Visualizzazione post con etichetta Mistero. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta Mistero. Mostra tutti i post

mercoledì 3 luglio 2019

Andrea Camilleri – Il cuoco dell’ Alcyon



Comprare il libro On – Line
Andrea Camilleri 
Il cuoco dell’ Alcyon

Recensione – Opinione
Mugnano di Napoli
Martedì 25 giugno 2019


Mentre scrivo questa Recensione - Opinione il Maestro Andrea Camilleri è ancora grave in ospedale; le tv riportano un arresto cardiorespiratorio, coma farmacologico, grave ma stabile. L’età è avanzata, a fumare non ne parliamo proprio, penso che abbia un pacchetto di sigarette, anche ora, nascosto sotto al cuscino; ma per noi fan dello scrittore, e non solo del suo più famoso personaggio il commissario Salvo Montalbano, (interpretato da Luca Zingaretti) sono ore d’angoscia.
Non riuscivo a leggere il romanzo comprato quasi un mese fa perché il pensiero di A.Camilleri in ospedale mi ha portato angoscia e dispiacere, ma poi mi sono decisa e in due giorni l’ho finito. Maestro riprenditi!

Questo mio Blog  è per le Recensioni – Opinioni quindi all’opera!
Sappiate che ho letto tutta la saga di Montalbano e il 90% delle opere pubblicate dal Maestro. Premesso ciò:

Dopo aver letto, nella 4° di copertina, la splendida “presentazione - riassunto”  del bravissimo Salvatore Silvano Nigro mi sono un tantino preoccupata. Ho guardato il libro, nel suo spessore intendo, e mi sono detta: << mica mi ritrovo una nuova epopea o una nuova Odissea dinnanzi? Troppe poche pagine, ma il maestro ci riuscirebbe. >>.
Dalla presentazione sembra un testo “potente” ma dopo averlo letto dire che ci sono rimasta un po' male è riduttivo.

Sono rimasta di stucco anche della “nota alla nota”,  scritta da A. Camilleri, perché in qualche modo quelle due note, a fine racconto, hanno avvalorato la mia sensazione.
Questo romanzo è uno sfizio che A. Camilleri si è voluto togliere sul personaggio del Commissario Salvo Montalbano.

Parliamoci chiaro se non fosse scritto nel “Linguaggio di Camilleri”,  se i personaggi non fossero quelli che abbiamo imparato ad amare, (Livia, Fazio, Mimì, Catarella etc. ... ) questo romanzo sarebbe banale.

Storia di “un cavallo di troia poliziesco stile americanata” ... ecco cosa è! 

La vicenda narrata, di per se, è fattibile, (leggere riassunto-trama sotto) sullo stile nulla da dire, stiamo parlando di Camilleri che è una garanzia, ma non sembra una storia “da e per” il Commissario Montalbano.
Mai letto, anche nei momenti più cupi, di un Salvo così remissivo, ubbidiente, forse con uno slancio nel finale, ma sempre troppo accomodante; sembrava di avere dinnanzi un altro commissario e non un ormai vecchio commissario.

Il finale poi, soprattutto nelle azioni materiali del commissario, mi hanno profondamente deluso. Sembrava un fantoccio, un bambolotto. E poi il questo “piegarsi” all’ FBI, come se noi non sapessimo gestire “Cosa Nostra e Simili” a me non è proprio piaciuto.

Capisco che questo romanzo è nato come soggetto per un film italo-americano ma, forse, sarebbe stato meglio consegnarlo alle stampe direttamente come “soggetto per un film” che come altra avventura di Salvo Montalbano.
Resto dell’ idea che il maestro si è fatto passare uno sfizio!
L.Ch.


******************************************************************
Commenta, Condividi, I Like, Clicca Segui sul Blog Libri e Opinioni
Mi trovi anche su FB Libri e Opinioni


#LuigiaChianese #LibriEOpinioni
#LuigiaChianeseBooksReviewBlogger

#LuigiaChianese #LibriEOpinioni
#LuigiaChianeseBooksReviewBlogger
#AndreaCamilleri #IlCuocoDellAlcyon
#Narrativa #Mistero
****************************************************************

TRAMA
Il cuoco dell’ Alcyon
di
Andrea Camilleri

Ripresa da internet e dalla 4° di copertina:
Comprare il libro On – Line
"Tutto è indecidibile, sogno e realtà, vero e falso, maschera e volto, farsa e tragedia, allucinazione e organizzata teatralità di mosse e contromosse beffarde, in questo thriller che impone al lettore, tallonato dal dubbio e portato per mano dentro la luce fosca e i gomiti angustiosi dell'orrore, una lettura lenta del ritmo accanito dell'azione. Tutti si acconciano a recitare, nel romanzo: che si apre drammaticamente con i licenziamenti degli impiegati e degli operai di una fabbrica di scafi gestita da un padroncino vizioso e senza ritegno, detto Giogiò; e con il suicidio, nello squallore di un capannone, di un padre di famiglia disperato. Da qui partono e si inanellano le trame macchinose e la madornalità di una vicenda che comprende, per «stazioni», lo smantellamento del commissariato di Vigàta, la solitudine scontrosa e iraconda del sopraffatto Montalbano, lo sgomento di Augello e di Fazio (e persino dello sgangherato Catarella), l'inspiegabile complotto del Federal Bureau of Investigation, l'apparizione nebbiosa di «'na granni navi a vela», Alcyon, una goletta, un vascello fantasma, che non si sa cosa nasconda nel suo ventre di cetaceo (una bisca? Un postribolo animato da escort procaci? Un segreto più inquietante?) e che evoca tutta una letteratura e una cinematografia di bucanieri dietro ai quali incalza la mente gelida di un corsaro, ovvero di un più aggiornato capufficio dell'inferno e gestore del delitto e del disgusto. «L'Alcyon (...) aviva la bella bitudini di ristari dintra a un porto il minimo 'ndispensabili e po' scompariri». Il romanzo ha, nella suggestione di un sogno, una sinistra eclisse di luna che incombe (detto alla Bernanos) su «grandi cimiteri». La tortuosità della narrazione è febbrile. Prende il lettore alla gola. Lo disorienta con le angolazioni laterali; e, soprattutto, con il tragicomico dei mascheramenti e degli equivoci tra furibondi mimi truccati da un mago della manipolazione facciale. Sorprendente è il duo Montalbano-Fazio. Il commissario e l'ispettore capo recitano come due «comici» esperti. «Contami quello che capitò», dice a un certo punto Montalbano a Fazio. E in quel «contami» si sente risuonare un antico ed epico «cantami»: «Cantami, o Diva, del pelide Achille l'ira funesta che infiniti addusse lutti agli Achei (...)». Il cuoco dell'Alcyon è «una Iliade di guai»." (Salvatore Silvano Nigro)

Prima pubblicazione30 maggio 2019
GeneriNarrativa, Mystery
  
CENNI SULLA VITA
di:
Andrea Camilleri


Ripresa da internet e dalla 4° di copertina:
Nato a Porto Empedocle (Agrigento) il 6 settembre 1925, Andrea Camilleri vive da anni a Roma.
Appena conseguita la maturità liceale e non ancora diciottenne assiste allo sbarco degli alleati nella natia Sicilia riportandone un'impressione profonda. Frequenta quindi l'Accademia d'Arte Drammatica (nella quale in seguito insegnerà Istituzioni di Regia) e a partire dal 1949 inizia a lavorare come regista, autore e sceneggiatore, sia per la televisione (celebri le sue riduzioni di polizieschi come "Il Tenente Sheridan" e il "Commissario Maigret"), sia per il teatro (in particolare con opere di Pirandello e Beckett).
Forte di questo straordinario bagaglio di esperienze, ha poi messo la sua penna al servizio della saggistica, campo in cui ha donato alcuni scritti e riflessioni intorno all'argomento spettacolo.
Col passare degli anni ha affiancato a queste attività principali quella più squisitamente creativa di scrittore. Il suo esordio in questo campo risale precisamente al primo dopoguerra; se dapprima l'impegno nella stesura di romanzi è blando, col tempo si fa decisamente più intenso fino a dedicarvi un'attenzione esclusiva a partire da quando, per sopraggiunti limiti d'età, abbandona il lavoro nel mondo dello spettacolo. Una serie di racconti e poesie gli varranno il premio Saint Vincent.
Il grande successo è però arrivato con l'invenzione del personaggio del Commissario Montalbano, protagonista di romanzi che non abbandonano mai le ambientazioni e le atmosfere siciliane e che non fanno alcuna concessione a motivazioni commerciali o a uno stile di più facile lettura. Infatti, dopo "Il corso delle cose" (1978), passato pressoché inosservato, pubblica nel 1980 "Un filo di fumo", primo di una serie di romanzi ambientati nell'immaginaria cittadina siciliana di Vigàta, a cavallo fra la fine dell'800 e l'inizio del '900.
In tutti questi romanzi Camilleri dà prova non solo di una straordinaria capacità inventiva, ma riesce a calare i suoi personaggi in un ambiente totalmente inventato e nello stesso tempo realistico, creando dal nulla anche un nuovo linguaggio, una nuova "lingua" (derivata dal dialetto siciliano).
Anche la televisione, che tanto Camilleri ha frequentato in gioventù prodigandovi grandi energie, ha contribuito non poco alla diffusione del fenomeno dello scrittore siciliano, grazie alla serie di telefilm dedicati al Commissario Salvo Montalbano (interpretato da un magistrale Luca Zingaretti).
Una curiosità: i romanzi di Andrea Camilleri di ambientazione siciliana sono nati da studi personali sulla storia dell'isola.

Link nel Blog Libri e Opinioni Consigliati da

Luigia Chianese Books Review Blogger















******************************************************************
Commenta, Condividi, I Like, Clicca Segui sul Blog Libri e Opinioni
Mi trovi anche su FB Libri e Opinioni


#LuigiaChianese #LibriEOpinioni
#LuigiaChianeseBooksReviewBlogger

#LuigiaChianese #LibriEOpinioni
#LuigiaChianeseBooksReviewBlogger
#AndreaCamilleri #IlCuocoDellAlcyon
#Narrativa #Mistero
****************************************************************





ù

martedì 11 giugno 2019

Info Box ... Prossimamente ... Andrea Camilleri - Il Cuoco dell' Alcyon






Info Box ... Prossimamente 

Andrea Camilleri 
Il Cuoco dell' Alcyon


Mugnano di Napoli
Martedì 11 Giugno 2019

Salve Amici del Blog e non solo, 
ovviamente, da fan, non ho potuto non acquistare l' ultima opera del Maestro Andrea Camilleri; non l'ho ancora iniziato perché, per questo autore, desidero: tempo, calma e serenità. Penso che non mi lascerò prendere dalla curiosità ma lo leggerò il prossimo mese sdraiata al sole e con un bel drink fresco che mi allieterà la lettura! 

Nel frattempo vi lascio i link sulle altre opere di Andrea Camilleri e Non Solo, per altri Thriller e libri sul Mistero  e la Narrativa, e, come d' abitudine, dei piccoli cenni, ripresi da internet e dalla 4° di copertina del volume, sulla trama dell' opera e la vita dell' autore. 
Vi lascio anche il link dove poter comprare il libro on-line. 
Sono graditissime le Vs. opinioni! Grazie! 
Con affetto L.Ch.   

******************************************************************
Commenta, Condividi, I Like, Clicca Segui sul Blog Libri e Opinioni
Mi trovi anche su FB Libri e Opinioni 


#LuigiaChianese #LibriEOpinioni
#LuigiaChianeseBooksReviewBlogger

#LuigiaChianese #LibriEOpinioni
#LuigiaChianeseBooksReviewBlogger
#AndreaCamilleri #Montalbano #Vigata #IlCuocoDellAlcyon
#Mistero #Narrativa #Thriller 
****************************************************************

TRAMA
Il Cuoco dell' Alcyon
di 
Andrea Camilleri 

Ripresa da internet e dalla 4° di copertina:
Il suicidio di un operaio appena licenziato e un imprenditore privo di scrupoli trovato assassinato con un colpo di pistola alla nuca. E poi c’è l’Alcyon, una goletta un po’ misteriosa, pochissimi gli uomini di equipaggio, niente passeggeri, la zona di poppa larga abbastanza per fare atterrare un elicottero. Per Montalbano a Vigàta tante gatte da pelare e il suo commissariato da difendere: qualcuno infatti sta tentando di farlo fuori... Un giallo d’azione, quasi una spy story dove si intrecciano agenti segreti, FBI e malavita locale. E un commissario irriconoscibile, che stupirà i suoi lettori.
  
CENNI SULLA VITA di:
Andrea Camilleri 

Ripresa da internet (da biografie on line) e dalla 4° di copertina:
Comprare il libro On – Line
Nato a Porto Empedocle (Agrigento) il 6 settembre 1925, Andrea Camilleri vive da anni a Roma.

Appena conseguita la maturità liceale e non ancora diciottenne assiste allo sbarco degli alleati nella natia Sicilia riportandone un'impressione profonda. Frequenta quindi l'Accademia d'Arte Drammatica (nella quale in seguito insegnerà Istituzioni di Regia) e a partire dal 1949 inizia a lavorare come regista, autore e sceneggiatore, sia per la televisione (celebri le sue riduzioni di polizieschi come "Il Tenente Sheridan" e il "Commissario Maigret"), sia per il teatro (in particolare con opere di Pirandello e Beckett).
Col passare degli anni ha affiancato a queste attività principali quella più squisitamente creativa di scrittore. Il suo esordio in questo campo risale precisamente al primo dopoguerra; se dapprima l'impegno nella stesura di romanzi è blando, col tempo si fa decisamente più intenso fino a dedicarvi un'attenzione esclusiva a partire da quando, per sopraggiunti limiti d'età, abbandona il lavoro nel mondo dello spettacolo. Una serie di racconti e poesie gli varranno il premio Saint Vincent.
Il grande successo è però arrivato con l'invenzione del personaggio del Commissario Montalbano, protagonista di romanzi che non abbandonano mai le ambientazioni e le atmosfere siciliane e che non fanno alcuna concessione a motivazioni commerciali o a uno stile di più facile lettura. Infatti, dopo "Il corso delle cose" (1978), passato pressoché inosservato, pubblica nel 1980 "Un filo di fumo", primo di una serie di romanzi ambientati nell'immaginaria cittadina siciliana di Vigàta, a cavallo fra la fine dell'800 e l'inizio del '900.
In tutti questi romanzi Camilleri dà prova non solo di una straordinaria capacità inventiva, ma riesce a calare i suoi personaggi in un ambiente totalmente inventato e nello stesso tempo realistico, creando dal nulla anche un nuovo linguaggio, una nuova "lingua" (derivata dal dialetto siciliano).
Anche la televisione, che tanto Camilleri ha frequentato in gioventù prodigandovi grandi energie, ha contribuito non poco alla diffusione del fenomeno dello scrittore siciliano, grazie alla serie di telefilm dedicati al Commissario Salvo Montalbano (interpretato da un magistrale Luca Zingaretti).
Una curiosità: i romanzi di Andrea Camilleri di ambientazione siciliana sono nati da studi personali sulla storia dell'isola.  



Link nel Blog "Libri e Opinioni" Consigliati da
Luigia Chianese - Books Review Blogger


dott.ssa Luigia Chianese
Books Review Blogger
Libri e Opinioni
Dall' Etichetta del Blog;












******************************************************************
Commenta, Condividi, I Like, Clicca Segui sul Blog Libri e Opinioni
Mi trovi anche su FB Libri e Opinioni 


#LuigiaChianese #LibriEOpinioni
#LuigiaChianeseBooksReviewBlogger

#LuigiaChianese #LibriEOpinioni
#LuigiaChianeseBooksReviewBlogger
#AndreaCamilleri #Montalbano #Vigata #IlCuocoDellAlcyon
#Mistero #Narrativa #Thriller 
****************************************************************

giovedì 18 aprile 2019

Pino Imperatore – Con tanto affetto ti ammazzerò



Pino Imperatore

Con tanto affetto 
ti ammazzerò

Recensione – Opinione
di Luigia Chianese
Books Review Blogger
Mugnano di Napoli
Lunedì 15 aprile 2019

Pino Imperatore ha una caratteristica nel narrare: ed è quella di essere bravissimo nel descrivere Napoli con amore ed utilizzando un linguaggio semplice ed accessibile a tutti. Riesce a tracciare, come un pennello sulla tela, personaggi e luoghi; narrando avventure, leggende e storie facendole sfumare una nell’altra come i colori in un quadro; e il quadro è Napoli con i suoi variopinti abitanti.
Questa volta, come lui stesso ha confermato durante la presentazione del libro (lunedì 08 aprile 2019 in Mugnano di Napoli) uno dei personaggi principali del libro, ovvero la baronessa De Flavis, con la sua nobiltà d’ animo, è la metafora stessa di Napoli. Nella pagina 329 si dice: << La De Flavis ha attraversato epoche e cambiamenti storici e sociali proteggendo la sua nobiltà d’ animo da tutti coloro che avrebbero voluto spogliarla dei titoli e degli averi.>>. In fondo è ciò che è successo a Napoli nella storia durante le varie dominazioni che si sono susseguite. Come, però, dice l’autore, la De Flavis non è solo la metafora di Napoli, raccontata attraverso i sui diari, (che coprono un arco temporale dal 1947 ai giorni nostri circa)  è ben altro; come si evince da pagina 340: <<Ho avvertito la necessità di raccontare la vicenda di una donna che è metafora della vita sociale contemporanea; sarebbe meglio dire vita asociale, visto che oggi sembrano valere più i sentimenti di odio che i sentimenti di amore.>. Quella che ci viene presentata è una Napoli / baronessa (sono co-protagoniste) coraggiosa e camaleontica e i diari della De Flavis ci lasciano aprire dolci spunti di riflessione sulla vita personale e familiare di tutti.
Una nota che desidero aggiungere è che durante la presentazione del volume, lo stesso Imperatore, parlando della creazione e riproposizione dei personaggi, proprio sulla De Flavis, baronessa, ha ammesso che non vi è stata un “premeditazione” a renderla “metafora di Napoli” ma è stato un autentico processo in divenire. Una costruzione del personaggio che è avvenuto lentamente.
Il libro si apre, infatti, con la presentazione, in elenco, dei personaggi principali, e questo è un bene perché molti dei personaggi sono i medesimi di quelli di un altro romanzo dell’ autore: Aglio olio e assassino, repeat adjuvat.
Caratteristica simile all’altro romanzo è il concetto di speranza che questa volta è tutto concentrato nella figura della nipote della baronessa, Noemi (la Italo Giapponese); lei è un autentico spiraglio di luce nel buio che spesso attanaglia i cuori della gente.
(“il male può esistere anche dove non dovrebbe esserci” Pino Imperatore.)
Questo libro è un autentico viaggio negli affetti e nella famiglia, dove la famiglia è allargata fino all’estremo; dove sono inclusi cani, vicini di casa, amici, e la città stessa. Qui abbiamo la contrapposizione di due schemi famigliari: la famiglia super allargata dei Vitiello, esempio positivo, già conosciuta nel precedente romanzo, e la famiglia, chiusa e cinica, della baronessa De Flavis, esempio negativo. Luce ed oscurità che si contrappongono come in un quadro.
Come ha confermato l’autore stesso quelle narrate sono storie inventate ma prendono spunto anche dalla realtà;  lo stesso bellissimo, affascinante e talentuoso ispettore Gianni Scapece è un personaggio che nella realtà esiste davvero, non con questo nome e con tutte le caratteristiche del racconto ma è costruito e modellato su una persona vera.
Altra figura particolare,  secondaria e sfiziosa del libro,  è il cane Zorro. Un personaggio quasi umanizzato. Con la sua storia d’ amore e fidanzamento, con la cagnetta Bigodina, genera una storia nella storia piena di tanto buonumore.
Il testo è dotato di linguaggio semplice e diretto, colmo di esempi concreti e dinamici ed è diviso in tre parti fondamentali: Le parti comiche ed umoristiche, che danno leggerezza al racconto; l’indagine poliziesca vera e propria, condotta, secondo me, con troppo poco rispetto delle regole, ma è una simpatica scelta dell’ autore; e la terza parte: il diario della baronessa De Flavis, che è la parte riflessiva dell’ opera, che apre e chiude il romanzo. Il libro è molto buono, veramente piacevole e coinvolgente; infatti lo consiglio soprattutto a chi non ama letture troppo impegnative. E’ veramente scritto bene. Il finale è molto “romantico”, perché la giustizia del cuore prevale. A me, però, questo finale, non è piaciuto troppo; l’ho trovato  arronzato e scontato, avrei voluto un colpo di scena da fuochi d’ artificio.  Una dritta: se state molto ma molto attenti da pagina 5 a pagina 16 potete già intuire il ... “chi potrebbe essere  stato” a dipingere il bel quadretto!
L.Ch.

https://amzn.to/2uOmqdA
Vi propongo una nota secondaria, a cui non posso fare a meno di pensare.
Avete presente il Maestro Andrea Camilleri e il suo personaggio Salvo Montalbano?
Ho Notato questo:
Camilleri: Personaggio polizia tanto di moda oggi. (Salvo Montalbano)
Imperatore: personaggio polizia tanto di moda oggi. (Gianni Scapece)
Camilleri: Ambientazione regionale: l’amata Sicilia e il mare.
Imperatore: Ambientazione regionale: l’amata Napoli e il mare.
Camilleri: Attenzione maniacale alla cucina, ai cibi e alla trattoria.
Imperatore: Trattoria Partenope e la cucina, medesima attenzione.
Camilleri: Personaggio donnaiolo: Augello
Imperatore: Personaggio donnaiolo: Scapece
Camilleri: Quasi sempre nei sui romanzi ci sono: storia principale e secondaria.
Imperatore: La storia della baronessa De Flavis come storia princiaple e le storie di: Zorro, dell’ agente Cafiero, delle due cuoche; anche qui secondaria e principale.
Camilleri: Storia d’amore “travagliata” tra il protagonista Salvo Montalbano e la sua Livia.
Imperatore: Storia d’amore “indecisa” tra il protagonista Scapece e la figlia dei Vitiello.
Camilleri: Personaggio comico: Catarella.
Imperatore: Personaggio comico, ma non troppo, il Commissario di Polizia Carlo Improta e nonno Ciccio Vitiello.
Camilleri: Linguaggio e cultura siculo italiana, decisamente meridionale, con usi e costumi del luogo, con tanto di sfruttamento delle bellezze paesaggistiche e artistiche dei luoghi.
Imperatore: linguaggio e cultura italo napoletana, decisamente meridionale, con usi e costumi del luogo, con tanto di sfruttamento delle bellezze paesaggistiche e artistiche dei luoghi.
Camilleri: Collocazione, spettacolare, della casa di Salvo Montalbano
Imperatore: Collocazione, spettacolare, della casa di Scapece
Devo continuare? Per me sono un eccesso di similitudini, con un capolavoro moderno creato da Camilleri, (di cui ammetto di essere fan e di aver letto tutti e cento e passa romanzi) cosa che avevo già notato in Aglio olio e assassino.
Ai posteri l’ardua sentenza!
L.Ch.

***********************************************************
Commenta, Condividi, I Like, Clicca Segui sul Blog:
Mi trovi anche su FB:
Instagram: @luigia_chianese
Twitter: @ChianeseLuigia
@librieopinioni
Books Review Blogger Luigia Chianese

#PinoImperatore #ConTantoAffettoTiAmmazzerò #Thriller #Mistero 
#Giallo #NarrativaModernaeContemporanea 
#LuigiaChianese @luigia_chianese @ChianeseLuigia @librieopinioni
Books Review Blogger Luigia Chianese #BooksReviewBloggerLuigiaChianese
*************************************************************

TRAMA

Con tanto affetto ti ammazzerò
di Pino Imperatore

https://amzn.to/2uOmqdA
Ripresa da internet e dalla 4° di copertina:
A Villa Roccaromana, una delle dimore marine più affascinanti di Posillipo, si festeggia il novantesimo compleanno della baronessa Elena De Flavis, la cui nobiltà d'animo è riconosciuta in tutta Napoli. L'ispettore Gianni Scapece, tra gli invitati insieme al commissario Carlo Improta, si gode la serata e la conoscenza di Naomi, incantevole nipote della padrona di casa. Tutto scorre con piacevolezza finché qualcuno decide di mettere in scena il finimondo: proprio quando un tenore attacca a cantare Nessun dorma, molti dei presenti iniziano a perdere i sensi, uno dopo l'altro. Nella gran confusione che segue, la baronessa scompare insieme al suo maggiordomo cingalese Kiribaba. Un rapimento? Un suicidio? Un tragico incidente? Il mistero prende una brutta piega quando Scapece e Improta incontrano i tre figli della baronessa, per nulla sconvolti dall'accaduto e interessati piuttosto alla spartizione dell'eredità. È l'inizio di una complicata indagine tra i rancori, le gelosie e le meschinità che a volte distruggono i legami familiari; ma per fortuna l'ispettore e il commissario saranno spalleggiati da un'altra famiglia, quella dei Vitiello e della trattoria Parthenope, fonte inesauribile di buonumore e di trovate geniali. In un susseguirsi di colpi di scena ed episodi esilaranti, Pino Imperatore ci conduce in una vicenda emblematica di ciò che può diventare la vita: una delizia, se trascorsa con chi amiamo e facendo del bene al prossimo, o un inferno, se ci lasciamo avvelenare dal denaro e dall'egoismo.

Genere: Thriller, Giallo, Mistero, Narrativa Moderna e Contemporanea
pagg. 354, euro 15,00 circa
Edizione: DeA Planeta - Prima uscita 02/04/2019
Comprare il Libro  on-line: https://amzn.to/2uOmqdA


***********************************************************

Commenta, Condividi, I Like, Clicca Segui sul Blog:
Mi trovi anche su FB:
Instagram: @luigia_chianese
Twitter: @ChianeseLuigia
@librieopinioni
Books Review Blogger Luigia Chianese

#PinoImperatore #ConTantoAffettoTiAmmazzerò #Thriller #Mistero 
#Giallo #NarrativaModernaeContemporanea 
#LuigiaChianese @luigia_chianese @ChianeseLuigia @librieopinioni
Books Review Blogger Luigia Chianese #BooksReviewBloggerLuigiaChianese
*************************************************************



CENNI SULLA VITA di:

Pino Imperatore


Pino Imperatore - libreria L' Acrobata 08/04/2019
Mugnano di Napoli (Na)
Presentazione: Con tanto affetto ti ammazzerò
Ripresa da internet e dalla 4° di copertina: Ripresa da internet e dalla 4° di copertina: Nato a Milano da genitori emigranti napoletani, vive ad Aversa, in provincia di Caserta, e lavora a Napoli. Nel 2001 ha ideato e fondato il Laboratorio di scrittura comica e umoristica «Achille Campanile».,Dal 2005 è responsabile della sezione Scrittura Comica del Premio «Massimo Troisi». Il suo romanzo Benvenuti in casa Esposito. Un nuovo anno tragicomico (Giunti 2012), ha scalato le classifiche grazie al passaparola e ha ottenuto riconoscimenti nei premi «Città di Latiano», «Umberto Domina» e «Giancarlo Siani». A questo libro si aggiungono Benvenuti in casa Esposito. Le avventure tragicomiche di una famiglia camorrista (Giunti 2012), De vulgari cazzimma. I mille volti della bastardaggine (Cento Autori 2014), Questa scuola non è un albergo (Giunti 2015), Capita solo a Napoli(Mondadori, 2014), Allah, san Gennaro e i tre kamikaze (Mondadori, 2017), Aglio, olio e assassino (Dea Palneta 2018) Con tanto affetto ti ammazzerò (Dea Palneta 2019)









***********************************************************
Commenta, Condividi, I Like, Clicca Segui sul Blog:
Mi trovi anche su FB:
Instagram: @luigia_chianese
Twitter: @ChianeseLuigia
@librieopinioni
Books Review Blogger Luigia Chianese

#PinoImperatore #ConTantoAffettoTiAmmazzerò #Thriller #Mistero 
#Giallo #NarrativaModernaeContemporanea 
#LuigiaChianese @luigia_chianese @ChianeseLuigia @librieopinioni
Books Review Blogger Luigia Chianese #BooksReviewBloggerLuigiaChianese
*************************************************************



Link nel Blog consigliati da Luigia Chianese

dott.ssa Luigia Chianese
Books Review Blogger
www.librieopinioni.com
Dall' Etichetta del Blog; Pino Imperatore:

Dall’ Etichetta del Blog;Narrativa Moderna e Contemporanea:

Dall’ Etichetta del Blog;Thriller:

Dall’ Etichetta del Blog;Mistero:

Dall’ Etichetta del Blog; Giallo:

Comprare il Libro  on-line:






***********************************************************

Commenta, Condividi, I Like, Clicca Segui sul Blog:
Mi trovi anche su FB:
Instagram: @luigia_chianese
Twitter: @ChianeseLuigia
@librieopinioni
Books Review Blogger Luigia Chianese

#LuigiaChianese @luigia_chianese @ChianeseLuigia @librieopinioni
Books Review Blogger Luigia Chianese #BooksReviewBloggerLuigiaChianese
*************************************************************