Visualizzazione post con etichetta Giulio Perrone. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta Giulio Perrone. Mostra tutti i post

mercoledì 26 settembre 2018

Giulio Perrone L' esatto contrario

Giulio Perrone 
L’ Esatto Contrario

Recensione – Opinione
di

Mugnano di Napoli
Iniziato, finito e recensito
Lunedì 30 maggio 2016

- Simpatico . . . Ecco quello che ho pensato dopo aver letto l' ultima parola.
- Curioso . . . È la seconda parola. 
Letto in circa due ore di calma e tranquillità. Fosse stato di più pagine l'avrei finito ugualmente in giornata; perché è un libro insolito e ricco di suspense e mistero, non tanto sul perché e su chi ha ucciso Giulia, ma per come si comporta il protagonista! 
Una volta tanto, una storia vera, una storia normale, un uomo reale, dove non vince né il bene e neppure il male; ma semplicemente la vita di un uomo senza problemi! 
Consigliato per una lettura veloce, leggera che lascia un piccolo amaro sorriso. 
L.Ch.

Nota privata.: 07 maggio 2016 comprato alla Feltrinelli di Napoli. " Piazza Garibaldi" durante la fiaccolata commemorativa per i 150 anni della CRI Napoli pagato 18,50


******************************************************************
Commenta, Condividi, I Like, Clicca Segui sul Blog Libri e Opinioni
Mi trovi anche su FB Libri e Opinioni 
#LuigiaChianese #LibriEOpinioni
#LuigiaChianeseBooksReviewBlogger
#FollowMe #Segui #GiulioPerrone #LEsattoContrario #Editore #CasaEditrice
*******************************************************************************

TRAMA
L' esatto contrario
di
Giulio Perrone

Ripresa da internet e/o  dalla 4° di copertina:

Quel bacio rubato ai tempi dell'università, Riccardo non se l'è mai dimenticato. Se si concentra, riesce a sentire ancora il profumo di Giulia, così dolce... Ma il suo sogno d'amore aveva avuto un brusco risveglio, perché lei era morta, uccisa nei bagni della Sapienza: un omicidio che aveva scioccato tutti e di cui era stato subito riconosciuto colpevole l'insospettabile professor Morelli. Caso archiviato. Dieci anni, un cambio di facoltà e un fidanzamento mandato all'aria dopo, l'unica certezza per Riccardo è rimasta la fede nella Roma. Non è diventato un grande giornalista, scrive recensioni di libri su "TuttoGiallo" - un infimo settimanale di nera - e di una relazione seria nemmeno l'ombra, se si esclude quella con i coinquilini Sandro, fanatico di Proust, e Rachele, mistress per passione. Fino a quando la sua vita tranquilla, senza scossoni, viene sconvolta dall'urto con il passato, che torna prepotente a pronunciare quel nome: Giulia Rusconi. La notizia è che Morelli, l'assassino uscito da poco dal carcere, è stato ritrovato morto. Tanto basta per riaccendere in Riccardo quella fiamma che non si era mai spenta. E, complice il diario di Giulia ritrovato dopo anni, per trasformare uno svogliato cronista senza ambizioni in un investigatore privato goffo ma deciso a scoprire la verità. Perché, forse, chi ha davvero le mani sporche del sangue di Giulia non ha ancora pagato il prezzo della sua colpa..

Prima pubblicazione2015
Autore:  Giulio Perrone



CENNI SULLA VITA
di
Giulio Perrone

Ripresa da internet e/o dalla 4° di copertina:
Giulio Perrone vive a Roma, dove nel 2005 ha fondato la casa editrice che porta il suo nome. Insegna Organizzazione e gestione delle imprese culturali presso la facoltà di Lettere dell’Università La Sapienza di Roma. Ha pubblicato con Paolo Di Paolo "I libri sono figli ribelli. Tappe e segreti dell'avventura editoriale" (2011), "L'esatto contrario" (Rizzoli, 2015) e "Consigli pratici per uccidere mia suocera" (Rizzoli, 2017).





 Consigliati da


Dall' Etichetta del Blog;


Comprare il libro On – line: QUI






******************************************************************
Commenta, Condividi, I Like, Clicca Segui sul Blog Libri e Opinioni
Mi trovi anche su FB Libri e Opinioni 
#LuigiaChianese #LibriEOpinioni
#LuigiaChianeseBooksReviewBlogger
#FollowMe #Segui #GiulioPerrone #LEsattoContrario #Editore #CasaEditrice
******************************************************************************


I