sabato 2 febbraio 2019

Michel Houellebecq – Le Particelle Elementari



Michel Houellebecq 

Le Particelle Elementari


del  31/12/1999
01/01/2000
 Napoli

Riletto il 28 gennaio 2019 dopo l'uscita e la mia Recensione - Opinione di  Serotonina

Ripropongo la medesima 
Recensione - Opinione del 1999/2000

Brillante, provocatorio, sporco, anticipatore, fantascientifico, lievemente autobiografico, spietato e lucido, volgare ed impietoso, infelice ed incapace di amare.Sono innumerevoli gli aggettivi che si possono utilizzare per i protagonisti di questo romanzo.
I personaggi sono l’ esempio di uomini che oscillano tra l’ambiguità e la solitudine; diversi e simili ma tutti avvolti nell’alone della tristezza emotiva.
Un decadimento morale e sentimentale che raggiunge quasi il suo apice più alto.
Un autentico capolavoro sulla natura dell’uomo moderno. L.Ch.

 Michel Houellebecq 

Le Particelle Elementari

Trama


 
Ripresa da Internet: Michel Djerzinski e Bruno Clément sono fratellastri e sembrano essere accomunati unicamente dall'abbandono della madre. Michel è uno scienziato dedito alla biologia molecolare e vicino al Nobel. Un uomo che ha dedicato la sua esistenza agli studi scientifici che lo hanno portato all'isolamento e all'impermeabilità a qualunque emozione. Bruno è un insegnante, attirato dal sesso in modo morboso, costretto dalla malattia a entrare e uscire dalle cliniche psichiatriche. Sia la morbosità patologica di Bruno sia l'asettica razionalità di Michel sono il risultato dell'ambiente che li circonda: un mondo fatto di solitudini e dominato dal caso in cui i desideri sembrano scaturire dagli spot pubblicitari. Nella descrizione di questo quadro apocalittico, nell'aridità di questa umanità scarnificata si intravedono scenari futuri dai risvolti inquietanti. Uno sguardo disincantato sul corpo agonizzante della civiltà occidentale che ricorda scrittori d'oltreoceano come DeLillo, Carver, D.F. Wallace e T.C. Boyle.

Prima pubblicazione24 agosto 1998 in Italia nel 1999





Michel Houellebecq – Vita


Ripresa un pò da internet un pò dalla 4°di copertina
Dopo un’infanzia e un’adolescenza segnate dall’abbandono familiare (a sei anni, viene affidato alla nonna paterna della quale ha preso il cognome come pseudonimo e con lei vive a Dicy, poi a Crécy-la-Chapelle) e dalla vita di collegio, ha scoperto il proprio maestro in H.P. Lovecraft («Non partecipo mai a quanto mi circonda, sono sempre fuori posto»), al quale ha dedicato la sua prima opera, la biografia H.P. Lovecraft.  Contro il mondo, contro la vita (H.P. Lovercraft. Contre le monde, contre la vie, 1991).Dopo la raccolta di versi La ricerca della felicità (La Poursuite du Bonheur, 1992), ha pubblicato il suo primo romanzo, Estensione del dominio della lotta (Extension du domaine de la lutte, 1994), radicale denuncia della miseria affettiva dell’uomo contemporaneo, nella tradizione di Céline. Con i romanzi successivi, Le particelle elementari (Les Particules élémentaires, 1998) e Piattaforma (Plateforme, 2001), ha continuato a decostruire, con uno stile violento e provocatorio, politicamente «scorretto», i miti e i riti della civiltà occidentale.  Una sua intervista del 2002, critica nei confronti delle religioni monoteiste, gli ha procurato un processo per razzismo dal quale è stato assolto. Da allora vive in Spagna. La sua seconda raccolta di poesie, Il senso della lotta, ha ottenuto il premio di Flore 1996. Nel 1998 vince il Grand Prix nationale des Lettres Jeunes Talents per l’insieme dei suoi scritti.Il suo primo testo pubblicato in Italia è la poesia La fessura, apparsa in “Panta. Amore in versi” (Bompiani, 1999). Nello stesso anno, il romanzo Le particelle elementari, il suo secondo, è premiato come migliore libro dell’anno dalla rivista francese «Lire» ed è tradotto in più di 25 paesi. 
Del 2005 è il romanzo La possibilità di un'isola. Nel 2009 esce il saggio, scritto con il filosofo Bernard-Henry Lévi Nemici pubblici, dissacrante dialogo epistolare tra il "cattivo ragazzo della narrativa francese" e uno dei filosofi più mediatici del nostro tempo. Del 2010 è il romanzo La carta e il territorio, con il quale lo stesso anno vince il prestigioso Premio Goncourt. Nel 2015 esce Sottomissione, romanzo ambientato in una ipotetica Francia del 2022, in cui un musulmano vince le elezioni presidenziali, battendo il Fronte Nazionale di Marine Le Pen. L'editore di riferimento per l'Italia è Bompiani. Il suo primo testo pubblicato in Italia è la poesia La fessura, apparsa in “Panta. Amore in versi” (Bompiani, 1999); la Bompiani sta pubblicando un'edizione completa delle sue Opere, il cui primo volume è uscito nel settembre 2016

LINK DEL BLOG CONSIGLIATI 

DA LUIGIA CHIANESE

dott.ssa Luigia Chianese
Books Review Blogger
www.libeieopinioni.com


Dall' Etichetta del Blog;

Michel Houellebecq

Narrativa Moderna e Contemporanea

Narrativa Psicologica

Giallo

Thriller

Thriller Psicologico

Poliziesco

Romanzo

 






**********************************************

Commenta, Condividi, I Like, Clicca Segui sul Blog Libri e Opinioni

Mi trovi anche su FB – YOUTUBE - INSTAGRAM - TWITTER

Luigia Chianese Books Review Blogger @LibrieOpinioni @ChianeseLuigia

#LuigiaChianese #LibriEOpinioni #LuigiaChianeseBooksReviewBlogger #FollowMe #Segui MichelHouellebecq # LaCartaeilTerritorio #Serotonina #Lanzarote #LeParticelleElementari  #Sottomissione #EstensioneDelDominioDellaLotta

#Narrativa #NarrativaModernaeContemporanea #FictionStorica #Politica  #Giallo #ThrillerPsicologico #Thriller #RomanzoContemporaneo #RomanzoRosa #NarrativaPsicologica #Romanzo

**********************************************************












1 commento:

  1. Promessa mantenuta .... Dopo Serotonina, non potevo far mancare nel Blog di Recensioni-Opinioni la mia Recensione di Particelle Elementari di Michel Houllebecq. Ho scelto la di lasciare la recensione che scrissi nel 1999! Buona Lettura
    http://www.librieopinioni.com/search/label/Michel%20Houellebecq

    RispondiElimina

Per favore, non siate troppo duri con me! Soprattutto siate rispettosi educati e civili! Grazie!