martedì 30 giugno 2020

Giorgio Faletti - Appunti di un venditore di donne

GIORGIO FALETTI 
Appunti di un 
venditore di donne

Recensione – Opinioni di
Mugnano di Napoli
28.05.2020

Prologo pagina 9: «Io mi chiamo Bravo e non ho il cazzo».
Questo è l'incipit, ed è la curiosità di scoprire come vive un uomo evirato, con violenza, la molla che porta il lettore a entrare in ogni pagina del libro.
All’ inizio il protagonista non sembrerà simpatico, agganciato com’è alla malavita e al lavoro di magnaccia che fa, se pur con libertà da parte delle escort, ma sempre magnaccia è;
Da pagina: 391:<< Te l’ho detto un giorno a casa mia, quando mi hai chiesto di entrare nel mio giro. Non è un viaggio senza ritorno. Ma possono rimanere attaccati dei ricordi sgradevoli.>>; successivamente si riesce a simpatizzare per “Bravo” fino al colpo di scena finale quando il suo nome di battesimo e le sue origini verranno veramente a galla.
Si consumeranno vendette nuove e antiche con omicidi e suicidi, con al centro servizi segreti, brigatisti, politici, criminalità, forze dell’ordine corrotte in pratica tutto il pacchetto della storia italiana degli anni ‘70/80, per arrivare al classico, romantico, esterofilo e malinconico epilogo finale; certo da magnaccia a emigrante miliardario, coperto dallo Stato, non è un passo da poco.
Da pagina 31:<< Per ogni uomo c’è un’area della vita compresa nel perimetro sacrosanto dei cazzi suoi. La cosa più difficile è capire, per ognuno, quanto è estesa quest’area.>>.
La storia è molto ben strutturata considerando l’ambientazione logistica, Milano by night e dintorni, e quella temporale. Direi che è una vicenda “familiare”, sia in riguardo alla vita privata di Bravo sia a quella degli Italiani, che, di qualsiasi età, conoscono, per studio o per vissuto, le vicende italiche di quegli anni, il solo rimando alle brigate rosse e all’assassinio di Aldo Moro non possono non accendere una lampadina nella memoria storica di ognuno di noi.
Da pagina 311: << La gente vuole divertirsi: c’è chi decide di non sapere e chi decide di dimenticare. È un’applicazione umana della proprietà commutativa, qualsiasi cosa si scelga, il risultato non cambia.>>.
Il ritmo della vicenda narrata è piacevole, non diverte ma non stanca, non ci sono eccessi o sbavature forzate e lascia quel velo di curiosità che non guasta; è un racconto che prende soprattutto nella parte finale.
Anzi sono proprio gli improvvisi e inaspettati mutamenti della situazione, nella parte conclusiva del testo, che fanno amare il racconto. In particolare in “Maggio 1988 – L’ Epilogo” è letteralmente un capitolo ipnotico; 26 pagine finali che lasciano un ghigno di sorriso sul viso del lettore! L.Ch.


**************************************************************************
Commenta, Condividi, I Like, Clicca Segui sul Blog Libri e Opinioni
Mi trovi anche su FB – YOUTUBE - INSTAGRAM - TWITTER
Luigia Chianese Books Review Blogger @Librieopinioni @ChianeseLuigia
#LuigiaChianese #LibriEOpinioni #LuigiaChianeseBooksReviewBlogger #FollowMe #Segui
#GiorgioFaletti #MarcelloSimoni #PhysiqueDuRole # Spugnole #Graffiti
#LaRicettaDellaMamma  #LaRagazzaCheGuardavaLacqua #AppuntiDiUnVenditoreDiDonne 
#BMovie #Noir #AntropologiaCriminaleLambrosiana #Pseudoscienza #PulpFiction 
#Horror HorrorPsicologico #DarkFantasy #Mistero #Thriller #Suspense #Giallo #Fantasy
#NarrativaModernaEContemporanea   #Letteratura #NarrativaPsicologica #Narrativa #HardBoiled
   **************************************************************************  
TRAMA
Appunti di un venditore di donne
di GIORGIO FALETTI

Ripresa da internet e/o  dalla 4° di copertina:
1978: a Roma le Brigate Rosse hanno rapito Aldo Moro, in Sicilia boss mafiosi come Gaetano Badalamenti soffocano ogni tentativo di resistenza civile, all'ombra della Madonnina le bande di Vallanzasca e Turatello fanno salire la tensione in una città già segnata dagli scontri sociali. Ma anche in questo clima la dolcevita del capoluogo lombardo, che si prepara a diventare la Milano da bere degli anni Ottanta, non conosce soste. Si moltiplicano i locali in cui la società opulenta, che nella bella stagione si trasferisce a Santa Margherita e Paraggi, trova il modo di sperperare la propria ricchezza. È proprio tra ristoranti di lusso, discoteche, bische clandestine che fa i suoi affari un uomo enigmatico, reso cinico da una menomazione inflittagli per uno sgarbo. Si fa chiamare Bravo. Il suo settore sono le donne. Lui le vende. La sua vita è una notte bianca che trascorre in compagnia di disperati, come l'amico Daytona. L'unico essere umano con cui pare avere un rapporto normale è un vicino di casa, Lucio, chitarrista cieco con cui condivide la passione per i crittogrammi. Fino alla comparsa di Carla che risveglierà in Bravo sensazioni che l'handicap aveva messo a tacere. Ma per lui non è l'inizio di una nuova vita bensì di un incubo che lo trasformerà in un uomo braccato dalla polizia, dalla malavita e da un'organizzazione terroristica. Un noir fosco su uno dei momenti più drammatici del dopoguerra italiano, in una Milano che oscilla tra fermenti culturali e bassezze morali.

Prima pubblicazione: 2000 - 1ª ed. originale: 2010
Autore: Giorgio Faletti
Ambientazione: Italia, 1978

CENNI SULLA VITA di:
GIORGIO FALETTI

Ripresa da internet e/o dalla 4° di copertina:
Giorgio Faletti, artista poliedrico, non ha mai smesso di dare prova della sua capacità di spaziare da un campo artistico all’altro. Come comico ha lasciato una forte impronta nel panorama della comicità creando una serie di personaggi indimenticabili protagonisti di alcune fortunate serie televisive come Drive InEmilio e Fantastico 90. Anche come musicista Giorgio Faletti ha ottenuto negli anni numerosi consensi.
Ha cominciato pubblicando in proprio diversi album di successo. Nel 1994, con la canzone  Signor Tenente, si è aggiudicato il secondo posto e il Premio della Critica al Festival di Sanremo. Sono nate in seguito le collaborazioni con alcuni grandi artisti della musica leggera italiana: ha scritto canzoni per Mina, Milva, Gigliola Cinquetti e i versi di due album di Angelo Branduardi, Camminando Camminando e Il dito e la luna. Il 2002 segna l’esordio in campo letterario. Il romanzo Io uccido balza immediatamente al vertice delle classifiche italiane e con oltre 3.500.000 di copie vendute diventa uno dei più clamorosi successi editoriali degli ultimi anni. Nel 2004 esce Niente di vero tranne gli occhi che ne conferma il talento letterario con oltre tre milioni di copie vendute. I suoi libri sono tradotti in 25 lingue e pubblicati con grande successo, oltre che in tutti gli stati d’Europa, anche in Sud America, in Cina, in Giappone, in Russia e a partire dal mese di marzo 2007 negli Stati Uniti e nei paesi di lingua anglosassone. Nel novembre del 2005 Giorgio Faletti ha ricevuto dal Presidente della Repubblica il Premio De Sica per la Letteratura. Nel frattempo non dimentica di essere un attore. Nel 2006 interpreta il prof. Martinelli in Notte prima degli esami, film campione di incassi con oltre 20 milioni di euro al botteghino. La sua interpretazione è stata premiata dalla critica con la nomination al David di Donatello come migliore attore non protagonista. Il suo terzo romanzo, Fuori da un evidente destino ha venduto quasi 2 milioni di copie.  Del 2008 la raccolta di racconti Pochi inutili nascondigli (Baldini Castoldi Dalai) e del 2009 l'audiolibro di uno di questi racconti, Una gomma e una matita (Emons audiolibri) letto da Vinicio Marchioni. Nel 2010 esce Appunti di un venditore di donne (B.C. Dalai editore). Nel 2011 esce Tre atti e due tempi (Einaudi) e nel 2012  Da quando a ora (Einaudi). Giorgio Faletti scompare nel 2014, in seguito a una lunga malattia.  

 Consigliati da
Dall' Etichetta del Blog;

Thriller

**************************************************************************
Commenta, Condividi, I Like, Clicca Segui sul Blog Libri e Opinioni
Mi trovi anche su FB – YOUTUBE - INSTAGRAM - TWITTER
Luigia Chianese Books Review Blogger @Librieopinioni @ChianeseLuigia
#LuigiaChianese #LibriEOpinioni #LuigiaChianeseBooksReviewBlogger #FollowMe #Segui
#GiorgioFaletti #MarcelloSimoni #PhysiqueDuRole # Spugnole #Graffiti
#LaRicettaDellaMamma  #LaRagazzaCheGuardavaLacqua #AppuntiDiUnVenditoreDiDonne #BMovie #Noir
#AntropologiaCriminaleLambrosiana #Pseudoscienza 
#Horror HorrorPsicologico #DarkFantasy #Mistero #Thriller #Suspense #Giallo #NarrativaModernaEContemporanea #Fantasy  #Letteratura
#NarrativaPsicologica #Narrativa #HardBoiled #PulpFiction  **************************************************************************


Nessun commento:

Posta un commento

Per favore, non siate troppo duri con me! Soprattutto siate rispettosi educati e civili! Grazie!