martedì 24 marzo 2020

VINCENZA ALFANO – L’ UNICA RAGIONE


VINCENZA ALFANO 
L’ UNICA RAGIONE

Recensione – Opinione
di

Mugnano di Napoli
12.02.2020

Non è mai semplice scrivere una recensione quando un libro non ti è piaciuto davvero.
Perché non mi è piaciuto? Perché è troppo deprimente, una tragedia è meno dolorosa. Le storie raccontate nei libri, anche per porre un accento su un argomento preciso, in questo caso la malattia mentale, non devono per forza essere felici o a lieto fine ma, per me, non devono essere neppure deprimenti e angoscianti al punto tale da far intristire il lettore fino all’ ultima pagina.
Punti di forza del testo sono la linearità del filo conduttore, una narrazione chiara senza eccessivi fronzoli e decisamente accattivante; la pagina senza punteggiatura che sprigiona il flusso di pensieri all’ apparenza incoerenti sono, ad una seconda lettura, perfettamente ordinati: è scritta benissimo!
Sono io, forse, che ho mancato di empatia verso le protagoniste ma questo testo mi ha lasciato con una tristezza nel cuore e nessuna domanda.
Questo è un libro, che attraverso tre generazioni di donne, Nonna, Madre e Figlia sfiora il dramma e il disagio della malattia mentale prima e dopo la riforma Basaglia.
L’argomento sfiorato narra dal punto di vista di una famiglia e di una donna malata di mente, come si vive e sopravvive a questa malattia. L’ autrice ha fatto questo scavando nei sentimenti.
Da pagina 9: <<Ci si perdona per affetto o forse per necessità, per far tacere il senso di colpa.>>.
La solitudine e il nascondersi sono tra i punti focali di tutto il testo; la solitudine e il nascondersi sono entrambi subiti ed entrambi cercati a causa del pregiudizio culturale e sociale che circolava e che circola intorno a questa tremenda malattia.
Ed è proprio questa solitudine, soprattutto affettiva ed emotiva,  che acuisce ancora di più le situazioni rendendole sempre e costantemente catastrofiche, fino alla scelta finale.
Portare a conoscenza, attraverso una storia generazionale, questo argomento terribile della malattia mentale forse ne attenua la paura? Non so rispondere, anzi si! Perché se mi guardo dentro sento che la paura è aumentata non diminuita perché ad essa si sono aggiunte la tristezza e l’angoscia.
L.Ch.

******************************************************************
Commenta, Condividi, I Like, Clicca Segui sul Blog Libri e Opinioni
Mi trovi anche su FB Libri e Opinioni 
#LuigiaChianese #LibriEOpinioni
#LuigiaChianeseBooksReviewBlogger
#FollowMe #Segui
#VincenzaAlfano #LUnicaRagione #NarrativaModernaeContemporanea
#LeggeBasaglia #MalattiaMentale
****************************************************************

TRAMA
L’ Unica Ragione
Vincenza Alfano

Ripresa da internet e/o  dalla 4° di copertina:

In una notte indimenticabile la piccola Ines assiste al tentativo di suicidio di sua madre Lucia. Quest'immagine segnerà la sua vita, e toccherà alla nonna Tanina provare a ricostruire il senso di ciò che per la bimba resterà incomprensibile. In bilico tra passato e presente, il racconto di tre donne legate da un destino comune, tre donne cui la libera scelta è negata da un destino atroce e inspiegabile, condizionato in ogni passo dalla malattia. Il dramma della follia sullo sfondo di un'Italia intimamente vissuta, dalla guerra fino ai nostri giorni, attraverso una lucida e coraggiosa fotografia interiore, fra saga familiare e romanzo generazionale.

Copertina flessibile: 179 pagine
Editore: Homo Scrivens; 2 edizione (23 maggio 2019)
Prima Edizione: 2012
Collana: Direzioni immaginarie
Lingua: Italiano
Comprare il libro On – line: QUI






CENNI SULLA VITA
di:
Vincenza Alfano

Ripresa da internet e/o dalla 4° di copertina:
Vincenza Alfano è nata e vive a Napoli. Scrittrice, giornalista, insegnante. Conduce “L’ Officina delle parole”, laboratorio di scrittura creativa. Scrive per il Corriere del Mezzogiorno ed è curatrice di antologie in cento parole per L’Erudita. Ha pubblicato i saggi A Napoli con Maurizio de Giovanni (Giulio Perrone), Incipit, istruzioni d’ uso per aspiranti scrittori (L’ Erudita), e i romanzi Via di lì (BoopenLED), Fiction (Photocity Edizioni), Balla solo con me (Giulio Perrone), Chiamami Iris (L’ Erudita). Con la prima edizione de L’unica ragione (Homo Scrivens) ha vinto il premio Magaris.



 Luigia Chianese Books Review Blogger
 Consigliati da

Dall' Etichetta del Blog;

Comprare il libro On – line: QUI








******************************************************************
Commenta, Condividi, I Like, Clicca Segui sul Blog Libri e Opinioni
Mi trovi anche su FB Libri e Opinioni 
#LuigiaChianese #LibriEOpinioni
#LuigiaChianeseBooksReviewBlogger
#FollowMe #Segui
#VincenzaAlfano #LUnicaRagione #NarrativaModernaeContemporanea
#LeggeBasaglia #MalattiaMentale
****************************************************************












Nessun commento:

Posta un commento

Per favore, non siate troppo duri con me! Sopratutto siate rispettosi educati e civili! Grazie!