Visualizzazione post con etichetta Autori e Recensioni. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta Autori e Recensioni. Mostra tutti i post

martedì 17 marzo 2020

Dai Sijie - Balzac e la Piccola Sarta Cinese

DAI SIJIE

Balzac e la Piccola Sarta Cinese


Recensione – Opinione
di

Mugnano di Napoli
Napoli 2001/2002
Ripresa per il Blog il

Giovedì 08 novembre 2018

La semplicità, la leggerezza e la scorrevolezza con cui sono trattati tutti gli argomenti sono evidenti già dai primi capitoli, forse troppo; un maggiore approfondimento sui personaggi avrebbe reso il romanzo ancora più interessante. Non mancano i momenti più divertenti ma il trasporto di merda, la miniera e i pidocchi non hanno niente di educativo sono solo punizioni e degrado. Ho avuto, inoltre, la netta impressione che, anche se è un romanzo d’ accusa agli orrori dei campi di rieducazione voluti dal Presidente Mao, l’ autore sia stato un tantino “timido” (forse impaurito?) nel raccontare le schifezze perpetrate in quei campi: ricatti, vendetta, incompetenza e più di ogni cosa profonda ignoranza. È messo, inoltre, sul filo dell’ incertezza se sia amore vero per la bella Sarta o, la ragazza, sia solo uno strumento di rivalsa verso  la coatta “rieducazione” maoista!  Restano, però, sempre, dei punti fermi: la cultura, la cinematografia, la musica e il progresso non si possono impedire, rallentare sì, ma fermare no! Il finale è deludente per i romantici ma assolutamente meraviglioso per l’ essenza del libro:  la libertà di scelta e di interpretazione!  
“...<<Vuole andare in una grande città. Mi ha parlato di Balzac>>. <<E allora?>>. <<Mi ha detto che Balzac le ha fatto capire una cosa: che la bellezza di una donna è un tesoro inestimabile>>...”. 
L.Ch.

P.S.: nota personalissima, questo romanzo è una botta al fegato a tutti i comunisti e sinistroidi incalliti; giusto per ricordare quanto sono stati criminali pure loro; vediamo di non dimenticare! Inutile tacere! L.Ch.


******************************************************************
Commenta, Condividi, I Like, Clicca Segui sul Blog Libri e Opinioni
Mi trovi anche su FB Libri e Opinioni 
#LuigiaChianese #LibriEOpinioni
#LuigiaChianeseBooksReviewBlogger
#FollowMe #Segui
#DaiSijie #BalzaceLaPiccolaSartaCinese #AutoriCinesi
#Dramma #Romanzo #Cina

****************************************************************

TRAMA
Balzac e la Piccola Sarta Cinese
DAI SIJIE

Ripresa da internet e/o  dalla 4° di copertina:
Balzac e la piccola sarta cinese è il primo romanzo scritto da Dai Sijie, pubblicato nel 2000 in Francia e nel 2001 nel Regno Unito.
La storia, ambientata nel 1971, si svolge nella montagna di Phenix, nella provincia di Sichuan durante la Rivoluzione culturale cinese. I protagonisti sono due ragazzi di diciassette anni circa, con il Narratore che è più piccolo di un anno rispetto a Luo, si conoscono dall'infanzia e si rispettano molto, tanto da non aver mai litigato.
Il narratore è un ragazzo di diciassette anni piuttosto riservato. Suo padre è pneumologo e sua madre specialista in malattie parassitarie, entrambi considerati "nemici del popolo".  
Suona il violino, che per lui ricopre un ruolo di enorme importanza, perché gli permette di evadere dalle preoccupazioni. Sarà proprio il violino ad aiutare i ragazzi a vincere la diffidenza del Capo villaggio dinnanzi ad un oggetto ignoto e borghese – il violino -,  il giovane Luo, migliore amico del narratore,  annuncerà agli astanti che ascolteranno una sonata dal titolo <<Mozart pensa al Presidente Mao>>.
 Luo è molto meno timido, proviene anche lui dall'ambiente medico: suo padre è dentista ed è conosciuto per aver osato criticare Mao Tse Tung dopo avergli curato i denti: per questo viene considerato "nemico del popolo" insieme a tutta la sua famiglia.
Come tutti i giovani istruiti dell'epoca, i due ragazzi vengono mandati in rieducazione tra  le montagne, per sperimentare la vita rude dei contadini. Nel villaggio li trattano come "marmocchi di ricchi”. La storia parla a ciascuno di noi: perché racconta di come la lettura riesca a sottrarre due ragazzi, colpevoli soltanto di essere figli di <<sporchi borghesi>>, a svariate torture. La vita nella montagna è molto difficile per loro:  si trovano a svolgere incarichi faticosi, come lavorare nelle miniere o nelle risaie sotto il sole cocente. Vivono in una piccola stanza sopra un porcile. Durante il periodo di rieducazione, conoscono un ragazzo in rieducazione come loro, Quattrocchi (chiamato così per via degli spessi occhiali che doveva portare),  con il quale si instaura un rapporto sempre più forte, anche se fatto per convenienza  dato il grande numero di libri proibiti che il ragazzo aveva nascosto in una valigia e portato con sé nel villaggio.
Dopo aver premuto sul ragazzo per farsi prestare un libro, Luo e il narratore riescono a farsi prestare un libro: Ursule Mirouët. Luo è il primo a leggere il libro, che lo dà al protagonista e si reca dalla piccola sarta cinese per raccontarglielo. Così pur vivendo in mezzo agli <<orrori della rieducazione>>, i due ragazzi e la Piccola Sarta scopriranno, in virtù di qualche goccia magica di Balzac (e di Dumas, e di Flaubert e Kipling) che esiste un mondo fatto di pura avventurosa bellezza. Luo fa un giuramento: "Con questi libri trasformerò la Piccola Sarta: lei non sarà più una semplice montanara." Poco a poco la lettura delle opere di Balzac trasforma la ragazza, che diventa espansiva e desiderosa di scoprire il mondo: i libri l'hanno totalmente cambiata, non è più un'innocente contadina; dichiara: "Balzac mi ha fatto capire una cosa: che la bellezza di una donna è un tesoro inestimabile". Tra i  Personaggi secondari ci sono Il Sarto, nonostante abiti in un villaggio, ha insegnato a leggere alla figlia; il Capo  del villaggio, che soffre di mal di denti e viene curato da Luo in cambio della libertà del narratore; il Mugnaio un grande conoscitore di canzoni locali, anche licenziose. Tra le curiosità abbiamo Il narratore che  parla del suo nome dicendo che è composto dagli ideogrammi di cavallospada e campana.

Titolo originale: Balzac et la Petite Tailleuse Chinoise
1° edizione:  nel 2000 Editions Gallimard Paris; 2001 Adelphi Edizioni S.P.A., Milano
Edizioni Mondolibri S.p.A., Milano su licenza Adelphi Edizioni S.P.A., Milano

La mia copia è del settembre 2001 Mondadori


Il libro è stato tradotto in 26 lingue, compreso il cinese.

CENNI SULLA VITA
di:
DAI SIJIE

Ripresa da internet e/o dalla 4° di copertina:
Dai Sijie è  nato a Chengdu2 marzo 1954 ed è uno scrittore e regista cinese. Figlio di un medico, Dai Sijie nasce in Cina  e da giovanissimo viene spedito nella provincia del Sichuan in un campo di rieducazione fino al 1974Alla morte di Mao, entra all'Università dove studia storia dell'arte e dove riesce ad ottenere una borsa di studio in Francia. Da allora vive e lavora a Parigi


Tra le sue opere più famose abbiamo:
Dai Sijie, Muo e la vergine cinese, Milano, Adelphi, 2004, 
Dai Sijie, Una notte in cui la luna non è sorta, Milano, Adelphi, 2008, ISBN 978-88-459-2303-6. (FR)
Dai Sijie, Le Complexe de Di, Parigi, Gallimard, 2005, 





 Consigliati da


Dall' Etichetta del Blog;


Comprare il libro On – line: QUI










******************************************************************
Commenta, Condividi, I Like, Clicca Segui sul Blog Libri e Opinioni
Mi trovi anche su FB Libri e Opinioni 
#LuigiaChianese #LibriEOpinioni
#LuigiaChianeseBooksReviewBlogger
#FollowMe #Segui
#DaiSijie #BalzaceLaPiccolaSartaCinese #AutoriCinesi
#Dramma #Romanzo #Cina


****************************************************************

lunedì 10 giugno 2019

Eugenie Genin Il basilico raccolto all' alba

Comprare il Libro On - Line 
Eugenie Genin
Il basilico raccolto 
all' alba


Mercoledì 16 settembre 2015 
Mugnano di Napoli 



Ecco! Questo testo si può tranquillamente sintetizzare nella citazione di E.Emingway a pagina 55 riportata dell’ autrice: << Per il momento, riguardo alla morale, so soltanto che è morale ciò che mi fa sentir bene, e immorale ciò che mi fa sentire male dopo che l’ho fatto. >>.

Perché è di questo che si parla, la morale applicata alla scoperta del sesso, al suo piacere, al suo dolore; infatti, riprendendo la citazione dell’ autrice a pagina  46: << … le tue maniere educate e il tuo tono sempre misurato svanirono come virtù di cera stese al sole della passione. >>.

Forte, troppo forte, troppo curiosa, troppo esploratrice; ma la calma non è da TUTTE, soprattutto a 15 anni.

Questione di carattere e personalità!

Scorrevole testo di 135 pagine, consigliato, ma dopo i 20 anni di età; forse dipende dalla “propria morale”. 
Con un sorriso! 
Luigia Chianese Books Review Blogger - Libri e Opinioni


P.s. Ordinato su Amazon il sabato 05 settembre 2015 e arrivato puntuale il mercoledì 09 settembre 2015 - Iniziato la lettura domenica 13 settembre 2015, terminato martedì 15 settembre 2015. - Avendo un po’ di tempo, e non solo un’ ora la notte, si sarebbe letto in 3 ore al massimo!  L.Ch.

TRAMA 
Il basilico raccolto all'alba

Ripresa da internet e dal Libro: 
Comprare il Libro On - Line 

Quando incontra il Professore per la prima volta, Doria ha sedici anni e la sua vita è intrappolata tra le mura della pensione del padre. Lui ha molti più anni e porta con sé un bagaglio dentro al quale conoscenza e mistero si alternano con intrigante complicità. Quando l'anno successivo l'uomo fa ritorno in Liguria, la natura prende il sopravvento e la loro storia prende forma. L'uomo è sposato e Doria è solo una tappa lungo il viaggio che durante le vacanze estive lo porta dalla moglie e la figlia a Nizza. Una tappa che però diventa piacevole abitudine e si ripete ogni estate. Negli anni più delicati della sua giovinezza, si abbandona a lui e pur di non deluderlo è disposta non solo ad assecondare ogni sua fantasia, ma anche a imparare nuove pratiche, facendo esperienze con i compagni durante gli interminabili mesi scolastici. Durante i loro fugaci incontri, il Professore si dedica totalmente a lei con il chiaro intento di iniziarla alla ricerca di se stessa e del piacere. Dopo una lunga separazione, ad aspettarlo però non troverà Doria, ma un plico di lettere in cui racconta di se stessa, di loro e di un segreto che non ha mai avuto il coraggio di confidargli.



CENNI SULLA VITA DI
Eugenie Genin

Eugènie Gènin è stata la moglie di Georges Méliès, figura cardine nella storia del cinema, ed è lo pseudonimo - o meglio l’eteronimo, come lei stessa preferisce definirlo - scelto dall’autrice per il suo primo romanzo. Il basilico raccolto all’alba








Link nel Blog Libri e Opinioni  consigliati da 


Luigia Chianese  - Books Review Blogger 



Luigia Chianese
Books Review Blogger
Libri e Opinioni 







Letteratura Erotica












******************************************************************
Commenta, Condividi, I Like, Clicca Segui sul Blog Libri e Opinioni
Mi trovi anche su FB Libri e Opinioni 


#LuigiaChianese #LibriEOpinioni
#LuigiaChianeseBooksReviewBlogger

#LuigiaChianese #LibriEOpinioni
#LuigiaChianeseBooksReviewBlogger

#EugenieGenin #IlBasilicoRaccoltoAllAlba 
#LetteraturaErotica #RomazoRosa #NarrativaPsicologica
****************************************************************


sabato 18 maggio 2019

Abate Ferdinando Galiani Spaventosissima Descrizione dello Spaventoso Spavento

Comprare il Libro On  - Line
https://amzn.to/2LRmlRF
Abate Ferdinando Galiani
Spaventosissima Descrizione 
dello Spaventoso Spavento


 Recensione - Opinione 
di Luigia Chianese
Books Review Blogger
Napoli
Giovedì 14 settembre 2017

Questo pamphelt è assolutamente delizioso sorriderai dalla prima all' ultima parola. Raccontare l'eruzione del Vesuvio del 1779 ma l' avvenimento raccontato è solo un escamotage per parlare in maniera semplice e leggera di filosofia e filosofi e per raccontare la vita dei cittadini Napoletani dell'epoca.  Giochi di parole e emozioni tutte partenopee! Si legge in 10 minuti, poi lo rileggi perché irresistibile! 
L.Ch.




Nota della giornata:
Ma secondo voi potevo mai resistere mentre aspetto la mia guida "La Capera " per la visita al Museo Archeologico Nazionale di Napoli, per la mostra "Divini Amori" A seguire Aperi-Cena con vino rosso!
Ed alla fine concerto, dal vivo, di Pianoforte, Fisarmonica e Cantante presso la sala concerto Napulitanata. La "Capera" di oggi era Diana. (Guida abilitata dalla Regione Campania)


*******************************************************
Commenta, Condividi, I Like, Clicca Segui sul Blog:
Mi trovi anche su FB:
Instagram: @luigia_chianese
Twitter: @ChianeseLuigia
@librieopinioni
Books Review Blogger Luigia Chianese

#LuigiaChianese @luigia_chianese @ChianeseLuigia @librieopinioni
Books Review Blogger Luigia Chianese #BooksReviewBloggerLuigiaChianese

#AbateFerdinandoGaliani
#SpaventosissimaDescrizioneDelloSpaventosoSpavento #Storia #Storico #Pamphelt
**************************************************************************************

TRAMA 
Spaventosissima Descrizione dello Spaventoso Spavento
Abate Ferdinando Galiani
Ripresa da internet e dalla 4° di copertina:
Comprare il Libro On  - Line
https://amzn.to/2LRmlRF
Ironico e divertente pamphlet per raccontare l'eruzione del Vesuvio del 1779. L'autore è l'abate Ferdinando Galiani che prende a pretesto l'avvenimento per intrecciare aneddoti filosofici e deliziosi ritratti della vita cittadina dell'epoca.
Storia moderna e contemporanea dal XVIII al XX secolo (Libri)
Comprare il Libro On  - Line: https://amzn.to/2LRmlRF
*******************************************************
Commenta, Condividi, I Like, Clicca Segui sul Blog:
Mi trovi anche su FB:
Instagram: @luigia_chianese
Twitter: @ChianeseLuigia
@librieopinioni
Books Review Blogger Luigia Chianese
#LuigiaChianese @luigia_chianese @ChianeseLuigia @librieopinioni
Books Review Blogger Luigia Chianese #BooksReviewBloggerLuigiaChianese
#AbateFerdinandoGaliani
#SpaventosissimaDescrizioneDelloSpaventosoSpavento #Storia #Storico #Pamphelt
**************************************************************************************



Cenni sulla Vita di 
Abate Ferdinando Galiani
Ritratto dell' Abate Galiani
Ripreso da internet precisamente da Wikipedia: Ferdinando Galiani, detto l'abate Galiani (Chieti2 dicembre 1728 – Napoli30 ottobre 1787), è stato un economista italiano.Nacque a Chieti nel 1728, da una famiglia originaria di Lucera: la sua formazione avvenne a Napoli, dove ebbe modo di conoscere l'opera di Giambattista Vicoe fu allievo di Antonio Genovesi.Nel 1751 pubblicò il trattato Della moneta, un'opera in cinque libri in cui, anticipando alcune tesi dell'utilitarismo, enunciò una teoria sul valore economico dei beni individuando una stretta relazione tra quantità e qualità del lavoro, tempi di produzione, utilità e rarità del prodotto.Molto importanti sono stati i contatti col cartografo Giovanni Antonio Rizzi Zannoni. Galiani aveva trovato un gruppo di pergamene, riguardanti il Regno di Napoli e di Sicilia, fatte disegnare da Alfonso I a metà del Quattrocento e poi trasferite in Francia da Carlo VIII verso la fine di quello stesso secolo, ricavate verosimilmente da rilevazioni censuarie. Queste pergamene, copiate di nascosto dal Galiani, permisero a Rizzi Zanoni di comporre la "Carta Geografica della Sicilia prima o sia Regno di Napoli", in quattro fogli (1769).[1][2]Tra il 1759 e il 1769 soggiornò a Parigi, dove era stato inviato come segretario d'ambasciata. In Francia iniziò a frequentare i salotti letterari, stringendo rapporti con madame d'Épinay e Denis Diderot e si avvicinò alle teorie fisiocratiche: tuttavia se ne staccò presto e nel 1770 pubblicò Dialoghi sul commercio dei grani in cui, contro un indiscriminato liberismo, sostenne il carattere relativo delle istituzioni economiche e la necessità di considerare le particolarità storiche, sociali e ambientali dei diversi paesi. Il suo spirito impressionò i parigini a tal punto, che Mme. de Choiseul ebbe a dire: "Noi francesi non abbiamo che gli spiccioli dell'esprit, a Napoli hanno i lingotti". Si dice che, tornando in Italia, vide a Pisa il sepolcro dell'Algarotti, su cui era scritto un oraziano "Algarottus, sed non omnis"; disse che gli sembrava un epitaffio più da evirato cantore che da erudito. Di ritorno a Napoli si dedicò anche agli studi di linguistica (pubblicò nel 1779 un trattato sulla lingua napoletana e un vocabolario, uscito postumo) e scrisse il libretto per l'opera Socrate immaginario, musicato da Giovanni Paisiello. Sono di questo periodo le sue lettere a Mme d'Épinay, che in Francia si ristampano come esempio di verve e di lepóre epistolare. Scrisse anche vari opuscoli umoristici, che firmò col nome di Onofrio Galeota, un personaggio molto noto nella Napoli di quegli anni; almeno uno di questi gli è stato attribuito con certezza: Spaventosissima descrizione dello spaventoso spavento che ci spaventò tutti coll'eruzione del Vesuvio. Gli è stato dedicato un asteroide11958 Galiani.


*******************************************************
Commenta, Condividi, I Like, Clicca Segui sul Blog:
Mi trovi anche su FB:
Instagram: @luigia_chianese
Twitter: @ChianeseLuigia
@librieopinioni
Books Review Blogger Luigia Chianese

#LuigiaChianese @luigia_chianese @ChianeseLuigia @librieopinioni
Books Review Blogger Luigia Chianese #BooksReviewBloggerLuigiaChianese

#AbateFerdinandoGaliani
#SpaventosissimaDescrizioneDelloSpaventosoSpavento #Storia #Storico #Pamphelt
**************************************************************************************

Link nel Blog consigliati da Luigia Chianese

dott.ssa Luigia Chianese
Books Review Blogger
www.librieopinioni.com
Dall' Etichetta del Blog: Storico - Storia:
http://www.librieopinioni.com/search/label/Storico%20-%20Storia

Dall' Etichetta del Blog: Pamphelt: 
http://www.librieopinioni.com/search/label/Pamphelt


Comprare il Libro On  - Line:








*******************************************************

Commenta, Condividi, I Like, Clicca Segui sul Blog:
Mi trovi anche su FB:
Instagram: @luigia_chianese
Twitter: @ChianeseLuigia
@librieopinioni
Books Review Blogger Luigia Chianese

#LuigiaChianese @luigia_chianese @ChianeseLuigia @librieopinioni
Books Review Blogger Luigia Chianese #BooksReviewBloggerLuigiaChianese

#AbateFerdinandoGaliani
#SpaventosissimaDescrizioneDelloSpaventosoSpavento #Storia #Storico #Pamphelt
**************************************************************************************