Visualizzazione post con etichetta thriller. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta thriller. Mostra tutti i post

martedì 28 gennaio 2020

Giorgio Faletti - Spugnole

Giorgio Faletti  
Spugnole

Recensione – Opinione
di

Mugnano di Napoli
Il 03 gennaio 2020

Pagina 24:<<… a sorreggere il ricordo c’era la sua gioventù, che quando c’è non fa rumore ma quando passa lascia il vero, assoluto silenzio.>>.
Anche questo libretto, di appena 69 pagine, introduzione inclusa, è presentato con l’introduzione di Marcello Simoni. Tale introduzione di appena 47/50 righe ( a stento tre pagine)  è decisamente accattivante, spinge a desiderare di leggere subito il libretto.
Pagina 24: <<Il problema vero sta nella memoria, che se la chiami in aiuto e le chiedi dei giudizi sul tempo passato, quasi sempre ti racconta delle bugie.>>.
Per quanto concerne la storia raccontata da Giorgio Faletti devo dire che, come a suo solito, è stato diretto nell’ arrivare al punto, un uso magistrale delle parole; pochi cenni per trovare la quadratura e tale quadratura questa volta è nella memoria di un vecchio contadino.
Amore per la madre terra che si lega alla memoria famigliare da tramandare, catene che si spezzano e si riallacciano come il ciclo continuo delle stagioni, questa è la cornice del racconto.   
Pagina 63:<<Se fosse stato diverso avrebbero potuto parlargli, lui e suo padre, gli avrebbe detto cose che era giusto che sapesse, cose che il loro padre a sua volta aveva detto loro. Quando li aveva ritenuti in grado di capirle o se non altro di accettarle senza una plausibile spiegazione, perché una spiegazione plausibile non c’era.>>.
Ma il vero punto focale del libro sta nell’ambientazione magica-bucolica che è meravigliosamente descritta, forse avrei voluto maggiore attenzione e descrizione sul finale e sulla “strana-magica vicenda”; diciamo che solo una paginetta, massimo due, in più avrebbero dato maggiore enfasi e pathos al finale che comunque è originale e particolare.
Pagina 69:<<Forse non avrebbe capito ma forse avrebbe accettato anche senza capire …>>Non è svelato il mistero ma lascia la possibilità al lettore di fantasticare a suo piacimento.
L.Ch.

******************************************************************
Commenta, Condividi, I Like, Clicca Segui sul Blog Libri e Opinioni
Mi trovi anche su FB Libri e Opinioni
#LuigiaChianese #LibriEOpinioni
#LuigiaChianeseBooksReviewBlogger
#FollowMe #Segui
#GiorgioFaletti #PhysiqueDuRole # Spugnole #B-Movie
#AntropologiaCriminaleLambrosiana #Pseudoscienza #MarcelloSimoni
#Horror HorrorPsicologico #DarkFantasy #Mistero #Thriller #Suspense
#NarrativaModernaEContemporanea #NarrativaPsicologica
****************************************************************

TRAMA
Spugnole
Giorgio Faletti  

Ripresa da internet e/o  dalla 4° di copertina:
Un anziano contadino esce per la consueta passeggiata insieme al suo cane, con la scusa di andare a caccia, e raggiunge il suo posto preferito, la collina del Campo Duro, un pezzo di terra desolato, arido, in cui non cresce nulla, che appartiene alla sua famiglia da sempre. E lì incontra due uomini: suo nipote, quarantenne commercialista rampante, e un ricco costruttore che da tempo vogliono comprare quel terreno per renderlo edificabile. Ma il vecchio non vuole vendere né la sua terra vuole essere venduta, e la terra può diventare spietata se solo si tenta di tradirla.

Prima pubblicazione: 16 settembre 2019
AutoreGiorgio Faletti
Edizione: La Nave di Teseo

CENNI SULLA VITA
di:
Giorgio Faletti

Ripresa da internet e/o dalla 4° di copertina:
Giorgio Faletti, artista poliedrico, non ha mai smesso di dare prova della sua capacità di spaziare da un campo artistico all’altro. Come comico ha lasciato una forte impronta nel panorama della comicità creando una serie di personaggi indimenticabili protagonisti di alcune fortunate serie televisive come Drive InEmilio e Fantastico 90. Anche come musicista Giorgio Faletti ha ottenuto negli anni numerosi consensi.
Ha cominciato pubblicando in proprio diversi album di successo. Nel 1994, con la canzone  Signor Tenente, si è aggiudicato il secondo posto e il Premio della Critica al Festival di Sanremo. Sono nate in seguito le collaborazioni con alcuni grandi artisti della musica leggera italiana: ha scritto canzoni per Mina, Milva, Gigliola Cinquetti e i versi di due album di Angelo Branduardi, Camminando Camminando e Il dito e la luna. Il 2002 segna l’esordio in campo letterario. Il romanzo Io uccido balza immediatamente al vertice delle classifiche italiane e con oltre 3.500.000 di copie vendute diventa uno dei più clamorosi successi editoriali degli ultimi anni. Nel 2004 esce Niente di vero tranne gli occhi che ne conferma il talento letterario con oltre tre milioni di copie vendute. I suoi libri sono tradotti in 25 lingue e pubblicati con grande successo, oltre che in tutti gli stati d’Europa, anche in Sud America, in Cina, in Giappone, in Russia e a partire dal mese di marzo 2007 negli Stati Uniti e nei paesi di lingua anglosassone. Nel novembre del 2005 Giorgio Faletti ha ricevuto dal Presidente della Repubblica il Premio De Sica per la Letteratura. Nel frattempo non dimentica di essere un attore. Nel 2006 interpreta il prof. Martinelli in Notte prima degli esami, film campione di incassi con oltre 20 milioni di euro al botteghino. La sua interpretazione è stata premiata dalla critica con la nomination al David di Donatello come migliore attore non protagonista. Il suo terzo romanzo, Fuori da un evidente destino ha venduto quasi 2 milioni di copie.  Del 2008 la raccolta di racconti Pochi inutili nascondigli (Baldini Castoldi Dalai) e del 2009 l'audiolibro di uno di questi racconti, Una gomma e una matita (Emons audiolibri) letto da Vinicio Marchioni. Nel 2010 esce Appunti di un venditore di donne (B.C. Dalai editore). Nel 2011 esce Tre atti e due tempi (Einaudi) e nel 2012  Da quando a ora (Einaudi).
Giorgio Faletti scompare nel 2014, in seguito a una lunga malattia.  

Cenni sulla Vita e Opere 
di 
Marcello Simoni

Ripresa da internet e/o dalla 4° di copertina:
Nasce a Comacchio, in provincia di Ferrara, nel 1975.
E’ uno scrittore, bibliotecario e archeologo italiano. Nel 2011 ha pubblicato il romanzo Il mercante di libri maledetti, che ha raggiunto il 2º posto nella classifica dei libri più venduti in Italia del 26 settembre. È il vincitore del Premio Bancarella 2012. Nel 2013 vince il premio Lizza d'oro con L'isola dei monaci senza nome. Il 2 luglio 2015 pubblica L'abbazia dei cento delitti, romanzo primo in classifica che raggiunge un milione di copie. Laureato in Lettere all'Università degli Studi di Ferrara, svolge per anni la professione di archeologo, per poi divenire bibliotecario presso il Seminario dell'Annunciazione. Ha pubblicato diversi saggi storici, soprattutto per la rivista specialistica Analecta Pomposiana. Molte delle sue ricerche riguardano l'abbazia di Pomposa, con speciale attenzione agli affreschi medievali che raffigurano scene del Vecchio e del Nuovo Testamento e dell'ApocalisseSul fronte della narrativa ha partecipato all'antologia 365 racconti horror per un anno, a cura di Franco Forte. Altri suoi racconti sono usciti per la rivista letteraria Writers Magazine Italia. Il suo primo romanzo, Il mercante di libri maledetti, è un thriller medievale che ruota intorno alla figura di Ignazio da Toledo, mercante di reliquie mozarabo, e a uno sfuggente manoscritto intitolato Uter Ventorum, in grado secondo leggenda di evocare gli angeli. In realtà questo volume è uno pseudobiblion come il Necronomicon citato da H.P. Lovecraft. Per il successo conseguito da questo romanzo l'autore ha ricevuto il 24 novembre 2011 il premio What's up Giovani Talenti per la culturaNell'ottobre del 2012 pubblica La biblioteca perduta dell'alchimista con protagonista ancora il mercante Ignazio da Toledo e a partire dall'agosto dello stesso anno Rex Deus. L'armata del diavolo, ebook a puntate poi pubblicato in cartaceo con il titolo L'isola dei monaci senza nomeNel tempo libero Simoni organizza eventi culturali di taglio letterario.


 Consigliati da



Comprare il libro On – line:  QUI










******************************************************************
Commenta, Condividi, I Like, Clicca Segui sul Blog Libri e Opinioni
Mi trovi anche su FB Libri e Opinioni
#LuigiaChianese #LibriEOpinioni
#LuigiaChianeseBooksReviewBlogger
#FollowMe #Segui
#GiorgioFaletti #PhysiqueDuRole # Spugnole #B-Movie
#AntropologiaCriminaleLambrosiana #Pseudoscienza #MarcelloSimoni
#Horror HorrorPsicologico #DarkFantasy #Mistero #Thriller #Suspense
#NarrativaModernaEContemporanea #NarrativaPsicologica
**************************************************************************




martedì 19 novembre 2019

Stephen Chbosky L’ Amico Immaginario


Stephen Chbosky 
L’ Amico Immaginario

Recensione – Opinione
di

Mugnano di Napoli
sabato 12 Ottobre 2019


Sul retro della copertina è riportata una frase tra virgolette: <<Chbosky ritorna con una storia da leggere con le luci accese e la porta sprangata. Stephen king ne sarebbe fiero.>> Kirkus Reviews.

Ebbene io Luigia Chianese, sconosciuta al mondo, “per ora”, Books Review Blogger, confermo, anche secondo me questo libro potrebbe piacere a Stephen king.

Detto ciò, per gli amanti del genere il paragone è obbligatorio, infatti abbiamo molti elementi in comune con il grande king.
-         


- Il primo che non si può non notare è il genere Fantasy Horror.
- Il secondo la lunghezza abnorme nelle descrizioni delle emozioni, situazioni, luoghi e personaggi, e,  come king, quasi nulla è lasciato al caso; tutto torna!
- Il terzo elemento è la continua lotta tra il Bene ed il Male, dove le vittorie sono solo epiche battaglie vinte o perse ma le guerre possono continuare e scoppiare di nuovo! (Allarme spoiler, fammi smettere di battere sulla tastiera!)
- Il quarto punto deriva direttamente dal terzo: ovvero  il concetto di Ciclicità degli eventi che rinascono e si ripetono sotto forme diverse ma simili; si pensi a King con Shining e Doctor Sleep, come esempio calzante!
- Il quinto punto in comune sono i fanciulli; come non pensare a Carrie, al celebre It oppure all’ ultimo libro di king L’ Istituto? I fanciulli sono presenti anche nel romanzo di Chbosky e loro sono i protagonisti assoluti che sanno prendere decisioni mature e coraggiose, sanno rischiare, perdonare e donarsi.
- Il sesto punto è un prosieguo del quinto, perché con i ragazzi parte quasi in predefinito il concetto di “insieme siamo più forti” che poi è anche uno dei temi centrali di molte opere di Stephen king.
 - Il settimo, e cosa vogliamo dire? E’ l’ Amore;  ma come sappiamo tutti l’ Amore, come l’ Odio sono capaci di smuovere il mondo intero, anche quello dell’ immaginario. In questo caso ritroviamo vari aspetti dell’ Amore, quello per la Libertà, quella che desidera “Uomo Gentile”,  l’ Amore tra fratelli:  “M&M” e i “Fratelli Olson”, l’ Odio tra Fratellastri, l’ Amore verso Dio di Mary Katherine, ma soprattutto l’ Amore di una madre dove su tutti spicca kate Reese, la madre di Christopher, e della “Signora che Sibila”. .... Potrei continuare così con quasi tutti i personaggi perché l’ Amore e l’ Odio non sono altro che l’ eterno ciclico conflitto del Bene e del Male.


Nonostante le innumerevoli similitudini con lo stile e le storie di Stephen King si può tranquillamente affermare, però,  che vi è originalità assoluta nella trama con un finale mozzafiato, una vera chicca; e per gli amanti del genere sarà una delizia leggerlo! 
L.Ch.

******************************************************************
Commenta, Condividi, I Like, Clicca Segui sul Blog Libri e Opinioni
Mi trovi anche su FB Libri e Opinioni 
#LuigiaChianese #LibriEOpinioni
#LuigiaChianeseBooksReviewBlogger
#FollowMe #Segui
#StephenChbosky #LamicoImmaginario
#Giallo #Thriller #Fantasy #Horror
****************************************************************

TRAMA
L’Amico Immaginario
di
Stephen Chbosky

Ripresa dalla 4° di copertina:

Mill Grove è una tranquilla e isolata cittadina della Pennsylvania: solo una strada per arrivare, solo una per andarsene. A Kate Reese sembra il luogo ideale per fuggire da un compagno violento, far perdere le proprie tracce e ricominciare una nuova vita. Lo deve al suo bambino, Christopher, che ha solo sette anni ma sa già quanto il mondo dei grandi possa far male. In quella nuova casa, tutto sembra andare a meraviglia: Christopher incontra nuovi amici, Kate trova un nuovo lavoro. Ma poi, all’improvviso, Christopher scompare. Per sei lunghissimi giorni, nessuna traccia di lui. Finché, una notte, il bambino riemerge dal bosco di Mission Street, al limitare della piccola città. È illeso, ma profondamente cambiato. Nessuno sembra accorgersene; solo sua madre sospetta qualcosa, perché Christopher, che ha sempre faticato a scuola, di punto in bianco prende ottimi voti ed è un vorace lettore. Ma nemmeno lei può immaginare tutta la verità. Christopher ora sente una voce in testa, e vede cose che agli altri sono impercettibili. Conosce i segreti del passato, inghiottiti dal bosco di Mission Street; quelli del presente, celati dietro le facciate rispettabili della città. Conosce il futuro tragico che sta per abbattersi su tutti loro. Non può parlarne a nessuno, nemmeno a sua madre, o lo prenderebbero per pazzo. Ma può e deve compiere la missione che quella voce amica gli detta: costruire una casa nel bosco, prima che arrivi Natale. Altrimenti, per sua madre, i suoi amici e l’intera città, sarà la fine.
CENNI SULLA VITA
di
Stephen Chbosky

Ripresa da internet e dalla 4° di copertina:
Stephen Chbosky Pittsburgh, 25/1/1970
Stephen Chbosky è romanziere, regista, sceneggiatore. Il suo primo romanzo, Ragazzo da parete (Frassinelli 2006), è stato un vero caso letterario. Nel 2012 dal libro è stato tratto il film Noi siamo infinito, di cui lo stesso Chbosky è regista. Nel 2019 per Sperling & Kupfer pubblica L'amico immaginario
Chbosky è noto per aver scritto il romanzo epistolare Ragazzo da parete (The Perks of Being a Wallflower). Il suo romanzo è divenuto un cult negli Stati Uniti, tanto da essere considerato un best seller, è alla sua ventesima edizione e ha venduto oltre un milione di copie. Quest'ultimo è stato tradotto in sette lingue e pubblicato in Europa, Sud America e Asia.
All'età di 23 anni, Chobosky ha scritto e diretto il suo primo lungometraggio The Four Corners Nowhere, che è stato presentato in concorso al Sundance. Dal 2006 al 2008 è co-ideatore della serie televisiva Jericho. Inoltre Chbosky è il regista del film Noi siamo infinito, tratto dal suo romanzo Ragazzo da parete, le cui riprese si sono svolte dal 9 maggio 2011 al 29 giugno 2011. Il film vede protagonisti Logan Lerman nel ruolo di Charlie, Emma Watson nel ruolo di Sam ed Ezra Miller nel ruolo di Patrick.


 Consigliati da

 Dall' Etichetta del Blog;






******************************************************************
Commenta, Condividi, I Like, Clicca Segui sul Blog Libri e Opinioni
Mi trovi anche su FB Libri e Opinioni 
#LuigiaChianese #LibriEOpinioni
#LuigiaChianeseBooksReviewBlogger
#FollowMe #Segui
#StephenChbosky #LamicoImmaginario
#Giallo #Thriller #Fantasy #Horror
****************************************************************


mercoledì 30 ottobre 2019

VIDEO INFO BOX ... PROSSIMAMENTE ... Stephen Chbosky - L’ Amico Immaginario

VIDEO INFO BOX ... PROSSIMAMENTE
Stephen Chbosky 
L’ Amico Immaginario


Mugnano di Napoli
03 Ottobre 2019
Salve, prima della mia Recensione - Opinione vi lascio con 
  • la trama
  • la vita dell'autore
  • Link nel Blog di generi simili
Buona Lettura!
Clicca Segui nella colonna a destra per iscriverti al  Blog 
Anticipatamente Grazie!  

******************************************************************
Commenta, Condividi, I Like, Clicca Segui sul Blog Libri e Opinioni
Mi trovi anche su FB Libri e Opinioni 
#LuigiaChianese #LibriEOpinioni
#LuigiaChianeseBooksReviewBlogger
#FollowMe #Segui
#StephenChbosky #LamicoImmaginario
#Giallo #Thriller #Fantasy #Horror
****************************************************************



GenereGiallo   Thriller  Fantasy Horror
Prezzo Listino: € 19,90
Editore: Sperling & Kupfer
Data uscita: 01/10/2019
Pagine: 640








TRAMA
L’Amico Immaginario
di
Stephen Chbosky

Ripresa dalla 4° di copertina:

Mill Grove è una tranquilla e isolata cittadina della Pennsylvania: solo una strada per arrivare, solo una per andarsene. A Kate Reese sembra il luogo ideale per fuggire da un compagno violento, far perdere le proprie tracce e ricominciare una nuova vita. Lo deve al suo bambino, Christopher, che ha solo sette anni ma sa già quanto il mondo dei grandi possa far male. In quella nuova casa, tutto sembra andare a meraviglia: Christopher incontra nuovi amici, Kate trova un nuovo lavoro. Ma poi, all’improvviso, Christopher scompare. Per sei lunghissimi giorni, nessuna traccia di lui. Finché, una notte, il bambino riemerge dal bosco di Mission Street, al limitare della piccola città. È illeso, ma profondamente cambiato. Nessuno sembra accorgersene; solo sua madre sospetta qualcosa, perché Christopher, che ha sempre faticato a scuola, di punto in bianco prende ottimi voti ed è un vorace lettore. Ma nemmeno lei può immaginare tutta la verità. Christopher ora sente una voce in testa, e vede cose che agli altri sono impercettibili. Conosce i segreti del passato, inghiottiti dal bosco di Mission Street; quelli del presente, celati dietro le facciate rispettabili della città. Conosce il futuro tragico che sta per abbattersi su tutti loro. Non può parlarne a nessuno, nemmeno a sua madre, o lo prenderebbero per pazzo. Ma può e deve compiere la missione che quella voce amica gli detta: costruire una casa nel bosco, prima che arrivi Natale. Altrimenti, per sua madre, i suoi amici e l’intera città, sarà la fine.

CENNI SULLA VITA
di
Stephen Chbosky

Ripresa da internet e dalla 4° di copertina:
Stephen Chbosky Pittsburgh, 25/1/1970
Stephen Chbosky è romanziere, regista, sceneggiatore. Il suo primo romanzo, Ragazzo da parete (Frassinelli 2006), è stato un vero caso letterario. Nel 2012 dal libro è stato tratto il film Noi siamo infinito, di cui lo stesso Chbosky è regista. Nel 2019 per Sperling & Kupfer pubblica L'amico immaginario
Chbosky è noto per aver scritto il romanzo epistolare Ragazzo da parete (The Perks of Being a Wallflower). Il suo romanzo è divenuto un cult negli Stati Uniti, tanto da essere considerato un best seller, è alla sua ventesima edizione e ha venduto oltre un milione di copie. Quest'ultimo è stato tradotto in sette lingue e pubblicato in Europa, Sud America e Asia.
All'età di 23 anni, Chobosky ha scritto e diretto il suo primo lungometraggio The Four Corners Nowhere, che è stato presentato in concorso al Sundance. Dal 2006 al 2008 è co-ideatore della serie televisiva Jericho. Inoltre Chbosky è il regista del film Noi siamo infinito, tratto dal suo romanzo Ragazzo da parete, le cui riprese si sono svolte dal 9 maggio 2011 al 29 giugno 2011. Il film vede protagonisti Logan Lerman nel ruolo di Charlie, Emma Watson nel ruolo di Sam ed Ezra Miller nel ruolo di Patrick.

 Consigliati da

 Dall' Etichetta del Blog;






******************************************************************
Commenta, Condividi, I Like, Clicca Segui sul Blog Libri e Opinioni
Mi trovi anche su FB Libri e Opinioni 
#LuigiaChianese #LibriEOpinioni
#LuigiaChianeseBooksReviewBlogger
#FollowMe #Segui
#StephenChbosky #LamicoImmaginario
#Giallo #Thriller #Fantasy #Horror
****************************************************************