anche ad esecutore di sentenza.
Mortimer, Jeremiah e Peter sono come gli dei dell’Olimpo; a loro si rimette ogni decisione, non sbagliano mai, non esiste contraddittorio o opinione diversa dalla loro; ed è prevista anche la tortura, perché per ottenere informazioni, questi tre soggetti, in particolare Mortimer, non si risparmiano di causare danni mentali, fisici ed emotivi nei soggetti interessati senza verificare l’eventuale colpevolezza, ma solo per fini d’indagine. Tra loro e i comportamenti dei nazisti la differenza è minima; ma questa volta non si ubbidisce, in quanto soldati, agli “ordini del Fuhrer”, ma vi è vera volontà d’onnipotenza di questi tre uomini, mascherata con un fine più alto, la salvezza dei pochi umani rimasti o abbandonati sulla Terra.
Concludendo potrei dire che “le scelte” sono il vero focus dell’opera; in quanto le azioni degli uomini sono sempre imprevedibili dinnanzi alla speranza e alla paura, se pur ausiliate dall’Intelligenza Artificiale e da umanoidi; perché la prospettiva della solitudine e della morte porta gli esseri umani ad accettare anche ciò che umanamente intollerabile. Luigia Chianese
 
Nella mia scala, da 1 a 5, gradimento libro, questo testo, merita un 2 Libri. 📕📗📖📖📖
#LuigiaBooksBlogger #Blog #LibriEOpinioni
 
Video Recensione al Libro di
Oriano Galvanini -  Helios - 
Un Giallo Thriller Ambientato nel Futuro


Link per You Tube

TRAMA
Helios di Oriano Galvanini
Ripresa da internet e/o dalla copertina, in questo caso inviata dall’autore:
La Terra stava morendo. Le improvvise fiammate solari stavano compromettendo le condizioni di vita sulla Terra. Gli scienziati avevano previsto che entro qualche decina di anni la vita sul pianeta non sarebbe più stata possibile. Il Governo aveva predisposto l'abbandono del pianeta per trasferire tutti gli umani su nuovi mondi già colonizzati dove trovare rifugio. Il Grande Esodo durò due anni con delle grandi navi che imbarcarono gli umani che si erano radunati nei centri di raccolta. Ma non tutti lasciarono il pianeta. Un nutrito gruppo di umani, che per vari motivi non erano riusciti a partire, si organizzò nei pressi della baia di Vancouver dove costruirono una città sotterranea, al riparo delle radiazioni solari. Decisero di mettersi alla ricerca di qualche nave abbandonata dal Governo per lasciare il pianeta prima della catastrofe. Tre inspiegabili delitti sconvolgono la comunità già turbata dagli eventi climatici e Mortimer, un ex agente della Sicurezza si incarica delle indagini per scoprire il colpevole.

Editore: ‎ Independently published
Prima Edizione: 31 luglio 2023
Lingua: ‎ Italiano
Copertina flessibile: ‎ 202 pagine
Dimensioni: ‎ 12.7 x 1.3 x 20.32 cm
ISBN-13: ‎ 979-8854320085 - ASIN: ‎ B0CCZXY251

CENNI SULLA VITA di:
Oriano Galvanini
Ripresa da internet e/o dalla copertina; questa volta inviatami dall’autore:
Alla mia tenera età di settantasei anni, mi è saltato alla mente di scrivere. Non perché io sia un vecchietto che si annoia, anzi, abitando in una grande vecchia casa in campagna, troverei passatempi da bricoleur a volontà.
Oriano Galvanini, nato a Trieste nel 1944, vive attualmente a Pozzuolo del Friuli UD. Ha navigato negli anni 60’ come ufficiale marconista su navi mercantili battenti bandiera panamense. Dopo una vita trascorsa prevalentemente all’estero impegnato in diverse attività, in tarda età si dedica alla scrittura. Da sempre appassionato di storia dell’universo, alla quale si è avvicinato da curioso autodidatta, sceglie di scrivere di fantascienza per poter spaziare con la mente, assieme ai suoi lettori, tra i misteri del cosmo.
Dopo la trilogia de La Saga della Fenice, Oriano Galvanini dedica questo giallo thriller agli appassionati di entrambi i generi rimanendo nel suo filone preferito dell'avventura nella fantascienza.
 
CONSIGLIATI da

#LuigiaBooksBlogger
#Blog #LibriEOpinioni
#Recensioni #Opinioni #InfoBox #Eventi
#UnboxingBook #VideoBooks #LuigiaChianese
Mi trovi anche su FB -  INSTAGRAM
*****************
#OrianoGalvanini #Helios
#IndependentlyPublished #Amazon
#Avventura #Distopico #Fantascienza #Fantasy
#Giallo #Sci-Fi #ThrillerTecnologico
*****************
@OrianoGalvanini
@IndependentlyPublished @Amazon
*****************
 

Nessun commento:

Posta un commento

Per favore, non siate troppo duri con me! Soprattutto siate rispettosi educati e civili! Grazie!

Iscriviti come Lettore Fisso


Post più popolari degli ultimi 7 giorni!

POST SCELTO DA LUIGIA

Stephen King - Fairy Tale

Stephen King Fairy Tale Recensione - Opinione di Luigia Chianese Books Review Blogger Blog Libri e Opinioni FB Libri E Opinioni Twitter Libr...