martedì 25 febbraio 2020

SOPHIE KENDRICK - Il Volto del Mio Assassino


SOPHIE KENDRICK
Il Volto del Mio Assassino

Recensione – Opinione
di

Mugnano di Napoli
10/01/2020

Dire che un libro è brutto, ma proprio brutto, non è mai una dichiarazione piacevole!
Dietro un romanzo vi è sempre tanto lavoro e tanto cuore di qualcuno/a, ma non basta lavoro e cuore, i libri sono scritti per essere pubblicati e letti quindi sottoposti a giudizio del lettore.
Avrei voluto ritrovare nel testo ciò che è descritto a
pagina 90:<<Quando mi prende la disperazione avverto dentro di me il buio della notte. Silenzioso. Nero. Minaccioso. Poi so che qualcosa sta in agguato nell'oscurità, peggiore della mia casa distrutta, della mia amnesia, della mia paura dell' acqua. Un pericolo che mette in ombra i miei incubi più tremendi .>>.  
Ma nulla, tutto ciò non è presente nel libro o se lo si trova è descritto in modo molle.
Già l’inizio è deludente perché è, fin da subito, molto noioso, (il libro si finisce in due giorni) tetro e gironzolante, come chi vuole perdere tempo per non arrivare facilmente al punto ma non gli riesce di farlo bene perché è lagnoso!
Il segreto di un buon giallo/thriller, per me, è il saper tenere il lettore ancorato al testo e non annoiarlo anche se il racconto è chilometrico. Mantenere un po' all’oscuro il lettore è normale in questo tipo di romanzo ma non avere indizi consistenti è brutto, anche indizi che depistano, qualunque cosa va bene, perché avere un sospetto a cui aggrapparsi rende la lettura più accattivante.
Qui no! Il libro è tedioso almeno fino a pagina 200. Se non fosse che raramente lascio un libro senza terminarlo non l’avrei finito! Perché anche quando non mi piace desidero sapere come e dove “va a parare” l’autrice/ore.
Da pagina 200 in poi diventa vagamente più interessante o è la speranza del lettore, in questo caso la mia, la speranza che venga fuori qualcosa su cui fantasticare, supporre, sospettare; ma questo “interessante” non dura molto è una pallida illusione. Ho avuto la netta impressione che l’autrice cerchi, costantemente, di agganciare un episodio all’altro, d' inventare cose per mantenere una suspense che non vi è, insomma per farla breve un’accozzaglia.
Il finale è così ridicolo, così deludente da rende antipatici tutti i personaggi.
Devo anche confessare che la protagonista è stata dipinta in modo così piagnucoloso che l’irritazione verso questa donna cresceva di pagina in pagina. Un disastro!
Non mi piace dire che un romanzo è veramente un fiasco ma per me questo lo è!
L.Ch.

******************************************************************
Commenta, Condividi, I Like, Clicca Segui sul Blog Libri e Opinioni
Mi trovi anche su FB Libri e Opinioni 
#LuigiaChianese #LibriEOpinioni
#LuigiaChianeseBooksReviewBlogger
#FollowMe #Segui
#SophieKendrick #IlVoltoDelMioAssassino
#ThrillerPsicologico #Giallo #Suspense
****************************************************************
  
TRAMA
Il Volto del Mio Assassino
SOPHIE KENDRICK

Ripresa da internet e/o dalla 4° di copertina:

Quando Clara si risveglia finalmente dal coma, la sua vita precedente è un buco nero di cui non ricorda nulla. Perfino gli occhi azzurri di Roland, l'uomo che dice di essere suo marito, sono per lei gli occhi di un estraneo. Ma ricordare è vitale, perché Clara è stata aggredita brutalmente e la sua casa incendiata da qualcuno che forse tornerà a finire il lavoro. In qualche angolo della sua mente potrebbe nascondersi quel volto, ma è difficile riportarlo alla luce in mezzo a tanti incubi confusi. Può davvero fidarsi di se stessa, visto che secondo Roland soffre da anni di psicosi e manie di persecuzione? O dovrebbe invece credere a Jan Colbe, il poliziotto che sembra insinuare dubbi su suo marito? Ricco e affascinante scrittore berlinese, Roland è l'unico legame importante di Clara, che vive con lui un'esistenza molto appartata dopo aver abbandonato il lavoro di giornalista in seguito a un crollo nervoso. Per lei è uno shock scoprire che proprio Roland le ha nascosto dettagli importanti: per esempio il fatto che Clara abbia denunciato più volte un misterioso stalker che lasciava petali di rosa sulla sua porta. O forse anche questo era solo frutto delle sue fantasie? Quando un giorno Clara rischia di essere investita da un camion, qualcosa scatta in lei. Non può più appoggiarsi a nessuno: è l'unica a poter recuperare tutta la verità su se stessa. E sul suo potenziale assassino...

Titolo: Il volto del mio assassino - Autrice: Sophie Kendrick
Editore: Giunti Editore (28 agosto 2019) Collana: M
Traduttore: Sara Congregati
Pagine: 312 - Lingua: Italiano
Copertina rigida: 312 pagine
ISBN-10: 8809855973  ISBN-13: 978-8809855977

CENNI SULLA VITA
di:
SOPHIE KENDRICK


Ripresa da internet e/o dalla 4° di copertina:
Sophie Kendrick ha vissuto in molti Paesi europei, tra cui la Gran Bretagna, dove ha studiato letteratura. Ha lavorato per un’agenzia letteraria e come ghostwriter, prima di scrivere il suo primo romanzo, "Il volto del mio assassino", che si è rivelato un grande successo del passaparola. L’ editore tedesco Rowohlt ha pubblicato fra i titoli di punta del 2019 anche il suo secondo thriller, molto richiesto dai lettori.






 Consigliati da


Dall' Etichetta del Blog;


Comprare il libro On – line: QUI









******************************************************************
Commenta, Condividi, I Like, Clicca Segui sul Blog Libri e Opinioni
Mi trovi anche su FB Libri e Opinioni 
#LuigiaChianese #LibriEOpinioni
#LuigiaChianeseBooksReviewBlogger
#FollowMe #Segui
#SophieKendrick #IlVoltoDelMioAssassino
#ThrillerPsicologico #Giallo #Suspense
****************************************************************




Nessun commento:

Posta un commento

Per favore, non siate troppo duri con me! Sopratutto siate rispettosi educati e civili! Grazie!